laRegione
25.11.22 - 10:26
Aggiornamento: 15:06

Il boss di Chanel nuovo numero uno dei più ricchi in Svizzera

Gérard Wertheimer, 71enne imprenditore francese, ha un patrimonio familiare stimato di 38-39 miliardi di franchi

Ats, a cura di Red.Web
il-boss-di-chanel-nuovo-numero-uno-dei-piu-ricchi-in-svizzera
Keystone

C’è movimento in seno alla classifica dei 300 super-ricchi residenti in Svizzera: secondo il bimensile economico romando Bilan il primo posto è da attribuire ora a Gérard Wertheimer, 71enne imprenditore francese che, con suo fratello Alain, è proprietario della casa d’alta moda Chanel: i patrimoni della sua famiglia sono da stimare a 38-39 miliardi di franchi. La controparte svizzero-tedesca, il mensile Bilanz, mette per contro Wertheimer solo al secondo posto, lasciando al vertice – come negli ultimi 20 anni – i fratelli Jonas, Peter e Mathias Kamprad, che possiedono il colosso dell’arredamento Ikea.

Bilan non considera più questa famiglia e pone al secondo rango la famiglia Hoffmann-Oeri-Duschmalé, che controlla il colosso farmaceutico Roche e può contare su 30-31 miliardi. Il podio è poi completato da Klaus-Michael Kühne, azionista di maggioranza del gigante dei trasporti e della logistica Kühne+Nagel, forte di 23-24 miliardi.

In quarta posizione figura la famiglia Safra, che è attiva nella finanza, nell’immobiliare e nell’agroalimentare: pesa 22-23 miliardi. Seguono la famiglia Aponte (MSC, crociere), Jorge Lemann (industria alimentare), la famiglia Bertarelli (biotecnologie e immobiliare), Guillaume Pousaz (partecipazioni in aziende) e Guennadi Timtchenko (pure partecipazioni). Chiude i primi dieci posti la famiglia Blocher (industria chimica e alimentare, nonché media), che mette a bilancio 14-15 miliardi.

Fra le 18 nuove entrate nel club dei 300 più ricchi del Paese tre sono ticinesi: si tratta di Kjell Inge Rokke (energia), accreditato a 5 miliardi, Bruno Bolfo (pure settore energetico), con un patrimonio compreso fra 1 e 1,5 miliardi e Vitoldas Tomasevskis (petrolio), che controlla 600-700 milioni. Rimanendo nel cantone italofono, fra le famiglie che Bilan mette in primo piano figura anche Zegna (abbigliamento), che vale 2-3 miliardi.

Tenendo conto dei dati Bilanz (non è la stessa cosa di Bilan: le due testate collaborano, ma si differiscono non solo per la lingua) complessivamente i 300 Paperoni elvetici nel 2022 regnavano su 821 miliardi di franchi (-0,1% rispetto all’anno prima). In media ciascuno di loro poteva quindi disporre di 2,7 miliardi.

La classifica di Bilanz esiste dal 1989: inizialmente erano elencate le 100 personalità più ricche, ma più tardi il numero delle persone e famiglie sotto osservazione è passato a 300. Nel primo anno preso in esame, gli allora 100 più facoltosi abitanti del Paese avevano 66 miliardi, pari a 0,7 miliardi a testa: nei decenni nel frattempo intercorsi quindi il patrimonio medio dei primi 300 è quadruplicato rispetto a quello degli allora primi 100. La concentrazione del denaro in atto può essere espressa anche in un altro modo: oggi i due più ricchi hanno da soli beni superiori a quanto avessero nell’anno della caduta del muro di Berlino i 100 allora più facoltosi abitanti della Confederazione.

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Svizzera
Svizzera
1 ora
Sulle etichette dei prodotti freschi anche il mezzo di trasporto
Lo chiede un’iniziativa parlamentare approvata dalla Commissione scienza, educazione e cultura degli Stati, in particolare per il trasporto via aereo
Svizzera
2 ore
Corona-Leaks, in esame la consegna dei dati a Marti
La consigliera federale Keller-Sutter chiede di verificare se il procuratore straordinario può legalmente accedere all’intera casella e-mail di Lauener
Svizzera
3 ore
Altra giornata di sciopero per i funzionari pubblici vodesi
È la terza nelle ultime sei settimane per rivendicare l’indicizzazione completa dei salari. Previsto un corteo fino alle porte del Gran Consiglio
Svizzera
3 ore
Stranieri di terza generazione, no a naturalizzazione agevolata
Prematura una revisione della procedura: la Commissione delle istituzioni politiche degli Stati raccomanda di respingere l’iniziativa parlamentare
Svizzera
4 ore
Catena della solidarietà, 154 milioni di ‘anelli’ nel 2022
L’anno appena concluso è stato il secondo in assoluto per la somma complessiva raccolta: solo nel 2004 le donazioni erano state superiori
Svizzera
4 ore
WhatsApp, Migros e Google sono i marchi più popolari in Svizzera
Il sondaggio in base all’indicatore Brand Indicator Switzerland è fondato su criteri come la rilevanza e l’emozionalità
Svizzera
4 ore
L’estate dei record fa segnare anche l’anno record per infortuni
L’assenza di limitazioni legate al coronavirus e le condizioni climatiche favorevoli fanno lievitare gli incidenti durante il tempo libero: +14%
Svizzera
5 ore
Escursionista con racchette cade e muore
Dopo un giorno di ricerche, il corpo senza vita dell’uomo, un 38enne, è stato rinvenuto in una buca carsica di Selun, nel Canton San Gallo
Svizzera
6 ore
Si schianta contro un sottopassaggio: morto
L’uomo, di mezza età, è deceduto sul posto dopo aver centrato un muro a Sirnach, nel Canton Turgovia
Svizzera
6 ore
Ignoti appiccano fuoco in una scuola elementare
Seri danni allo stabile di Brunnmatt, nella parte su della città di Basilea. Nessuno è rimasto ferito
© Regiopress, All rights reserved