laRegione
04.12.22 - 08:10
Aggiornamento: 19:31

Nella foresta di Welschenrohr ci sono anche i bisonti europei

È articolato sulla durata di dieci anni il progetto che mira alla reintroduzione dell’animale nel Giura solettese

Ats, a cura di Red.Web
nella-foresta-di-welschenrohr-ci-sono-anche-i-bisonti-europei
Keystone
Prove di convivenza

Sono cinque i bisonti europei che, nell’ambito di un progetto che mira a reintrodurre questo animale selvatico in Svizzera, vivono in una foresta e in un prato a Welschenrohr (So). Il loro recinto misura 50 ettari e sarà aumentato a 100 ettari in due anni.

L’associazione Wisent Thal, alla base del tentativo di reintrodurre il bisonte nel Giura di Soletta (un progetto simile è in corso a Suchy, nel canton Vaud), a metà settembre ha trasferito i cinque animali dal parco naturale di Zurigo-Langenberg a Welschenrohr. Si tratta di un maschio di tre anni, tre femmine di età compresa tra i tre e i cinque anni e un vitello nato quest’anno.

Libertà dopo 10 anni, forse

Inizialmente, la mandria pilota rimarrà per due anni in un recinto di 50 ettari per acclimatarsi. Il recinto sarà poi ampliato a 100 ettari per i prossimi tre anni, precisa l’azienda Debrunner Acifer, che ha partecipato alla progettazione della speciale recinzione di 4 km.

Se i bisonti non causeranno troppi danni e saranno accettati dalla popolazione, il recinto verrà rimosso. La mandria trascorrerà poi altri cinque anni nelle vicine foreste della catena montuosa del Giura, sotto supervisione e guida. Il loro spazio potrebbe quindi raggiungere almeno 7 km quadrati. Solo allora – al termine di questo processo di 10 anni, monitorato scientificamente – gli animali potranno essere rilasciati in natura in piena libertà.

Nel Nord del Vaud per tre anni

Tre anni fa, un progetto simile era stato avviato in una foresta di Suchy, nel Nord del canton Vaud. Da allora la mandria è passata da cinque a sette bisonti grazie a due nascite. Gli animali erano arrivati dalla Polonia. Attualmente si trovano in un nuovo recinto di 41 ettari, in modo che la vegetazione del primo recinto possa rigenerarsi.

La foresta di Suchy ospita la prima unità svizzera di conservazione genetica della specie. Il bisonte europeo è quasi scomparso all’inizio del XX secolo. Grazie agli sforzi di conservazione compiuti a partire dagli anni ’20, circa 6’000 esemplari vivono oggi allo stato selvatico o semi-selvatico.

Sotto l’egida dell’Unione internazionale per la conservazione della Natura e dell’Ebsg, esistono unità simili in Spagna, Francia e Svezia, tra le altre. Tuttavia, sono più numerosi in Polonia e Bielorussia.

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Svizzera
Svizzera
2 ore
Addio carta: il Canton Berna si dà al digitale
Dal primo marzo le autorità comunicheranno, salvo rare eccezioni, unicamente attraverso i mezzi elettronici
Svizzera
5 ore
Ringier istituisce gruppo di lavoro su missione giornalistica
Alla ‘task force’ il compito di sviluppare una dichiarazione che i caporedattori saranno chiamati a dover rispettare
Svizzera
6 ore
Marco Chiesa sollecita la congiunzione delle liste con il Plr
Per il presidente dll’Udc è l’unico modo per evitare l’avanzata della sinistra. Che non risparmia di critiche
Svizzera
8 ore
I Verdi puntano a diventare la terza forza politica del Paese
Dall’assemblea di Ginevra, il presidente Balthasar Glättli non lesina critiche all’indirizzo dell’Udc e della sua posizione in materia energetica
Svizzera
8 ore
Sale la tensione con la Cina? Le Pmi svizzere delocalizzano
A causa della delicata situazione, le aziende battenti bandiera rossocrociata si orientano su piazze produttive in Vietnam, Thailandia e India
Svizzera
10 ore
L’Udc pronta a dar battaglia a ‘cultura woke’ e immigrazione
Adunata dei delegati a Bülach per lanciare l’anno elettorale 2023. Piatto forte dell’assemblea discussioni sul genere e approvvigionamento energetico
Svizzera
1 gior
Sarebbe riuscita l’iniziativa per la responsabilità ambientale
I Giovani Verdi annunciano di aver raccolto oltre 100mila firme. Il concetto di ‘limite naturale’ al centro della proposta di modifica costituzionale.
Svizzera
1 gior
Giornalista scopre monumento nazista nel cimitero di Coira
Ha fatto parte del culto dell’eroe con cui Hitler ha giustificato la guerra, scrive la Srf. Le autorità non ne erano a conoscenza.
Svizzera
1 gior
Nel programma Udc la lotta agli uffici per la parità di genere
Anticipate le linee guida per le Federali: ‘Preoccupazione’ per gli asterischi nei testi, niente soldi alle istituzioni che sostengono ‘ideologie’
Svizzera
1 gior
Prodotti bio troppo cari: bocciata la proposta di Mister prezzi
Stefan Meierhans ha proposto ai rivenditori una ‘soluzione amichevole’, subito però rispedita al mittente
© Regiopress, All rights reserved