laRegione
partito socialista
07.10.22 - 19:09
Aggiornamento: 20:57

Paul Rechsteiner lascia il Parlamento dopo 36 anni

Gli inizi a San Gallo e l’elezione a Berna, prima al Consiglio nazionale, dal 1986 al 2011, e poi al Consiglio degli Stati

Ats, a cura di Red.Svizzera
paul-rechsteiner-lascia-il-parlamento-dopo-36-anni
Rechsteiner in Parlamento (Keystone)

Dopo 36 anni di permanenza nel Parlamento federale, il consigliere agli Stati socialista Paul Rechsteiner (Sg) si dimetterà a dicembre. Lo ha annunciato in un’intervista al "St. Galler Tagblatt".

"Penso che ora sia il momento", ha dichiarato il sangallese, che porterà a termine la sessione invernale. Per quanto riguarda la tempistica delle sue dimissioni, Rechsteiner ha spiegato di averla scelta deliberatamente in modo che ci fosse un’elezione suppletiva separata nel cantone prima delle elezioni federali dell’autunno 2023.

A suo avviso, la rappresentanza sangallese al Consiglio degli Stati – con un socialista e un rappresentante dell’Alleanza del Centro – ha dato prova di funzionare e beneficia di un ampio sostegno. Secondo Rechsteiner l’elezione con il sistema uninominale permetterebbe agli aventi diritto di continuare a votare per una persona con forti legami economici e una con una sensibilità sociale.

"Con Paul Rechsteiner si dimette un parlamentare e sindacalista socialista particolarmente esperto, influente e di successo. Grazie, caro Paul, per il tuo immenso impegno per una maggiore giustizia sociale e solidarietà nella nostra società", ha reagito il Ps svizzero sui social network.


Rechsteiner in uno scatto del 2001 (Keystone)

La carriera

Paul Rechsteiner ha iniziato la sua carriera politica nel 1977 nel parlamento della città di San Gallo e dal 1984 al 1986 ha rappresentato il Ps in Gran Consiglio. Poi è stato eletto a Berna, prima in Consiglio nazionale, dove è rimasto dal 1986 al 2011, e da allora al Consiglio degli Stati.

Il sangallese ha studiato legge a Friburgo e ha lavorato come avvocato indipendente dal 1980. Nel 1998 è stato eletto alla presidenza dell’Unione sindacale svizzera (Uss), carica che ha ricoperto per 20 anni.

In Consiglio nazionale si è concentrato in particolare sui temi della sicurezza sociale, agli Stati ha difeso gli interessi del suo cantone insieme alla futura consigliera federale Karin Keller-Sutter (Plr). Insieme, hanno ottenuto, tra l’altro, l’estensione della rete ferroviaria nella valle del Reno.

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Svizzera
consiglio degli stati
27 min
Sicurezza stradale: ‘Aderire al registro europeo’
‘Entrare nell’Erru’, il sistema elettronico che consente lo scambio di informazioni sulle imprese di trasporto per il rispetto delle norme stradali
Svizzera
3 ore
Il Nazionale vuole introdurre il reato di cyberbullismo
Approvata un’iniziativa parlamentare che modifica il codice penale dato che le protezioni legali attuali non sono sufficienti a proteggere le vittime
Svizzera
7 ore
Verso il condono edilizio dopo 30 anni per i rustici fuori zona
La mozione approvata da entrambe le Camere riguarda, per il Ticino, circa 2’000 costruzioni illegali secondo i numeri forniti dal ‘senatore’ Marco Chiesa
Svizzera
7 ore
Imposta minima Ocse, 75% del gettito va ai Cantoni
Alla Confederazione il restante 25%. Lo ha deciso oggi il Nazionale allineandosi così agli Stati.
Svizzera
13 ore
‘Una dinamica che si esaurisce? Io non sono ancora stanca!’
Governo a maggioranza latina, Giura, agricoltura, socialità: a colloquio con la ‘senatrice’ Elisabeth Baume-Schneider, candidata al Consiglio federale
cyberpornografia
21 ore
Pedofilia: maxiretata nel Canton Vaud con 96 persone fermate
Centoventi casi analizzati. Due persone in carcere, tra coloro che hanno scaricato i file il 15% sono minorenni
Svizzera
22 ore
‘Solo Sì vuol dire sì’, al Nazionale passa la modifica di legge
Approvato l’inserimento nel Codice penale del principio che qualifica come aggressione sessuale il rapporto senza il consenso esplicito
Svizzera
23 ore
Preventivo 2023, gli Stati più generosi con l’Ucraina
Aumentati i mezzi per la ricostruzione. Più soldi anche per proteggere le greggi dai lupi e per la ricerca scientifica, meno per test Covid e vaccini
Svizzera
1 gior
Credit Suisse: Bin Salman valuta un investimento da 500 milioni
La banca elvetica corre alla Borsa di Zurigo sulle ipotesi che il principe ereditario dell’Arabia Saudita possa prendere parte al progetto di rilancio
Svizzera
1 gior
‘Non ubbidisco ciecamente alla dottrina del partito’
Hans-Ueli Vogt è il candidato outsider alla poltrona di Ueli Maurer. Dice di avere ‘molteplici sfaccettature’ e di aderire appieno ai valori dell’Udc.
© Regiopress, All rights reserved