laRegione
06.10.22 - 11:03
Aggiornamento: 15:31

Covid, da lunedì quarta dose in tutta la Svizzera

Come a livello cantonale, la vaccinazione è consigliata soprattutto alle persone a rischio sopra i 65 anni e al personale sanitario

Ats, a cura di Red.Web
covid-da-lunedi-quarta-dose-in-tutta-la-svizzera
Ti-Press
Con l’aumento dei casi torna l’invito a vaccinarsi

Non solo in Ticino: da lunedì la popolazione avrà la possibilità di ricevere una dose di richiamo per proteggersi dal coronavirus in tutta la Svizzera. Lo comunica oggi l’Ufficio federale della sanità pubblica (Ufsp), spiegando che la vaccinazione è consigliata soprattutto per il personale sanitario e le persone a rischio sopra i 65 anni.

I costi della vaccinazione, efficace anche contro la variante omicron del coronavirus, verranno assunti dalla Confederazione, spiega l’Ufsp, specificando che il compito per la somministrazione spetterà ai cantoni.

Oltre ai gruppi a rischio e al personale sanitario, l’Ufsp consiglia a tutte le persone sopra i 16 anni di farsi immunizzare. Per queste persone, spiega la nota, può rivelarsi opportuna una vaccinazione di richiamo, dopo una valutazione e decisione individuali, allo scopo di ridurre il rischio di infezione o di un decorso grave (raro). Tuttavia, a differenza di quanto avveniva all’inizio della pandemia, nell’autunno 2022 il pericolo di ammalarsi gravemente per le persone senza fattori di rischio è basso.

Nella situazione attuale, ai bambini e agli adolescenti di età compresa tra i 5 e i 15 anni non è raccomandata la vaccinazione di richiamo poiché in questa fascia della popolazione il rischio di un decorso grave della malattia è molto basso.

Infezioni in aumento

Al momento si assiste a una recrudescenza delle infezioni come anche dei test positivi al virus, un’evoluzione che si riscontra anche nelle analisi delle acque reflue. L’Ufsp prevede quindi un incremento dei casi; al momento, il numero di persone ricoverate nei reparti di cure intense e i decessi rimangono a un livello molto basso.

La raccomandazione di vaccinazione si rivolge in primo luogo alle persone particolarmente a rischio, ossia a coloro che hanno dai 65 anni in su e a chi presenta un elevato rischio di malattia individuale, per esempio in seguito a una determinata malattia preesistente o a una gravidanza. Questi gruppi di persone sono i più esposti al rischio di ammalarsi gravemente. La vaccinazione di richiamo offre loro almeno temporaneamente una migliore protezione individuale da un decorso grave della malattia.

I vaccini disponibili

Per la vaccinazione di richiamo si raccomanda, in linea di massima, di impiegare un vaccino a mRNA di Moderna o di Pfizer/BioNTech oppure il vaccino a base proteica di Novavax. Per la fase iniziale della campagna di vaccinazione sono disponibili, oltre ai vaccini impiegati finora, sufficienti quantità del vaccino a mRNA bivalente di Moderna che, oltre a essere efficace contro la variante originale, è adattato anche alla sottovariante Omicron Ba.1. Sia i vaccini monovalenti utilizzati finora sia quelli bivalenti adattati proteggono dai decorsi gravi della malattia.

Oltre alla vaccinazione, anche il comportamento individuale è importante per proteggere sé stessi e gli altri. Negli spazi chiusi in cui si riuniscono molte persone è opportuno portare una mascherina, ventilare regolarmente, tossire e starnutire nella piega del gomito nonché lavarsi le mani in modo accurato e regolare per contribuire a ridurre i contagi.

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Svizzera
Svizzera
3 ore
Il Nazionale vuole introdurre il reato di cyberbullismo
Approvata un’iniziativa parlamentare che modifica il codice penale dato che le protezioni legali attuali non sono sufficienti a proteggere le vittime
Svizzera
6 ore
Verso il condono edilizio dopo 30 anni per i rustici fuori zona
La mozione approvata da entrambe le Camere riguarda, per il Ticino, circa 2’000 costruzioni illegali secondo i numeri forniti dal ‘senatore’ Marco Chiesa
Svizzera
6 ore
Imposta minima Ocse, 75% del gettito va ai Cantoni
Alla Confederazione il restante 25%. Lo ha deciso oggi il Nazionale allineandosi così agli Stati.
Svizzera
12 ore
‘Una dinamica che si esaurisce? Io non sono ancora stanca!’
Governo a maggioranza latina, Giura, agricoltura, socialità: a colloquio con la ‘senatrice’ Elisabeth Baume-Schneider, candidata al Consiglio federale
cyberpornografia
21 ore
Pedofilia: maxiretata nel Canton Vaud con 96 persone fermate
Centoventi casi analizzati. Due persone in carcere, tra coloro che hanno scaricato i file il 15% sono minorenni
Svizzera
22 ore
‘Solo Sì vuol dire sì’, al Nazionale passa la modifica di legge
Approvato l’inserimento nel Codice penale del principio che qualifica come aggressione sessuale il rapporto senza il consenso esplicito
Svizzera
22 ore
Preventivo 2023, gli Stati più generosi con l’Ucraina
Aumentati i mezzi per la ricostruzione. Più soldi anche per proteggere le greggi dai lupi e per la ricerca scientifica, meno per test Covid e vaccini
Svizzera
1 gior
Credit Suisse: Bin Salman valuta un investimento da 500 milioni
La banca elvetica corre alla Borsa di Zurigo sulle ipotesi che il principe ereditario dell’Arabia Saudita possa prendere parte al progetto di rilancio
Svizzera
1 gior
‘Non ubbidisco ciecamente alla dottrina del partito’
Hans-Ueli Vogt è il candidato outsider alla poltrona di Ueli Maurer. Dice di avere ‘molteplici sfaccettature’ e di aderire appieno ai valori dell’Udc.
Svizzera
1 gior
Sedici scodinzolanti neonati per la Fondazione Barry
Doppio lieto evento a fine novembre a Martigny. E a gennaio è prevista un’altra cucciolata di cani San Bernardo
© Regiopress, All rights reserved