laRegione
03.10.22 - 19:57
Aggiornamento: 22:20

Traffico sulla A13 e la A28, niente ‘bacchetta magica’

Il problema del traffico turistico di aggiramento sulle due arterie grigionesi impone una strategia sovracantonale

Ats, a cura di Red.Web
traffico-sulla-a13-e-la-a28-niente-bacchetta-magica
Keystone
Non succede solo tra Airolo e Göschenen

Non è stata ancora trovata alcuna ‘soluzione magica’ per risolvere il problema del traffico turistico di aggiramento lungo la A13 e la A28 nei Grigioni. Una tavola rotonda ha riunito questo pomeriggio rappresentanti di Confederazione, Cantone, regione e comuni interessati. Dall’incontro è scaturito che le misure finora approntate devono essere migliorate.

Quest’anno, nei giorni festivi e nei fine settimana estivi con maggiore traffico, nell’ambito di un test pilota, le autorità retiche hanno limitato l’attraversamento dei comuni di Bonaduz e Rhäzüns ai residenti e al servizio a domicilio nonché al trasporto pubblico. L’obiettivo era sgravare le località dal traffico di aggiramento e mantenere liberi i centri dei paesi. Le prime esperienze hanno tuttavia mostrato che le misure adottate hanno funzionato "solo in parte", indica il canton Grigioni in una nota.

La segnaletica non basta

La mera segnaletica relativa alla chiusura dell’attraversamento delle località, non accompagnata da alcuna misura aggiuntiva, non basta e non ha portato ad alcun alleggerimento sensibile, sottolineano le autorità.

Solo quando, oltre alla segnaletica, le uscite sono presidiate da personale sufficiente che convoglia il traffico nuovamente sulla strada nazionale, si è registrato un volume di circolazione inferiore. Questi provvedimenti sono tuttavia onerosi in termini di personale e comportano un ulteriore allungamento della colonna in autostrada con un aumento dei Comuni interessati dal traffico di aggiramento, si precisa ancora nel comunicato.

Ogni misura attuata comporta infatti nuove conseguenze. Tutti gli attori coinvolti desiderano evitare un semplice spostamento del problema. Insomma, dalla seconda tavola rotonda a cui hanno partecipato anche rappresentanti del canton San Gallo, è emerso che la soluzione globale auspicata richiese un’ottica sovracantonale.

Nonostante siano stati compiuti i primi passi nella giusta direzione, ulteriori provvedimenti dovranno esser presi in esame al fine di sgravare le regioni e i Comuni interessati anche a medio e lungo termine. Saranno, infine, elaborate ulteriori misure con riferimento all’inverno pilota 2022/23.

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Svizzera
consiglio degli stati
6 min
Sicurezza stradale: ‘Aderire al registro europeo’
‘Entrare nell’Erru’, il sistema elettronico che consente lo scambio di informazioni sulle imprese di trasporto per il rispetto delle norme stradali
Svizzera
3 ore
Il Nazionale vuole introdurre il reato di cyberbullismo
Approvata un’iniziativa parlamentare che modifica il codice penale dato che le protezioni legali attuali non sono sufficienti a proteggere le vittime
Svizzera
6 ore
Verso il condono edilizio dopo 30 anni per i rustici fuori zona
La mozione approvata da entrambe le Camere riguarda, per il Ticino, circa 2’000 costruzioni illegali secondo i numeri forniti dal ‘senatore’ Marco Chiesa
Svizzera
6 ore
Imposta minima Ocse, 75% del gettito va ai Cantoni
Alla Confederazione il restante 25%. Lo ha deciso oggi il Nazionale allineandosi così agli Stati.
Svizzera
13 ore
‘Una dinamica che si esaurisce? Io non sono ancora stanca!’
Governo a maggioranza latina, Giura, agricoltura, socialità: a colloquio con la ‘senatrice’ Elisabeth Baume-Schneider, candidata al Consiglio federale
cyberpornografia
21 ore
Pedofilia: maxiretata nel Canton Vaud con 96 persone fermate
Centoventi casi analizzati. Due persone in carcere, tra coloro che hanno scaricato i file il 15% sono minorenni
Svizzera
22 ore
‘Solo Sì vuol dire sì’, al Nazionale passa la modifica di legge
Approvato l’inserimento nel Codice penale del principio che qualifica come aggressione sessuale il rapporto senza il consenso esplicito
Svizzera
22 ore
Preventivo 2023, gli Stati più generosi con l’Ucraina
Aumentati i mezzi per la ricostruzione. Più soldi anche per proteggere le greggi dai lupi e per la ricerca scientifica, meno per test Covid e vaccini
Svizzera
1 gior
Credit Suisse: Bin Salman valuta un investimento da 500 milioni
La banca elvetica corre alla Borsa di Zurigo sulle ipotesi che il principe ereditario dell’Arabia Saudita possa prendere parte al progetto di rilancio
Svizzera
1 gior
‘Non ubbidisco ciecamente alla dottrina del partito’
Hans-Ueli Vogt è il candidato outsider alla poltrona di Ueli Maurer. Dice di avere ‘molteplici sfaccettature’ e di aderire appieno ai valori dell’Udc.
© Regiopress, All rights reserved