laRegione
03.10.22 - 17:49
Aggiornamento: 18:40

Cresce il numero di persone con livello d’istruzione terziario

Tra i 25-34enni nell’arco di vent’anni la quota è raddoppiata: nel 2021 uno su due aveva conseguito un diploma corrispondente

Ats, a cura di Red.Web
cresce-il-numero-di-persone-con-livello-d-istruzione-terziario
Keystone
Il ‘Poli’ di Zurigo

In Svizzera, nell’arco di 20 anni, il numero di 25-34enni che hanno seguito un’istruzione di livello terziario (università, politecnico federale o scuola universitaria professionale) è raddoppiato. Nel 2021, in questa fascia d’età, una persona su due aveva ottenuto un diploma corrispondente.

È quanto emerge da uno studio pubblicato dall’Organizzazione per la cooperazione e lo sviluppo economico (Ocse), secondo il quale, nella Confederazione, il numero di persone tra i 25 e i 34 anni con un diploma di livello d’istruzione terziario è passato dal 26% del 2000 al 52% del 2021.

A livello globale, nei 38 Paesi dell’Ocse e nei sette Stati partner presi in considerazione, l’evoluzione è stata simile pur con qualche sfumatura: si è passati infatti dal 27% del 2000 al 48% del 2021.

Il 57% con diploma terziario sono donne

Stando allo studio, questo sviluppo è stato particolarmente pronunciato tra le donne. Nel 2021, in Svizzera, il 57% dei 25-34enni che hanno conseguito un diploma di grado terziario erano donne. In tutti i Paesi esaminati, questa percentuale è del 55%.

Le donne non solo avevano mediamente un’istruzione migliore, ma avevano completato gli studi in meno tempo degli uomini. Questi ultimi hanno una probabilità di ultimare la formazione di livello terziario, nei Paesi considerati, entro la durata normale degli studi di 11 punti percentuali inferiore rispetto alle donne.

Più elevata la formazione, più alti i salari

"Un’istruzione di grado terziario dà notevoli vantaggi ai giovani e alle giovani sul mercato del lavoro", scrivono gli autori dello studio. Basti pensare che in Svizzera, nel 2020, l’88% delle persone con un diploma terziario guadagnava di più di quelle con un diploma di livello secondario II (licei e scuole professionali).

Ma dallo studio emergono anche differenze sostanziali tra i vari diplomati con istruzione terziaria: la quota delle persone occupate con studi in ambito ingegneristico, nel settore dell’industria manifatturiera e nel campo edile era la più elevata, mentre i dentisti e i medici potevano vantare gli stipendi più alti.

Svizzera a corto di borse di studio

La Svizzera, invece, fa meno bella figura per quanto riguarda le prestazioni di sostegno agli studenti di grado terziario. Stando sempre allo studio, nella Confederazione soltanto meno di un quarto delle persone ha ricevuto un prestito, una borsa di studio o altre sovvenzioni.

Inoltre, in Svizzera, quasi tutti i centri di formazione terziaria sono sostenuti dallo Stato, ovvero il 93% rispetto all’82% della media dei 45 Paesi presi in considerazione. Non sorprende quindi che gli aiuti pubblici siano meno elevati rispetto a quelli di privati o indipendenti.

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Svizzera
consiglio degli stati
50 min
Sicurezza stradale: ‘Aderire al registro europeo’
‘Entrare nell’Erru’, il sistema elettronico che consente lo scambio di informazioni sulle imprese di trasporto per il rispetto delle norme stradali
Svizzera
3 ore
Il Nazionale vuole introdurre il reato di cyberbullismo
Approvata un’iniziativa parlamentare che modifica il codice penale dato che le protezioni legali attuali non sono sufficienti a proteggere le vittime
Svizzera
7 ore
Verso il condono edilizio dopo 30 anni per i rustici fuori zona
La mozione approvata da entrambe le Camere riguarda, per il Ticino, circa 2’000 costruzioni illegali secondo i numeri forniti dal ‘senatore’ Marco Chiesa
Svizzera
7 ore
Imposta minima Ocse, 75% del gettito va ai Cantoni
Alla Confederazione il restante 25%. Lo ha deciso oggi il Nazionale allineandosi così agli Stati.
Svizzera
13 ore
‘Una dinamica che si esaurisce? Io non sono ancora stanca!’
Governo a maggioranza latina, Giura, agricoltura, socialità: a colloquio con la ‘senatrice’ Elisabeth Baume-Schneider, candidata al Consiglio federale
cyberpornografia
22 ore
Pedofilia: maxiretata nel Canton Vaud con 96 persone fermate
Centoventi casi analizzati. Due persone in carcere, tra coloro che hanno scaricato i file il 15% sono minorenni
Svizzera
23 ore
‘Solo Sì vuol dire sì’, al Nazionale passa la modifica di legge
Approvato l’inserimento nel Codice penale del principio che qualifica come aggressione sessuale il rapporto senza il consenso esplicito
Svizzera
23 ore
Preventivo 2023, gli Stati più generosi con l’Ucraina
Aumentati i mezzi per la ricostruzione. Più soldi anche per proteggere le greggi dai lupi e per la ricerca scientifica, meno per test Covid e vaccini
Svizzera
1 gior
Credit Suisse: Bin Salman valuta un investimento da 500 milioni
La banca elvetica corre alla Borsa di Zurigo sulle ipotesi che il principe ereditario dell’Arabia Saudita possa prendere parte al progetto di rilancio
Svizzera
1 gior
‘Non ubbidisco ciecamente alla dottrina del partito’
Hans-Ueli Vogt è il candidato outsider alla poltrona di Ueli Maurer. Dice di avere ‘molteplici sfaccettature’ e di aderire appieno ai valori dell’Udc.
© Regiopress, All rights reserved