laRegione
02.10.22 - 13:22
Aggiornamento: 15:27

‘Il riscaldamento a 19 gradi? Non s’ha da fare’

A dirlo è il settore immobiliare che critica la raccomandazione del Consiglio federale, poiché una casa troppo fredda è considerata ‘un difetto’

Ats, a cura di Red.Web
il-riscaldamento-a-19-gradi-non-s-ha-da-fare
Keystone

Gli appartamenti con riscaldamento a gas – in caso di carenza di quest’ultimo – dovrebbero essere riscaldati a un massimo di 19 gradi, suggerisce il Consiglio federale. Tale regolamento non è al momento attuabile, critica il settore immobiliare. Inoltre, i proprietari potrebbero essere obbligati a concedere riduzioni di affitto.

Secondo il Codice delle obbligazioni, un appartamento troppo freddo è considerato un "difetto", così come lo sono, ad esempio, le pareti macchiate, il guasto dell’ascensore al quarto piano o i rumori di costruzione nell’appartamento sovrastante. In questi casi, gli inquilini possono chiedere una riduzione dell’affitto, ricorda la SonntagsZeitung. L’importo di tale riduzione è lasciato alla discrezione del tribunale. Secondo il foglio informativo dell’associazione degli inquilini, ad esempio, con una temperatura ambiente tra i 16 e i 18 gradi ci si può aspettare una riduzione dell’affitto di circa il 20%.

Il governo federale rinvia ai tribunali

In teoria potrebbe esserci un problema anche con la regola dei 19 gradi per i locali interni riscaldati a gas o da una rete di teleriscaldamento a gas, posta in consultazione dal Consiglio federale. Ma nelle sue osservazioni sulla bozza di ordinanza messa in consultazione, il Consiglio federale lascia la parola ai tribunali. "Solo i tribunali competenti in materia di locazione potrebbero fare chiarezza", scrive.

La Confederazione ritiene che il margine di manovra giuridico per una tale misura, che sarebbe temporanea, sia di gran lunga sufficiente. Nel suo commento, sottolinea che temperature tra i 20 e i 22 gradi Celsius sono normali in ambienti chiusi. Un abbassamento della temperatura di circa tre gradi, limitato nel tempo, dovrebbe "essere ancora considerato ammissibile nella pratica del diritto di locazione svizzero".

Richieste direttive concrete

Nella sua presa di posizione online del 20 settembre, l’Associazione svizzera dell’economia immobiliare (Svit) critica il fatto che il Consiglio federale lasci la questione ai tribunali. La situazione iniziale rimane poco chiara al punto che i proprietari potrebbero essere minacciati di azioni legali per riduzioni di affitto. Svit nella sua presa di posizione si aspetta che il Consiglio federale "faccia chiarezza su questo punto e che definisca le temperature in questione come conformi al diritto di locazione per la durata dell’applicazione dell’ordinanza".

L’associazione critica anche il fatto che la regola dei 19 gradi non sarebbe attuabile. La temperatura è più bassa vicino al pavimento rispetto a sotto il soffitto, e diversa in bagno rispetto alla camera da letto, ha dichiarato il direttore di SVIT Marcel Hug alla "SonntagsZeitung". Nella sua risposta alla procedura di consultazione, l’associazione aveva quindi chiesto che la Confederazione definisca direttive concrete per la misurazione della temperatura ambiente – "cioè con quale metodo o apparecchiatura, a quale altezza, per quanto tempo, in quali stanze e da chi".

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Svizzera
Svizzera
2 ore
Il Nazionale vuole introdurre il reato di cyberbullismo
Approvata un’iniziativa parlamentare che modifica il codice penale dato che le protezioni legali attuali non sono sufficienti a proteggere le vittime
Svizzera
5 ore
Verso il condono edilizio dopo 30 anni per i rustici fuori zona
La mozione approvata da entrambe le Camere riguarda, per il Ticino, circa 2’000 costruzioni illegali secondo i numeri forniti dal ‘senatore’ Marco Chiesa
Svizzera
5 ore
Imposta minima Ocse, 75% del gettito va ai Cantoni
Alla Confederazione il restante 25%. Lo ha deciso oggi il Nazionale allineandosi così agli Stati.
Svizzera
12 ore
‘Una dinamica che si esaurisce? Io non sono ancora stanca!’
Governo a maggioranza latina, Giura, agricoltura, socialità: a colloquio con la ‘senatrice’ Elisabeth Baume-Schneider, candidata al Consiglio federale
cyberpornografia
20 ore
Pedofilia: maxiretata nel Canton Vaud con 96 persone fermate
Centoventi casi analizzati. Due persone in carcere, tra coloro che hanno scaricato i file il 15% sono minorenni
Svizzera
21 ore
‘Solo Sì vuol dire sì’, al Nazionale passa la modifica di legge
Approvato l’inserimento nel Codice penale del principio che qualifica come aggressione sessuale il rapporto senza il consenso esplicito
Svizzera
21 ore
Preventivo 2023, gli Stati più generosi con l’Ucraina
Aumentati i mezzi per la ricostruzione. Più soldi anche per proteggere le greggi dai lupi e per la ricerca scientifica, meno per test Covid e vaccini
Svizzera
23 ore
Credit Suisse: Bin Salman valuta un investimento da 500 milioni
La banca elvetica corre alla Borsa di Zurigo sulle ipotesi che il principe ereditario dell’Arabia Saudita possa prendere parte al progetto di rilancio
Svizzera
1 gior
‘Non ubbidisco ciecamente alla dottrina del partito’
Hans-Ueli Vogt è il candidato outsider alla poltrona di Ueli Maurer. Dice di avere ‘molteplici sfaccettature’ e di aderire appieno ai valori dell’Udc.
Svizzera
1 gior
Sedici scodinzolanti neonati per la Fondazione Barry
Doppio lieto evento a fine novembre a Martigny. E a gennaio è prevista un’altra cucciolata di cani San Bernardo
© Regiopress, All rights reserved