laRegione
30.09.22 - 14:23

Minacce nucleari, improbabili o meno a Berna ci si premunisce

Definite dal Dipartimento della difesa l’organizzazione e le competenze in caso di grave crisi atomica

Ats, a cura di Red.Web
minacce-nucleari-improbabili-o-meno-a-berna-ci-si-premunisce

Le minacce nucleari proferite da Vladimir Putin in relazione alla guerra in Ucraina non lasciano indifferente il Consiglio federale: in caso di minaccia o impiego di armi atomiche, verrà attivato lo Stato maggiore di condotta strategica della Confederazione (Smcsc) allo scopo di garantire una reazione rapida ed efficace. Responsabile per l’impiego sarà il Dipartimento federale della difesa, della protezione della popolazione e dello sport (Ddps), spiega una nota governativa odierna. I compiti dell’Smcsc comprendono l’analisi costante della situazione, in modo da poter attuare tempestivamente le misure necessarie, nonché il coordinamento della pianificazione degli impieghi a breve, medio e lungo termine, in stretta collaborazione con gli organi competenti.

Nella sua attuale valutazione della situazione, il Ddps crede improbabile che, in relazione con la guerra in Ucraina, la Russia impieghi armi nucleari o che sia provocato deliberatamente un incidente nucleare. Se un evento nucleare dovesse comunque verificarsi in Ucraina, ciò rappresenterebbe una crisi di grande portata e complessità nonché di particolare urgenza in termini di tempo. Per garantire una reazione rapida ed efficace, il Consiglio federale definisce l’organizzazione di crisi e i relativi organi competenti.

Il governo ha quindi autorizzato il Ddps a impiegare lo Stato maggiore federale Protezione della popolazione (Smfp) quale Stato maggiore di condotta strategica della Confederazione, nel caso in cui si verificasse un evento nucleare oppure che un tale evento si profilasse.

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Svizzera
Svizzera
6 ore
Edifici non residenziali, c’è l’obbligo di pannelli solari
La misura, che si applica da ora e fino al 2032, interessa tutti gli stabili (anche quelli esistenti) a partire da una superficie di 300 m²
Svizzera
7 ore
Su lemievaccinazioni.ch un controllo troppo superficiale
Le commissioni della gestione dei due rami del parlamento bacchettano l’Ufficio federale della sanità pubblica
Svizzera
9 ore
Per i media con il ‘non sapevo’ Berset gioca il tutto per tutto
La smentita circa la consapevolezza della fuga di notizie desta perplessità in buona parte della stampa svizzera
Svizzera
11 ore
In Svizzera si alleva sempre più pollame
Il fenomeno è in atto da decenni. Aumentano anche le colture di avena anche se restano marginali sul totale
Svizzera
13 ore
Quasi uno svizzero su cinque ha due passaporti
Nel 2021 il 19% dei cittadini residenti dai 15 anni di età in su avevano una doppia cittadinanza: la maggioranza, quasi un quarto, sono gli italo-svizzeri
Svizzera
1 gior
In aumento i casi di maltrattamento di minori
Nel 2022 il gruppo di protezione dei bambini e servizio di consulenza per le vittime dell’Ospedale pediatrico di Zurigo ha censito 657 casi
Svizzera
1 gior
Berset ribadisce: non sapevo nulla delle indiscrezioni
Il portavoce del Governo Simonazzi chiarisce che dopo la discussione il ‘Consiglio federale ha ritrovato la fiducia e andrà avanti a lavorare come sempre’
Svizzera
1 gior
Infermieri, verso più formazione e condizioni di lavoro migliori
Il Consiglio federale intende rafforzare il settore: fra le proposte, anche più personale formato e fatturazione diretta di alcune prestazioni
Svizzera
1 gior
Il tennis in banca? ‘No e ancora no’: condanne confermate
Il Tribunale federale conferma la sanzione per i dodici attivisti che nel 2018 avevano occupato la sede losannese di una banca travestiti da Federer
Svizzera
1 gior
Mancano i medici? Governo favorevole a deroghe
Ma solo a precise condizioni e unicamente per medicina generale, pediatria, psichiatria nonché psicoterapia dell’infanzia e dell’adolescenza
© Regiopress, All rights reserved