laRegione
28.09.22 - 10:25
Aggiornamento: 17:19

I ghiacciai svizzeri non si sono mai sciolti così tanto

A pesare è soprattutto lo scarso innevamento che ha fatto mancare lo strato protettivo contro le alte temperature dell’estate appena trascorsa

Ats, a cura di Red.Web
i-ghiacciai-svizzeri-non-si-sono-mai-sciolti-cosi-tanto
Keystone

I ghiacciai svizzeri non si erano mai sciolti tanto come questa estate. Oltre il 6% del volume totale è andato perso nell’anno in corso. Le cause sono da ricercare nella poca neve caduta in inverno e nelle forti ondate di calore estive. Lo scioglimento ha superato largamente quello del precedente record, risalente all’estate canicolare del 2003, si legge in un rapporto pubblicato oggi dall’Accademia svizzera delle scienze naturali (Scnat). I ghiacciai hanno perso circa tre chilometri cubi di ghiaccio, equivalente al 6%. Quando si raggiunge il 2% gli esperti parlano già di situazione "estrema".

Sono in particolare i ghiacciai più piccoli a subire le conseguenze maggiori: il Pizol (SG), il Vadret dal Corvatsch (GR) e lo Schwarbachfirn (UR) sono quasi scomparsi. In Engadina e nel Vallese meridionale, uno strato di ghiaccio fra 4 e 6 metri di spessore è sparito a una quota di 3’000 metri. In alcuni casi si tratta del doppio dei massimi registrati fino ad ora. Perdite significative si sono registrate anche a quote più elevate, come sul Jungfraujoch.

Neve solo a inizio inverno

In primavera l’innevamento sulle Alpi svizzere è stato scarso come raramente in precedenza, in particolare nel Sud del Paese. A tutto ciò va aggiunta la grande quantità di sabbia del Sahara che ha ricoperto la neve fra marzo e maggio. Questo fenomeno aumenta l’assorbimento dell’energia solare e accelera quindi lo scioglimento. I ghiacciai hanno di conseguenza perso lo strato di neve che solitamente li protegge dall’inizio della bella stagione. Fra maggio e l’inizio di settembre, il caldo persistente, spesso intenso, ha quindi provocato la riduzione dei ghiacciai.

Durante l’inverno 2021/22, le precipitazioni nevose sono iniziate in particolare a inizio novembre, fatto che corrisponde alla norma. Tuttavia, il manto nevoso è scomparso un po’ ovunque un mese prima rispetto al solito. Ed è proprio nei mesi caldi e secchi che i ghiacciai sono importanti per l’equilibrio idrico e l’approvvigionamento energetico, sottolinea l’Accademia. Lo scioglimento in luglio e agosto sarebbe stato sufficiente a riempire completamente tutti i laghi artificiali delle Alpi svizzere.

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Svizzera
Svizzera
5 ore
Rösti e Herzog sempre favoriti, ma i gruppi non si sbottonano
Ultime audizioni oggi dei candidati al Consiglio federale. Solo i Verdi liberali esprimono una preferenza maggioritaria per la ‘senatrice’ basilese.
consiglio degli stati
6 ore
Sicurezza stradale: ‘Aderire al registro europeo’
‘Entrare nell’Erru’, il sistema elettronico che consente lo scambio di informazioni sulle imprese di trasporto per il rispetto delle norme stradali
Svizzera
9 ore
Il Nazionale vuole introdurre il reato di cyberbullismo
Approvata un’iniziativa parlamentare che modifica il codice penale dato che le protezioni legali attuali non sono sufficienti a proteggere le vittime
Svizzera
12 ore
Verso il condono edilizio dopo 30 anni per i rustici fuori zona
La mozione approvata da entrambe le Camere riguarda, per il Ticino, circa 2’000 costruzioni illegali secondo i numeri forniti dal ‘senatore’ Marco Chiesa
Svizzera
12 ore
Imposta minima Ocse, 75% del gettito va ai Cantoni
Alla Confederazione il restante 25%. Lo ha deciso oggi il Nazionale allineandosi così agli Stati.
Svizzera
19 ore
‘Una dinamica che si esaurisce? Io non sono ancora stanca!’
Governo a maggioranza latina, Giura, agricoltura, socialità: a colloquio con la ‘senatrice’ Elisabeth Baume-Schneider, candidata al Consiglio federale
cyberpornografia
1 gior
Pedofilia: maxiretata nel Canton Vaud con 96 persone fermate
Centoventi casi analizzati. Due persone in carcere, tra coloro che hanno scaricato i file il 15% sono minorenni
Svizzera
1 gior
‘Solo Sì vuol dire sì’, al Nazionale passa la modifica di legge
Approvato l’inserimento nel Codice penale del principio che qualifica come aggressione sessuale il rapporto senza il consenso esplicito
Svizzera
1 gior
Preventivo 2023, gli Stati più generosi con l’Ucraina
Aumentati i mezzi per la ricostruzione. Più soldi anche per proteggere le greggi dai lupi e per la ricerca scientifica, meno per test Covid e vaccini
Svizzera
1 gior
Credit Suisse: Bin Salman valuta un investimento da 500 milioni
La banca elvetica corre alla Borsa di Zurigo sulle ipotesi che il principe ereditario dell’Arabia Saudita possa prendere parte al progetto di rilancio
© Regiopress, All rights reserved