laRegione
27.09.22 - 15:25
Aggiornamento: 21:01

Il Parlamento converge... sul solare

Da sabato sarà obbligatorio installare pannelli fotovoltaici sui grandi edifici di nuova costruzione

Ats, a cura di Red.Web
il-parlamento-converge-sul-solare
Keystone

A condizione che il Parlamento approvi la clausola d’urgenza, a questo punto una pura formalità, da sabato sarà obbligatorio installare pannelli fotovoltaici sui grandi edifici di nuova costruzione. Il Consiglio degli Stati si è infatti tacitamente allineato al Nazionale su tutti i punti ancora in sospeso in merito all’offensiva per il solare.

Scopo della nuova Legge federale su misure urgenti volte a garantire a breve termine l’approvvigionamento elettrico durante l’inverno, come il nome stesso suggerisce, è garantire a breve termine un approvvigionamento di elettricità durante la stagione fredda, ha spiegato la socialista Élisabeth Baume-Schneider a nome della commissione. Durante le scorse sedute l’Udc ha espresso dubbi circa l’urgenza di tale legge, visto che i primi pannelli solari che verranno installati in seguito alle nuove disposizioni non lo saranno prima dell’inverno 2023-24. Al voto di ieri al Nazionale, solo pochi democentristi si sono però opposti.

L’impulso alla proposta di legge è giunto dai previsti grandi impianti solari di Gondo e Grengiols, in Alto Vallese. Ieri il Nazionale ha poi deciso di inserire nella legge una speciale disposizione volta a facilitare l’innalzamento della diga del Grimsel, nell’Oberland bernese (decisione ratificata oggi dagli Stati). Si potrà così far decollare progetti bloccati da anni. Nel dettaglio, in prima lettura i "senatori" avevano proposto che tutti gli edifici di nuova costruzione fossero obbligati a installare pannelli fotovoltaici sui tetti o le facciate. Ieri il Nazionale, ascoltando i timori dei proprietari di case, ha deciso di limitare tale vincolo agli immobili che occupano una superficie al suolo superiore a 300 metri quadrati. Oggi gli Stati si sono allineati.

Come ricordato dalla relatrice commissionale, con questa limitazione si rinuncia al 70% delle superfici disponibili. I cantoni potranno però prevedere disposizioni più severe, ha precisato Baume-Schneider.

Da notare che anche la Confederazione dovrà dare l’esempio. Tutte le aree idonee dovranno essere attrezzate per la produzione di energia solare entro il 2030.

Il progetto prevede anche disposizioni che facilitano la costruzione di impianti di grandi dimensioni nelle zone di montagna che producono almeno 10 GWh, di cui la metà nel semestre invernale (1° ottobre - 31 marzo). Tali installazioni, avevano precisato inizialmente gli Stati, non devono essere edificate nelle zone palustri d’importanza nazionale. Ieri il Nazionale ha però allungato tali esclusioni anche ai biotopi di importanza nazionale e alle riserve per uccelli acquatici e di passo. E oggi la Camera dei cantoni si è detta d’accordo.

"Con queste modifiche il progetto non è più temerario come in prima lettura, è tuttavia diventato più equilibrato, in particolare per quel che concerne la sua costituzionalità", ha poi precisato Baume-Schneider. Il dossier torna ora al Nazionale per il voto sulla clausola d’urgenza.

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Svizzera
Svizzera
5 ore
‘Brilla’ un bancomat a Füllinsdorf, malviventi in fuga
Altro botto nella notte in Svizzera. Stavolta è toccato a un impianto di erogazione di contante di Basilea Campagna
Svizzera
6 ore
Sì del Nazionale all’imposta minima delle grandi multinazionali
Restano solo da appianare alcune divergenze relative alla ripartizione tra Confederazione e Cantoni del gettito supplementare
Svizzera
6 ore
‘L’affitto pesa in modo sproporzionato sul reddito’
Grido d’allarme dell’Associazione Svizzera Inquilini. Sommaruga: ‘Per le famiglie a basso reddito raggiunti i limiti della sopportazione’
Svizzera
6 ore
In dogana con un ghepardo imbalsamato
Benché debitamente dichiarato, l’animale è stato sequestrato in quanto mancava l’autorizzazione basata sulla convenzione di Washington
Svizzera
6 ore
Duecentomila voci per la responsabilità delle multinazionali
A due anni dalla bocciatura alle urne dell’iniziativa, depositata alla Cancelleria federale una petizione che chiede una legge efficace
Svizzera
7 ore
Dodici milioni di... anelli per la Catena della solidarietà
È l’importo delle donazioni raccolte a favore delle vittime della carestia nell’Africa orientale
Svizzera
8 ore
Operaio travolto dal treno nella notte a Rickenbach
Nonostante i tentativi di rianimazione, l’uomo, un 34enne serbo, è deceduto sul posto. Ancora da chiarire le cause esatte dell’incidente
Svizzera
8 ore
Cure ambulatoriali e ospedaliere finanziate su base unitaria
Il Consiglio degli Stati approva la riforma di legge sull’assicurazione malattie. Sulla quale ora dovrà esprimersi il Nazionale
Svizzera
9 ore
I rapporti con l’Unione europea vanno rilanciati
È l’appello sottoscritto da duecento personalità svizzere. Che chiedono al Consiglio federale di chiarire quanto prima le sue intenzioni
Svizzera
10 ore
Si schianta contro un albero: morto un 21enne
Grave incidente della circolazione ieri sera a Uster. A seguito della violenza dell’impatto, il giovane è deceduto sul posto
© Regiopress, All rights reserved