laRegione
27.09.22 - 14:05
Aggiornamento: 17:57

Premi di cassa malati, in Ticino l’aumento sarà del 9,2%

A livello nazionale invece il rincaro sarà pari allo 6,6%.

premi-di-cassa-malati-in-ticino-l-aumento-sara-del-9-2
Ti-Press

Dopo quattro anni di stabilità, i premi dell’assicurazione malattie aumenteranno nuovamente nel 2023, e fra quelli che dovranno pagare di più compare il Canton Ticino. A livello nazionale il premio medio raggiungerà i 334,70 franchi, con un rincaro del 6,6 per cento rispetto al 2022. Fra le ragioni che hanno spinto a un aumento c’è la pandemia, che ha avuto un forte impatto sul sistema sanitario. Quello dei minorenni aumenterà del 5,5 per cento, raggiungendo i 105 franchi.

I premi dell’assicurazione malattie rispecchiano i costi della sanità. Dopo quattro anni di premi relativamente stabili, per il 2023 è preannunciato un incremento importante dovuto principalmente alla pandemia Covid, che ha avuto un forte impatto sul sistema sanitario. La pandemia ha generato costi diretti, come quelli dovuti ai trattamenti dei pazienti ospedalizzati o alla vaccinazione, ma anche costi indiretti, derivanti per esempio dal rinvio di interventi medici, che hanno registrato un notevole incremento a partire dal secondo semestre del 2021. Inoltre, i costi della sanità hanno continuato ad aumentare nel corso del primo semestre del 2022.

Il premio medio aumenterà in tutti i cantoni: il Ticino (+9,2% a 396 franchi) insieme a Neuchâtel (+9,5%) e ad Appenzello Interno (+9,3%) sono tra quelli che registrano le maggiori progressioni. Gli incrementi più contenuti saranno a Basilea Città (+3,9%), Ginevra (+4,7%) e Glarona (+4,8%). Nei Grigioni l’aumento sarà del 6,8% (a 294,1 franchi). A Berna e Zurigo i premi saliranno rispettivamente del 6,4% e del 7,1%.

L’aumento annunciato oggi per il 2023 è il più marcato dal 2010.

Riserve in calo

Le riserve degli assicuratori hanno permesso di attenuare in parte l’aumento dei premi, ma quest’anno il loro margine di manovra si è rivelato più limitato. In effetti, le perdite accusate sui mercati finanziari dovute alla guerra in Ucraina e al rialzo dei tassi d’interesse nonché l’aumento dei costi hanno ridotto l’ammontare delle riserve disponibili e inciso sul livello di solvibilità degli assicuratori. Seppur ridotte, le riserve di questi ultimi raggiungono ancora la soglia minima fissata dalla legge.

Diversi progetti in corso per contenere i costi

I costi della sanità continueranno ad aumentare in futuro, soprattutto a causa del progresso medico-tecnico, della crescita del volume di prestazioni e dell’evoluzione demografica. Esiste tuttavia un margine di manovra, fa sapere il Consiglio federale nella sua nota odierna, per limitare l’aumento dei costi a un livello giustificabile dal punto di vista medico. Si tratta per esempio di limitare l’eccesso di offerta e consumo in ambito medico, di adeguare le tariffe nel settore ambulatoriale nonché di migliorare la pianificazione ospedaliera e la trasparenza nell’assicurazione malattie obbligatoria.

Il Consiglio federale s’impegna da anni per ridurre i costi della sanità. In passato sono state adottate diverse misure, in particolare la riduzione delle tariffe dei laboratori e dei prezzi dei medicamenti come pure nel settore delle valutazioni delle tecnologie sanitarie.
Recentemente il Consiglio federale ha trasmesso al Parlamento un secondo pacchetto di misure di contenimento dei costi della sanità nonché un controprogetto all’iniziativa popolare lanciata dal Gruppo del Centro per porre un freno ai costi nel settore sanitario. Ha inoltre
posto in consultazione una modifica dell’ordinanza sull’assicurazione malattie che mira a realizzare risparmi promuovendo maggiormente, per esempio, i medicamenti generici.

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Svizzera
Svizzera
6 ore
‘Brilla’ un bancomat a Füllinsdorf, malviventi in fuga
Altro botto nella notte in Svizzera. Stavolta è toccato a un impianto di erogazione di contante di Basilea Campagna
Svizzera
6 ore
Sì del Nazionale all’imposta minima delle grandi multinazionali
Restano solo da appianare alcune divergenze relative alla ripartizione tra Confederazione e Cantoni del gettito supplementare
Svizzera
6 ore
‘L’affitto pesa in modo sproporzionato sul reddito’
Grido d’allarme dell’Associazione Svizzera Inquilini. Sommaruga: ‘Per le famiglie a basso reddito raggiunti i limiti della sopportazione’
Svizzera
7 ore
In dogana con un ghepardo imbalsamato
Benché debitamente dichiarato, l’animale è stato sequestrato in quanto mancava l’autorizzazione basata sulla convenzione di Washington
Svizzera
7 ore
Duecentomila voci per la responsabilità delle multinazionali
A due anni dalla bocciatura alle urne dell’iniziativa, depositata alla Cancelleria federale una petizione che chiede una legge efficace
Svizzera
7 ore
Dodici milioni di... anelli per la Catena della solidarietà
È l’importo delle donazioni raccolte a favore delle vittime della carestia nell’Africa orientale
Svizzera
9 ore
Operaio travolto dal treno nella notte a Rickenbach
Nonostante i tentativi di rianimazione, l’uomo, un 34enne serbo, è deceduto sul posto. Ancora da chiarire le cause esatte dell’incidente
Svizzera
9 ore
Cure ambulatoriali e ospedaliere finanziate su base unitaria
Il Consiglio degli Stati approva la riforma di legge sull’assicurazione malattie. Sulla quale ora dovrà esprimersi il Nazionale
Svizzera
10 ore
I rapporti con l’Unione europea vanno rilanciati
È l’appello sottoscritto da duecento personalità svizzere. Che chiedono al Consiglio federale di chiarire quanto prima le sue intenzioni
Svizzera
10 ore
Si schianta contro un albero: morto un 21enne
Grave incidente della circolazione ieri sera a Uster. A seguito della violenza dell’impatto, il giovane è deceduto sul posto
© Regiopress, All rights reserved