laRegione
13.09.22 - 12:54
Aggiornamento: 14:43

‘Fake’ su spie del riscaldamento, il Datec vuole vederci chiaro

Il Dipartimento dell’energia e delle comunicazioni ha deciso di aprire un’indagine sul falso manifesto che invitata a segnalare abusi

Ats, a cura di Red.Web
fake-su-spie-del-riscaldamento-il-datec-vuole-vederci-chiaro
Keystone
Niente ricompense per le segnalazioni

No, niente ricompensa per chi segnala il vicino ‘reo’ di tenere troppo alta la temperatura del riscaldamento a casa sua. Come avevamo riferito ieri, il manifesto in cui si invitava la popolazione (con tanto di ricompensa) a segnalare eventuali ‘sgarri’ sulla temperatura del riscaldamento è un falso. E ora arriva anche la smentita ufficiale da parte del Dipartimento dell’energia e delle comunicazioni, che ha pure deciso di aprire un’indagine. "La Confederazione non ha nulla a che vedere con questi messaggi e se ne distanzia formalmente", ha detto oggi la portavoce del Datec Emanuela Tonasso a Keystone-Ats.

"Il logo della Confederazione e il numero di telefono che figurano nell’immagine sono stati utilizzati in modo abusivo. La Confederazione non ha creato questi manifesti né ha lanciato un appello di questo tipo; si tratta di una manipolazione", ha aggiunto la portavoce, precisando che il falso è stato individuato sabato dal Datec.

Il poster è circolato ampiamente nei giorni scorsi sulle reti sociali, e non solo in Svizzera. Emanuela Tonasso dice anche di essere stata contattata da diversi media stranieri per commentare questo annuncio ingannevole della Confederazione.

Diffuso dai canali russi

Come riporta il giornalista Paolo Attivissimo sul suo blog Il Disinformatico, 20min.ch è risalito all’immagine, scaricabile gratuitamente da un sito internet di foto stock, che ha uno spazio bianco al posto del manifesto e che è stata con tutta probabilità utilizzata per realizzare il fotomontaggio. Anche la foto della ragazza ritratta nel manifesto è acquistabile online.

Il portale italiano open.online ha ricostruito il percorso del fotomontaggio – che è stato rilanciato sui social anche da alcuni politici italiani – arrivando alla conclusione che a spingere la sua diffusione sono stati i social russi: fra questi, il canale Telegram del giornalista e propagandista russo Vladimir Solovyev, e quello dell’agenzia bielorussa Belta.

Leggi anche:

‘Il tuo vicino scalda troppo? Ricompensa di 200 franchi’

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Svizzera
Svizzera
6 min
‘Il no allo Spazio economico è stata una decisione sbagliata’
Per il presidente dei Verdi liberali Jürg Grossen, con i bilaterali ‘le relazioni con l’Uione europea sono come una caldaia piena di buchi’
Svizzera
1 ora
Ecco la proposta: un arrocco Cassis-Berset
È l’idea avanzata dal Partito socialista: uno scambio nella conduzione dei dipartimenti degli Esteri e dell’Interno
Svizzera
2 ore
Successione di Sommaruga e Maurer, mercoledì il giorno ‘x’
La lunga giornata che sfocerà nell’elezione dei due nuovi consiglieri federali inizierà alle 8 con la seduta a camere riunite
Svizzera
3 ore
Fuga di dati, la perdita di fiducia è enorme
Un avvocato specializzato in questo ambito torna sulla vicenda che vede protagonista il Dipartimento cantonale di giustizia zurighese
Svizzera
3 ore
I ticket a due sono la regola, a tre l’eccezione
Elezione in Consiglio federale: istruzioni per l’uso in vista dell’elezione dei nuovi consiglieri federali
Svizzera
4 ore
Tre persone travolte da una slavina: morto un 24enne
Incidente in montagna con esito letale nei Grigioni, lungo la via che dal passo della Flüela porta al Piz Radönt
Svizzera
5 ore
Caduta fatale su un crinale nella regione di Grandvillard
A perdere la vita è stato un escursionista 21enne, precipitato per circa 400 metri in prossimità del Vanil Noir, nel canton Friborgo
Svizzera
6 ore
I conti in tasca ai Consiglieri federali
Per ciascuno dei ‘sette saggi’ uno stipendio annuo di 456mila franchi, auto di rappresentanza, auto di servizio e abbonamento generale in 1a classe
Svizzera
7 ore
Sotto l’albero mattoncini Lego e console di gioco
A poche settimane dal Natale, Digitec Galaxus fa una radiografia dei regali più gettonati per chi fa spesa online
Svizzera
7 ore
Nella foresta di Welschenrohr ci sono anche i bisonti europei
È articolato sulla durata di dieci anni il progetto che mira alla reintroduzione dell’animale nel Giura solettese
© Regiopress, All rights reserved