laRegione
05.09.22 - 14:50
Aggiornamento: 20:28

Vuoi viaggiare? Aggiorna l’app Covid

Lo scopo è continuare a garantire la compatibilità internazionale e la libertà di circolazione. Sarà disponibile entro la fine della settimana

Ats, a cura di Red.Web
vuoi-viaggiare-aggiorna-l-app-covid
Ti-Press
Un’app in... divenire

L’Ufficio federale della sanità pubblica ha aggiornato l’applicazione "Covid Certificate". Il riquadro "Validità in Svizzera" verrà infatti soppresso e sostituito con la data della vaccinazione o del test, un’informazione utile per chi viaggia all’estero. I servizi di Alain Berset hanno precisato che è stato avviato oggi e sarà disponibile al più tardi entro la fine della settimana via l’app o Play store. Sull’applicazione di numerosi cittadini svizzeri è comparso un banner giallo con la scritta "scadenza imminente", che segnala come il loro certificato sarà ben presto scaduto. Ciò non ha conseguenze in Svizzera, poiché l’obbligo del certificato Covid è stato abrogato nel febbraio 2022.

Da allora la durata di validità nella Confederazione è diventata puramente formale. Per quanto riguarda l’estero le regolamentazioni differiscono a seconda dei Paesi. Se numerosi Stati hanno pure abolito l’obbligo di avere un certificato Covid, non è il caso di tutti i Paesi. Gli Stati Uniti, il Canada, ma anche diverse nazioni asiatiche l’esigono ancora. Per sapere se il proprio certificato Covid soddisfa i criteri dei Paesi che si intende visitare, l’Ufficio federale raccomanda ai viaggiatori di informarsi sui siti delle autorità in questione. Quello della IATA (https://www.iatatravelcentre.com/) fornisce informazioni per i viaggi a livello mondiale. Per quelli in Europa, i viaggiatori possono pure informarsi sul sito seguente: https://reopen.europa.eu/fr.

Ad inizio giugno, il Consiglio federale aveva prorogato fino al giugno del 2024 le disposizioni sul certificato Covid. Lo scopo è continuare a garantire la compatibilità internazionale e la libertà di circolazione. Allora il governo precisava che sarebbero state mantenute pure le basi legali per l’app SwissCovid in modo che potesse essere riattivata quando e se necessario. Come noto, lo strumento è un complemento al classico tracciamento dei contatti.

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Svizzera
Svizzera
5 min
‘Il no allo Spazio economico è stata una decisione sbagliata’
Per il presidente dei Verdi liberali Jürg Grossen, con i bilaterali ‘le relazioni con l’Uione europea sono come una caldaia piena di buchi’
Svizzera
1 ora
Ecco la proposta: un arrocco Cassis-Berset
È l’idea avanzata dal Partito socialista: uno scambio nella conduzione dei dipartimenti degli Esteri e dell’Interno
Svizzera
2 ore
Successione di Sommaruga e Maurer, mercoledì il giorno ‘x’
La lunga giornata che sfocerà nell’elezione dei due nuovi consiglieri federali inizierà alle 8 con la seduta a camere riunite
Svizzera
3 ore
Fuga di dati, la perdita di fiducia è enorme
Un avvocato specializzato in questo ambito torna sulla vicenda che vede protagonista il Dipartimento cantonale di giustizia zurighese
Svizzera
3 ore
I ticket a due sono la regola, a tre l’eccezione
Elezione in Consiglio federale: istruzioni per l’uso in vista dell’elezione dei nuovi consiglieri federali
Svizzera
4 ore
Tre persone travolte da una slavina: morto un 24enne
Incidente in montagna con esito letale nei Grigioni, lungo la via che dal passo della Flüela porta al Piz Radönt
Svizzera
5 ore
Caduta fatale su un crinale nella regione di Grandvillard
A perdere la vita è stato un escursionista 21enne, precipitato per circa 400 metri in prossimità del Vanil Noir, nel canton Friborgo
Svizzera
6 ore
I conti in tasca ai Consiglieri federali
Per ciascuno dei ‘sette saggi’ uno stipendio annuo di 456mila franchi, auto di rappresentanza, auto di servizio e abbonamento generale in 1a classe
Svizzera
7 ore
Sotto l’albero mattoncini Lego e console di gioco
A poche settimane dal Natale, Digitec Galaxus fa una radiografia dei regali più gettonati per chi fa spesa online
Svizzera
7 ore
Nella foresta di Welschenrohr ci sono anche i bisonti europei
È articolato sulla durata di dieci anni il progetto che mira alla reintroduzione dell’animale nel Giura solettese
© Regiopress, All rights reserved