laRegione
02.09.22 - 17:51

Palazzo federale, luci notturne spente per risparmiare corrente

La Delegazione amministrativa del parlamento ha deciso di interrompere l’illuminazione notturna per motivi di risparmio energetico

Ats, a cura di Red.Web
palazzo-federale-luci-notturne-spente-per-risparmiare-corrente
Keystone

Dal 12 di settembre, inizio della sessione autunnale delle Camere federali, Palazzo federale non sarà più illuminato di notte. Lo ha deciso la Delegazione amministrativa del parlamento per motivi di risparmio energetico.

In un tweet odierno, la delegazione amministrativa aggiunge che adeguerà le proprie misure di risparmio a quelle che si applicheranno in seno all’amministrazione federale per il riscaldamento delle sale dove siedono i parlamentari e altri locali.

Due giorni fa, il Consiglio federale ha illustrato varie misure per favorire il risparmio di energia, al fine di evitare per quanto possibile limitazioni, contingentamenti e divieti. La campagna ad hoc lanciata dal governo, sotto lo slogan "L’energia è scarsa. Non sprechiamola", proseguirà fino ad aprile.

Accanto a questa iniziativa il Consiglio federale nelle scorse settimane ha adottato misure in altri ambiti. Ad esempio, in materia di gas, dove la Svizzera è dipendente al 100% dall’estero, sette giorni fa ha stabilito un obiettivo volontario di risparmio pari al 15% dei consumi nel semestre invernale. Oltre alla Confederazione, ogni Cantone e ogni Comune lancerà i propri appelli.

I consigli della campagna, rivolti alla popolazione e al mondo economico, illustrano come si possa risparmiare in modo molto semplice energia: abbassando la temperatura dei locali, riducendo il consumo di acqua calda, spegnendo gli apparecchi elettrici non utilizzati.

Leggi anche:

Risparmio energetico, il Consiglio federale lancia una campagna

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Svizzera
Svizzera
12 min
‘Il no allo Spazio economico è stata una decisione sbagliata’
Per il presidente dei Verdi liberali Jürg Grossen, con i bilaterali ‘le relazioni con l’Uione europea sono come una caldaia piena di buchi’
Svizzera
1 ora
Ecco la proposta: un arrocco Cassis-Berset
È l’idea avanzata dal Partito socialista: uno scambio nella conduzione dei dipartimenti degli Esteri e dell’Interno
Svizzera
3 ore
Successione di Sommaruga e Maurer, mercoledì il giorno ‘x’
La lunga giornata che sfocerà nell’elezione dei due nuovi consiglieri federali inizierà alle 8 con la seduta a camere riunite
Svizzera
3 ore
Fuga di dati, la perdita di fiducia è enorme
Un avvocato specializzato in questo ambito torna sulla vicenda che vede protagonista il Dipartimento cantonale di giustizia zurighese
Svizzera
4 ore
I ticket a due sono la regola, a tre l’eccezione
Elezione in Consiglio federale: istruzioni per l’uso in vista dell’elezione dei nuovi consiglieri federali
Svizzera
4 ore
Tre persone travolte da una slavina: morto un 24enne
Incidente in montagna con esito letale nei Grigioni, lungo la via che dal passo della Flüela porta al Piz Radönt
Svizzera
5 ore
Caduta fatale su un crinale nella regione di Grandvillard
A perdere la vita è stato un escursionista 21enne, precipitato per circa 400 metri in prossimità del Vanil Noir, nel canton Friborgo
Svizzera
6 ore
I conti in tasca ai Consiglieri federali
Per ciascuno dei ‘sette saggi’ uno stipendio annuo di 456mila franchi, auto di rappresentanza, auto di servizio e abbonamento generale in 1a classe
Svizzera
7 ore
Sotto l’albero mattoncini Lego e console di gioco
A poche settimane dal Natale, Digitec Galaxus fa una radiografia dei regali più gettonati per chi fa spesa online
Svizzera
7 ore
Nella foresta di Welschenrohr ci sono anche i bisonti europei
È articolato sulla durata di dieci anni il progetto che mira alla reintroduzione dell’animale nel Giura solettese
© Regiopress, All rights reserved