laRegione
31.08.22 - 11:41
Aggiornamento: 16:15

Protezione dei dati, tra un anno si cambia

Entrerà in vigore il 1° settembre 2023 il nuovo diritto, adottato dal parlamento nel 2020. Un lasso di tempo che servirà all’economia per adeguarsi

Ats, a cura di Red.Web
protezione-dei-dati-tra-un-anno-si-cambia
Keystone
Questione di privaçy

Il nuovo diritto sulla protezione dei dati, adottato dal parlamento nel 2020, entrerà in vigore tra un anno. Lo ha deciso oggi il Consiglio federale. Il lasso di tempo fino al primo settembre 2023 consente all’economia di adeguarsi.

Le nuove norme garantiscono la compatibilità con il diritto europeo: sono importanti proprio per garantire che l’Ue continui a riconoscere la Svizzera come Paese terzo con un livello adeguato di protezione dei dati e che i trasferimenti transfrontalieri di tali informazioni rimangano possibili anche in futuro senza condizioni aggiuntive, scrive il governo in una nota.

La revisione totale della Legge federale sulla protezione dei dati (Lpd) e delle ordinanze che vi fanno capo garantiranno inoltre una migliore protezione dei dati personali, sottolinea l’esecutivo.

Il Consiglio federale ha adeguato le ordinanze di applicazione tenendo conto dell’esito della procedura di consultazione. Ad esempio i privati sono esentati da determinati obblighi di informazione in occasione della divulgazione di dati personali.

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Svizzera
elezioni cantonali
58 min
Svitto: il Plr difende il seggio nel governo al ballottaggio
Damian Meier si è infatti imposto sulla concorrente dei Verdi liberali Ursula Lindauer. Il governo locale è interamente in mano ai partiti borghesi
alle urne
1 ora
Clima, tasse e giustizia: si è votato in otto Cantoni
Riforma giudiziaria nei Grigioni. A Basilea Città, zero emissioni di gas serra dal 2037. Deduzioni fiscali aumentate per la cassa malati nel Canton Zurigo
Svizzera
1 gior
Sergio Mattarella in visita di Stato nella Confederazione
All’ordine del giorno le relazioni bilaterali, la situazione della guerra in Ucraina, la politica europea e il Consiglio di sicurezza dell’Onu
Svizzera
1 gior
Dopo Sommaruga: Baume-Schneider e Herzog su ticket femminile
Lo ha deciso il gruppo parlamentare del Partito socialista. La consigliera agli Stati e la senatrice basilese in corsa per il Consiglio federale.
Svizzera
1 gior
Dai frontalieri alla black list: faccia a faccia a Varese
Colloquio per i dossier aperti fra il consigliere federale Ueli Maurer e il ministro italiano dell’economia e delle finanze Giancarlo Giorgetti
Svizzera
1 gior
La mafia nella Confederazione ha cellule in ‘luoghi noti’
La riflessione del procuratore generale della Confederazione Stefan Blättler che lancia un monito: ‘Bisogna fare un passo avanti’
Svizzera
2 gior
Aviazione: crescono i passeggeri, ma non a livelli pre-Covid
L’evoluzione mensile dei viaggiatori ha mostrato ritmi di recupero superiori in luglio, rispetto ad agosto e settembre
Svizzera
2 gior
Il ‘giallo’ di Zermatt: non si trova più il segretario comunale
Nessun avviso formale di scomparsa, ma l’uomo, già comandante delle Guardie Svizzere in Vaticano, sembra sparito senza lasciare traccia
Svizzera
2 gior
Troppo poche le vaccinazioni anti-Covid fra le persone a rischio
È l’allarme lanciato dai direttori cantonali della sanità: ad oggi solo poco più del 20% degli over 65 ha ricevuto il richiamo
Svizzera
2 gior
Metà delle adolescenti in Svizzera è vittima di molestie sul web
Nel 2014 la percentuale era ancora del 19%. Ancora bassa la consapevolezza sulla sicurezza dei dati su internet e l’uso delle impostazioni sulla privacy
© Regiopress, All rights reserved