laRegione
28.08.22 - 10:25
Aggiornamento: 15:19

La pandemia non preoccupa più gli svizzeri

I costi per la salute, le pensioni e i cambiamenti climatici sono le principali preoccupazioni degli elettori, secondo il sondaggio Tamedia/20Minuten

Ats, a cura di Red.Web
la-pandemia-non-preoccupa-piu-gli-svizzeri

A poco più di un anno dalle elezioni federali, i costi della salute, le pensioni di vecchiaia e i cambiamenti climatici sono le principali preoccupazioni degli svizzeri, secondo un sondaggio di Tamedia e 20 Minuten.

Al contrario, solo l’11% degli intervistati considera ancora prioritaria la lotta alla pandemia di coronavirus.

Due terzi delle persone che hanno preso parte a metà agosto al sondaggio online, considerano i costi sanitari un problema urgente. Più della metà degli intervistati ha anche menzionato le pensioni di vecchiaia e il riscaldamento globale fra le principali preoccupazioni. Seguono le relazioni con l’Ue, l’immigrazione e l’istruzione.

La lotta contro la pandemia è in fondo alla lista, insieme alla disoccupazione e al fanatismo religioso. Da notare inoltre che i tre quarti degli svizzeri giudicano positiva o piuttosto positiva la politica attuata dalla Svizzera contro il coronavirus.

In un analogo sondaggio dello scorso dicembre, più del 50% considerava ancora la lotta contro il Covid-19 una priorità. Il tema si piazzava allora al terzo posto, dopo i costi sanitari e le pensioni.

La maggioranza contro nuove centrali nucleari

Due terzi degli intervistati ritengono inoltre che in inverno ci sarà una carenza di energia. Più del 40% ha dichiarato di prepararsi a questo scenario, ad esempio acquistando legna o olio per il riscaldamento.

Quasi due terzi della popolazione spera che le energie rinnovabili contribuiscano ad alleviare la crisi, se necessario a spese della tutela del paesaggio.

Più della metà della popolazione svizzera è favorevole a un eventuale prolungamento della durata di funzionamento delle centrali nucleari, ma non c’è una maggioranza a favore della costruzione di nuovi reattori. Gli uomini (45%) sono più favorevoli a nuove centrali nucleari rispetto alle donne (33%).

Il sondaggio rappresentativo è stato condotto online il 15 e 16 agosto dal LeeWas Institute in collaborazione con 20 Minuten e Tamedia. Hanno partecipato 26’298 persone provenienti da tutta la Svizzera. Il margine di errore è di +/- 1,1 punti percentuali.

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Svizzera
Svizzera
43 min
‘Il no allo Spazio economico è stata una decisione sbagliata’
Per il presidente dei Verdi liberali Jürg Grossen, con i bilaterali ‘le relazioni con l’Unione europea sono come una caldaia piena di buchi’
Svizzera
1 ora
Ecco la proposta: un arrocco Cassis-Berset
È l’idea avanzata dal Partito socialista: uno scambio nella conduzione dei dipartimenti degli Esteri e dell’Interno
Svizzera
3 ore
Successione di Sommaruga e Maurer, mercoledì il giorno ‘x’
La lunga giornata che sfocerà nell’elezione dei due nuovi consiglieri federali inizierà alle 8 con la seduta a camere riunite
Svizzera
4 ore
Fuga di dati, la perdita di fiducia è enorme
Un avvocato specializzato in questo ambito torna sulla vicenda che vede protagonista il Dipartimento cantonale di giustizia zurighese
Svizzera
4 ore
I ticket a due sono la regola, a tre l’eccezione
Elezione in Consiglio federale: istruzioni per l’uso in vista dell’elezione dei nuovi consiglieri federali
Svizzera
5 ore
Tre persone travolte da una slavina: morto un 24enne
Incidente in montagna con esito letale nei Grigioni, lungo la via che dal passo della Flüela porta al Piz Radönt
Svizzera
6 ore
Caduta fatale su un crinale nella regione di Grandvillard
A perdere la vita è stato un escursionista 21enne, precipitato per circa 400 metri in prossimità del Vanil Noir, nel canton Friborgo
Svizzera
6 ore
I conti in tasca ai Consiglieri federali
Per ciascuno dei ‘sette saggi’ uno stipendio annuo di 456mila franchi, auto di rappresentanza, auto di servizio e abbonamento generale in 1a classe
Svizzera
7 ore
Sotto l’albero mattoncini Lego e console di gioco
A poche settimane dal Natale, Digitec Galaxus fa una radiografia dei regali più gettonati per chi fa spesa online
Svizzera
8 ore
Nella foresta di Welschenrohr ci sono anche i bisonti europei
È articolato sulla durata di dieci anni il progetto che mira alla reintroduzione dell’animale nel Giura solettese
© Regiopress, All rights reserved