laRegione
26.08.22 - 11:27
Aggiornamento: 17:19

La moneta per il carrello della spesa non si tocca

In Svizzera non sembra attecchire (almeno per ora) l’idea di una catena di supermercati olandese di pensionare il ‘gettone’ per poterlo usare

Ats, a cura di Red.Web
la-moneta-per-il-carrello-della-spesa-non-si-tocca
Ti-Press
Se i carrelli mettono le gambe...

La decisione della catena di supermercati olandese Albert Heijn di dire addio al sistema della moneta da inserire per accedere al carrello della spesa sta suscitando interesse in tutta Europa. In Svizzera, però, i grandi distributori non sembrano voler abbracciare la novità: sono infatti preoccupati di vedere sparire i carrelli e temono un caos nelle aree di parcheggio.

La causa scatenante è stata il Covid: durante la pandemia la società Albert Heijn ha rinunciato, per motivi igienici, a chiudere con le catenelle i carrelli della spesa nei suoi negozi. E i responsabili hanno notato che, nonostante ciò, non sono scomparsi più carrelli rispetto al passato. "Fortunatamente i clienti sono abbastanza gentili da restituirli", ha affermato qualche giorno fa un portavoce del gruppo a una radio locale. Da qui la decisione di non tornare al passato.

Da parte sua, la Svizzera è generalmente considerata un Paese in cui non ci si deve preoccupare molto dei ladri e questo vale anche per i carrelli della spesa. "Vengono rubati abbastanza raramente", spiega all’agenzia Awp il portavoce di Aldi Kevin Keller. Presso Lidl, addirittura, "fondamentalmente non si registrano furti" dei dispositivi in questione, indica l’addetto stampa Mathias Kaufmann, che non esclude peraltro la possibilità che sussistano singoli casi, aggiungendo però che non è possibile provarli. Denner non tiene statistiche a riguardo, fa sapere l’addetto alla comunicazione Thomas Kaderli: ma se i carrelli a quattro ruote vengono rubati è soprattutto nelle aree urbane.

Sebbene l’attività di "ladro del carrello della spesa" sembri quindi poco diffusa nella Confederazione, i dettaglianti non pensano di passare al "modello olandese". "Al momento non c’è motivo di cambiare alcunché in questo campo", taglia corto il portavoce di Coop Caspar Frey. E tutti i suoi colleghi interpellati affermano che i meccanismi di deposito rimarranno in funzione. Se vi si rinunciasse "presumibilmente molti carrelli non verrebbero restituiti", osserva Marcel Schlatter, dipendente di Migros.

A ben guardare, appare poco plausibile che una cauzione di uno o due franchi possa veramente fungere da disincentivo ad appropriarsi di un carrello. Ma i portavoce avanzano una seconda ragione: "In questo modo garantiamo un migliore ordine nel parcheggio, perché i carrelli devono essere riportati al posto giusto per riavere la moneta", sottolinea Keller.

Quindi presso Aldi, Lidl, Denner, Coop e Migros i clienti dovranno ancora estrarre dalla tasca una moneta o un gettone per accedere a un carrello. Ma nulla è deciso per l’eternità, perlomeno per i primi due dettaglianti: Lidl afferma di guardare con grande interesse agli sviluppi nei Paesi Bassi, mentre Aldi si dice "sempre aperta a nuove soluzioni".

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Svizzera
Svizzera
26 min
Sotto l’albero mattoncini Lego e console di gioco
A poche settimane dal Natale, Digitec Galaxus fa una radiografia dei regali più gettonati per chi fa spesa online
Svizzera
46 min
Nella foresta di Welschenrohr ci sono anche i bisonti europei
È articolato sulla durata di dieci anni il progetto che mira alla reintroduzione dell’animale nel Giura solettese
Svizzera
56 min
L’inflazione non incide sul tasso ipotecario
Quello di riferimento, che serve a determinare le pigioni degli appartamenti in affitto, resta ancorato all’1,25%
Svizzera
12 ore
Ottobre col segno negativo per le vendite al dettaglio
Nel decimo mese dell’anno il giro d’affari ha conosciuto una contrazione del 2,7% rispetto a quello precedente. Stabilità invece su base annua
Svizzera
14 ore
Fermato un uomo in un’area di sosta con 10 kg di cocaina
Incastrato dal fiuto di Arani von der Lodeburg. L’uomo era stato controllato nei pressi di Würenlos, mentre procedeva in direzione di Berna
Svizzera
15 ore
Ancora troppo poco diffusa la cultura del ‘Nutri-Score’
Per il Consiglio federale, la popolazione va maggiormente sensibilizzata sul sistema di caratterizzazione nutrizionale degli alimenti
Svizzera
16 ore
Serata ‘calda’ per i pompieri grigionesi: doppio intervento
Principi di incendi con danni materiali a Fanas (a causa di una candela) e Bargung. Una persona portata all’ospedale per sospetta intossicazione da fumo
Svizzera
17 ore
Critiche alla Posta per il suo ruolo in rapporto alle Pmi
L’Usam rimprovera al gigante giallo la sua posizione predominante nel monopolio delle lettere, sfruttata anche in altri ambiti
Svizzera
18 ore
Scomparsa da giovedì, ritrovata morta a Brügg
Il corpo della donna, una 76enne spagnola residente a Bienne, è stato rinvenuto privo di vita in una chiusa del canale Nidau-Büren
Svizzera
18 ore
Gettano il porcellino d’india in un cestino dei rifiuti
È salvo e in buone condizioni l’animaletto domestico recuperato operaio comunale ad Amriswil, ora affidato alla protezione animali
© Regiopress, All rights reserved