laRegione
17.08.22 - 17:22
Aggiornamento: 23:18

Per Viktor Janukovyč sanzioni anche Svizzere

La Confederazione si allinea a quanto deciso dall’Unione europea: pure l’ex presidente ucraino, assieme a suo figlio, finisce sulla lista

Ats, a cura di Red.Web
per-viktor-janukovy-sanzioni-anche-svizzere
Keystone
Anche lui tra i sanzionati

La Svizzera fa sue le sanzioni già decise dall’Unione europea contro l’ex presidente ucraino Viktor Janukovyč, rimasto in carica dal 2010 al 2014.

Il Dipartimento federale dell’economia, della formazione e della ricerca (Defr) ha aggiunto Janukovyč, oggi 72enne, e suo figlio Oleksandr alla lista delle sanzioni, scrive in una nota la Segretaria di Stato dell’economia (Seco).

Janukovyč è stato inserito nell’elenco delle persone soggette a divieti di viaggio e sanzioni finanziarie in relazione alla guerra in Ucraina. Le sanzioni vengono applicate a partire dalle 18 di oggi.

Padre e figlio figurano già dal 4 agosto nella lista delle persone sanzionate dall’Ue. Sono considerati responsabili del sostegno e dell’attuazione di atti che "minacciano l’integrità territoriale, la sovranità e l’indipendenza" dell’Ucraina, si legge nella decisione del Consiglio dell’Ue.

Secondo diverse fonti, Viktor Janukovyč ha fatto parte di un’operazione speciale russa volta a reintegrarlo come presidente durante la prima fase della guerra di aggressione russa contro l’Ucraina.

Secondo l’Ue, il figlio 49enne continuerebbe peraltro a condurre "transazioni con i gruppi separatisti nella regione ucraina del Donbass", controllato da gruppi separatisti filorussi, in particolare nei settori dell’energia, del carbone, delle costruzioni.

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Svizzera
Svizzera
5 ore
Le Ffs vogliono 60% di merci in più su rotaia entro il 2050
Presentato il concetto ‘Suisse Cargo Logistics’. Promesse più flessibilità, velocità e digitalizzazione, con un occhio di riguardo ai trasporti ecologici
Svizzera
5 ore
Il parlamento apre il paracadute per Axpo
Anche il Consiglio degli Stati ha approvato a passo di carica la linea di credito di 4 miliardi per far fronte a problemi di liquidità
Svizzera
5 ore
Primo sì in Parlamento all’imposta minima sulle multinazionali
Il Consiglio degli Stati quasi all’unanimità sposa la linea governativa: lasciare la maggior parte degli introiti supplementari ai Cantoni interessati
Svizzera
6 ore
Maudet studia il ritorno e si candida al Consiglio di Stato
Caduto in disgrazia, di nuovo in pista: l’ex enfant prodige del Plr vuole difendere i ‘valori di una nuova lista’
Svizzera
9 ore
Energia, il governo al parlamento: ‘Le misure attuali bastano’
Dibattito al Nazionale sul tema. Il Consiglio federale criticato per la poca anticipazione rispetto a carenze ed emergenze prevedibili
Svizzera
9 ore
La crisi energetica fa tornare di moda il telelavoro
Alcune aziende, fra cui la Posta, stanno riconsiderando l’idea di rispedire a casa i dipendenti per risparmiare sul riscaldamento dei luoghi di lavoro
Svizzera
12 ore
Il prezzo del carburante è in calo. Ma per quanto ancora?
A incidere su altri possibili ribassi diversi fattori: oltre al costo del petrolio, anche i costi di navigazione sul Reno e il tasso di cambio del dollaro
Svizzera
14 ore
Il burro non basta mai: altre 1’000 tonnellate da importare
Quinto aumento nel giro di un anno della quantità extra necessaria per soddisfare la domanda interna
Svizzera
15 ore
‘Shock prevedibile, poteva essere evitato’
L’esperto di Comparis Felix Schneuwly sul pesante aumento dei premi di cassa malati per il 2023
Svizzera
1 gior
In autostrada al massimo a 100 all’ora
È la proposta lanciata dall’Associazione traffico e ambiente per diminuire i consumi energetici
© Regiopress, All rights reserved