laRegione
16.08.22 - 12:23
Aggiornamento: 14:48

Css dovrà rimborsare 129 milioni di franchi agli assicurati

L’Autorità federale di vigilanza sui mercati finanziari (FINMA) ha ordinato all’azienda di restituire i premi prelevati in eccesso per le complementari

Ats, a cura di Red.Web
css-dovra-rimborsare-129-milioni-di-franchi-agli-assicurati
Keystone

L’Autorità federale di vigilanza sui mercati finanziari (FINMA) ha ordinato all’assicuratore malattia CSS di rimborsare 129 milioni di franchi di premi prelevati in eccesso tra il 2013 e il 2019 per l’assicurazione complementare. Gli assicurati in questione hanno sostenuto da soli l’onere dei cosiddetti costi di distribuzione e di quelli di amministrazione.

Il procedimento della FINMA, avviato nell’aprile del 2020, ha stabilito che la CSS "ha commesso gravi violazioni del diritto in materia di vigilanza", indica un comunicato odierno della stessa autorità. La FINMA ha determinato che la società lucernese ha scaricato sugli assicurati delle complementari tutti i costi legati ai contratti stipulati con intermediari esterni che svolgevano attività di prospezione anche nel campo dell’assicurazione obbligatoria.

Inoltre, i costi amministrativi, talvolta ingiustificati, sono stati sostenuti in modo sproporzionato dagli assicurati delle integrative, che hanno anche dovuto assumersi la maggior parte delle spese per marketing e pubblicità del gruppo CSS.

Il rimborso andrà a beneficio degli assicurati che hanno sottoscritto un’assicurazione complementare con la CSS tra il 2013 e il 2019. L’importo del rimborso sarà determinato caso per caso.

La decisione della FINMA non è passata in giudicato e può essere impugnata da CSS dinanzi al Tribunale amministrativo federale.

In un comunicato, l’assicuratore afferma di aver "preso atto" della decisione e di "esaminarla con grande attenzione". Precisa che l’importo di 129 milioni rappresenta l’1,5% dei premi per assicurazioni integrative raccolti in questo periodo, ovvero quattordici franchi per assicurato all’anno.

CSS si dice "sorpresa" dall’entità delle critiche della FINMA e giudica che la distribuzione dei costi amministrativi sia stata effettuata "in conformità con la teoria e la pratica correnti".

L’azienda sottolinea che negli ultimi anni ha rafforzato le proprie reti di vendita e che i mediatori esterni rappresentano oggi solo il 20% dei nuovi contratti.

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Svizzera
Svizzera
13 min
Il mercato del lavoro ha raggiunto il suo picco
Dopo mesi di forte crescita (+15% da inizio anno), le offerte di impiego sembrano essersi arrestate: 1% nell’ultimo trimestre
Svizzera
14 ore
Impennata di casi di coronavirus
Sono 25’134 nell’ultima settimana, con 13 morti e 290 ricoverati. Una settimana fa erano il 50 per cento in meno
le mosse nell’udc
16 ore
Stamm Hurter apre a una candidatura per il dopo-Maurer
È consigliera di Stato nel Canton Sciaffusa. Gregor Rutz, interpellato sullo stesso argomento, invece si tira indietro: era considerato tra i favoriti
Svizzera
19 ore
Negli impianti di risalita... saliranno anche i prezzi
Previsti aumenti ‘moderati’. Resta anche la sfida del reclutamento del personale
Svizzera
20 ore
Riuscita l’iniziativa per l’imposizione individuale dei coniugi
I promotori chiedono una tassazione separata allo stesso modo dei conviventi. Ma è già allo studio il progetto del Consiglio federale
Svizzera
20 ore
A sciare in elicottero: e scatta il ‘Sasso del Diavolo’
Il premio per il trasporto più insensato va all’offerta ‘Heliski’ di Swiss Helicopter. I più virtuosi? Un’azienda che produce case sostenibili in legno
Svizzera
20 ore
La distrazione al volante fa 60 morti e 1’100 feriti ogni anno
L’uso del telefono è la principale causa di disattenzione alla guida fra i giovani. L’Ufficio prevenzione infortuni lancia una campagna
Svizzera
20 ore
Fornitura di gas, se la solidarietà fra vicini (forse) non c’è
La Svizzera non sarebbe un partner interessante per la Germania, poiché non dispone di riserve sul proprio territorio
Svizzera
22 ore
Se la coda in autostrada fa perdere tempo e... soldi
Ammontano a tre miliardi di franchi i costi causati dai ritardi dovuti al traffico; a dirlo l’Ufficio federale dello sviluppo territoriale
Svizzera
1 gior
Traffico sulla A13 e la A28, niente ‘bacchetta magica’
Il problema del traffico turistico di aggiramento sulle due arterie grigionesi impone una strategia sovracantonale
© Regiopress, All rights reserved