laRegione
11.08.22 - 15:34
Aggiornamento: 16:18

Si scioglie il ghiaccio, il passo riaffiora dopo 2’000 anni

Il passo del Tsanfleuron, piccola porzione di terra che collega Vaud e Vallese a quota 2’800 metri, è riemerso dai ghiacci e tornato parzialmente sgombro

Ats, a cura di Red.Web
si-scioglie-il-ghiaccio-il-passo-riaffiora-dopo-2-000-anni
Keystone

Il passo del Tsanfleuron, piccola porzione di terra che collega Vaud e Vallese a 2’800 metri di quota, è riemerso dai ghiacci e tornato parzialmente sgombro dopo almeno 2’000 anni.

La zona in questione collega per la precisione il ghiacciaio Scex Rouge, che scende sul versante vodese del massiccio di Les Diablerets, e il ghiacciaio Tsanfleuron, essenzialmente posto nel territorio del comune vallesano di Savièse. Fra qualche settimana, il passo sarà "interamente libero", ha indicato oggi la società locale degli impianti di risalita Glacier 3000 in un comunicato.

Nel 2012, lo spessore del ghiaccio nello stesso punto era ancora di 15 metri. Il passo potrebbe essere rimasto sepolto per più tempo ancora, ma senza studi più approfonditi è impossibile affermarlo con certezza.

L’estate 2022, che segue un inverno avaro di precipitazioni, è catastrofica per i ghiacciai, ha spiegato Mauro Fischer, ricercatore dell’Università di Berna, citato nella nota. A detta dell’esperto, la perdita di spessore nella regione di Les Diablerets "sarà in media tre volte superiore quest’anno rispetto agli ultimi dieci anni".

Secondo uno studio pubblicato a metà luglio dalla squadra del glaciologo Daniel Farinotti del Politecnico federale di Zurigo (ETH) e dall’Istituto federale di ricerca per la foresta, la neve e il paesaggio (WSL), in Svizzera potrebbero crearsi più di 600 nuovi laghi glaciali nel corso del secolo a causa del riscaldamento climatico. Quasi la metà sarà però già scomparsa entro il 2100, riempita da materiale di erosione.

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Svizzera
Svizzera
7 min
‘Pronti a ritirare l’Iniziativa per i ghiacciai’
Soddisfatto dal controprogetto, a determinate condizioni il comitato promotore potrebbe fare retromarcia
Svizzera
1 ora
Il mercato del lavoro ha raggiunto il suo picco
Dopo mesi di forte crescita (+15% da inizio anno), le offerte di impiego sembrano essersi arrestate: 1% nell’ultimo trimestre
Svizzera
15 ore
Impennata di casi di coronavirus
Sono 25’134 nell’ultima settimana, con 13 morti e 290 ricoverati. Una settimana fa erano il 50 per cento in meno
le mosse nell’udc
17 ore
Stamm Hurter apre a una candidatura per il dopo-Maurer
È consigliera di Stato nel Canton Sciaffusa. Gregor Rutz, interpellato sullo stesso argomento, invece si tira indietro: era considerato tra i favoriti
Svizzera
20 ore
Negli impianti di risalita... saliranno anche i prezzi
Previsti aumenti ‘moderati’. Resta anche la sfida del reclutamento del personale
Svizzera
21 ore
Riuscita l’iniziativa per l’imposizione individuale dei coniugi
I promotori chiedono una tassazione separata allo stesso modo dei conviventi. Ma è già allo studio il progetto del Consiglio federale
Svizzera
21 ore
A sciare in elicottero: e scatta il ‘Sasso del Diavolo’
Il premio per il trasporto più insensato va all’offerta ‘Heliski’ di Swiss Helicopter. I più virtuosi? Un’azienda che produce case sostenibili in legno
Svizzera
21 ore
La distrazione al volante fa 60 morti e 1’100 feriti ogni anno
L’uso del telefono è la principale causa di disattenzione alla guida fra i giovani. L’Ufficio prevenzione infortuni lancia una campagna
Svizzera
21 ore
Fornitura di gas, se la solidarietà fra vicini (forse) non c’è
La Svizzera non sarebbe un partner interessante per la Germania, poiché non dispone di riserve sul proprio territorio
Svizzera
23 ore
Se la coda in autostrada fa perdere tempo e... soldi
Ammontano a tre miliardi di franchi i costi causati dai ritardi dovuti al traffico; a dirlo l’Ufficio federale dello sviluppo territoriale
© Regiopress, All rights reserved