laRegione
08.08.22 - 19:16

Tra cinque anni l’area alpina europea troppo piccola per il lupo

Dopodiché ci sarà un’autoregolazione. Secondo il Gruppo lupo svizzero una maggiore regolamentazione della specie non riuscirà a bloccarne la crescita

a cura di Red.Web
tra-cinque-anni-l-area-alpina-europea-troppo-piccola-per-il-lupo
archivio Keystone

Nel 2021, nella regione alpina erano presenti oltre 250 branchi di lupi. Con l’ulteriore aumento di quest’anno, metà dell’habitat sarà presto popolato e la piena colonizzazione sarà raggiunta tra circa cinque anni, scrive il Gruppo lupo svizzero (Gls). Una maggiore regolamentazione del lupo, sia essa preventiva o reattiva, non sarà in grado di cambiare questa realtà. Sarà dunque necessario garantire una protezione coerente delle mandrie di animali da reddito in tutta l’area, sostiene il Gruppo. La crescita del lupo è comunque limitata nel tempo. Con una dimensione media del territorio di 250 km², c’è un habitat per circa 800 branchi. Dopodiché la popolazione si autoregolerà.

Una crescita esponenziale

Dalla prima formazione di un branco nelle Alpi sudoccidentali franco-italiane nel 1993, c’è stata una crescita costante con un aumento annuale del 25-30%, illustra il Gls. Quest’anno si prevedono già più di 300 branchi. L’habitat è buono, le popolazioni di selvaggina sono molto elevate in tutto l’arco alpino e non sarà dunque possibile creare aree libere dal lupo a causa della mobilità di questa specie.

Grande capacità di adattamento

L’intero arco alpino copre una superficie di circa 200’000 km². Sebbene gli studi scientifici indichino che solo la metà di quest’area è un habitat adatto al lupo, la sua capacità di adattamento è stata spesso sottovalutata, spiega il Gls. La sua attuale distribuzione nelle Alpi occidentali dimostra che quasi tutte le aree delle Alpi possono essere colonizzate. I branchi di lupi sono territoriali, i loro territori si aggirano tra i 200 e i 400 km² nelle Alpi. Sono possibili sovrapposizioni nelle aree marginali.

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Svizzera
Svizzera
17 ore
Lukas Reimann ha un malore, interviene Marina Carobbio
Il consigliere nazionale dell’Udc si è sentito male durante il dibattito sulle sanzioni. La ‘senatrice’ e medico ticinese ha prestato i primi soccorsi
Svizzera
18 ore
Si incaglia al Nazionale l’abolizione del valore locativo
Il dossier torna in commissione. La maggioranza della Camera del popolo vuole coinvolgere maggiormente i Cantoni
Svizzera
19 ore
Ue: oggi soltanto il 6,5% dei giovani svizzeri è favorevole
Solo nel 2007 questa fascia di età (18-34 anni) risultava essere la più propensa all’ingresso della Confederazione elvetica
Svizzera
19 ore
I servizi pubblici svizzeri digitali stanno perdendo colpi
In testa alla graduatoria in materia di digitalizzazione si piazza la Danimarca. Per le città, Zurigo davanti a Roma
Svizzera
1 gior
Le Ffs vogliono 60% di merci in più su rotaia entro il 2050
Presentato il concetto ‘Suisse Cargo Logistics’. Promesse più flessibilità, velocità e digitalizzazione, con un occhio di riguardo ai trasporti ecologici
Svizzera
1 gior
Il parlamento apre il paracadute per Axpo
Anche il Consiglio degli Stati ha approvato a passo di carica la linea di credito di 4 miliardi per far fronte a problemi di liquidità
Svizzera
1 gior
Primo sì in Parlamento all’imposta minima sulle multinazionali
Il Consiglio degli Stati quasi all’unanimità sposa la linea governativa: lasciare la maggior parte degli introiti supplementari ai Cantoni interessati
Svizzera
1 gior
Maudet studia il ritorno e si candida al Consiglio di Stato
Caduto in disgrazia, di nuovo in pista: l’ex enfant prodige del Plr vuole difendere i ‘valori di una nuova lista’
Svizzera
1 gior
Energia, il governo al parlamento: ‘Le misure attuali bastano’
Dibattito al Nazionale sul tema. Il Consiglio federale criticato per la poca anticipazione rispetto a carenze ed emergenze prevedibili
Svizzera
1 gior
La crisi energetica fa tornare di moda il telelavoro
Alcune aziende, fra cui la Posta, stanno riconsiderando l’idea di rispedire a casa i dipendenti per risparmiare sul riscaldamento dei luoghi di lavoro
© Regiopress, All rights reserved