laRegione
08.08.22 - 17:45
Aggiornamento: 19:18

Scoperto un altro scheletro su un ghiacciaio in Vallese

I resti sono stati ritrovati nei giorni scorsi nella regione di Saas Fee. Gli esperti di medicina legale sono al lavoro

Ats, a cura di Red.Cultura
scoperto-un-altro-scheletro-su-un-ghiacciaio-in-vallese
Keystone
Scioglimento con sorpresa

Sion – Un secondo scheletro umano è stato ritrovato il 3 agosto in Vallese, sul ghiacciaio del Chessjen, nella regione di Saas Fee. Una settimana prima, un primo corpo era stato scoperto sul ghiacciaio dello Stockji, vicino a Zermatt.

Un portavoce della Polizia cantonale vallesana ha precisato a Keystone-ATS che le ossa sono state trovate mercoledì scorso, confermando una notizia riportata dal Blick. Non verranno forniti ulteriori dettagli: il caso è ora nelle mani degli esperti di medicina legale.

Questo è il secondo scheletro scoperto su un ghiacciaio quest’estate in Vallese. Due alpinisti francesi avevano già trovato ossa e attrezzature sul ghiacciaio Stockji il 26 luglio. L’identificazione è ancora in corso.

Un elenco che risale al 1925

La Polizia cantonale spiega che, in questi casi, gli investigatori iniziano con l’analizzare gli oggetti trovati con il corpo, se ce ne sono, per avere un’idea dell’epoca della scomparsa. Possono anche essere effettuati test del DNA. L’identificazione richiede diversi giorni.

La polizia vallesana ha un elenco di persone scomparse dal 1925. Lo scioglimento dei ghiacciai fa regolarmente riaffiorare corpi di persone scomparse da decenni. Nel giugno 2012, il ghiacciaio dell’Aletsch ha restituito le ossa di tre fratelli scomparsi nel 1926. Nel luglio 2017, sul ghiacciaio Tsanfleuron sono stati ritrovati i resti dei coniugi Dumoulin di Savièse (VS), scomparsi il 15 agosto 1942.

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Svizzera
Svizzera
4 ore
Le Ffs vogliono 60% di merci in più su rotaia entro il 2050
Presentato il concetto ‘Suisse Cargo Logistics’. Promesse più flessibilità, velocità e digitalizzazione, con un occhio di riguardo ai trasporti ecologici
Svizzera
4 ore
Il parlamento apre il paracadute per Axpo
Anche il Consiglio degli Stati ha approvato a passo di carica la linea di credito di 4 miliardi per far fronte a problemi di liquidità
Svizzera
4 ore
Primo sì in Parlamento all’imposta minima sulle multinazionali
Il Consiglio degli Stati quasi all’unanimità sposa la linea governativa: lasciare la maggior parte degli introiti supplementari ai Cantoni interessati
Svizzera
5 ore
Maudet studia il ritorno e si candida al Consiglio di Stato
Caduto in disgrazia, di nuovo in pista: l’ex enfant prodige del Plr vuole difendere i ‘valori di una nuova lista’
Svizzera
8 ore
Energia, il governo al parlamento: ‘Le misure attuali bastano’
Dibattito al Nazionale sul tema. Il Consiglio federale criticato per la poca anticipazione rispetto a carenze ed emergenze prevedibili
Svizzera
8 ore
La crisi energetica fa tornare di moda il telelavoro
Alcune aziende, fra cui la Posta, stanno riconsiderando l’idea di rispedire a casa i dipendenti per risparmiare sul riscaldamento dei luoghi di lavoro
Svizzera
11 ore
Il prezzo del carburante è in calo. Ma per quanto ancora?
A incidere su altri possibili ribassi diversi fattori: oltre al costo del petrolio, anche i costi di navigazione sul Reno e il tasso di cambio del dollaro
Svizzera
13 ore
Il burro non basta mai: altre 1’000 tonnellate da importare
Quinto aumento nel giro di un anno della quantità extra necessaria per soddisfare la domanda interna
Svizzera
15 ore
‘Shock prevedibile, poteva essere evitato’
L’esperto di Comparis Felix Schneuwly sul pesante aumento dei premi di cassa malati per il 2023
Svizzera
1 gior
In autostrada al massimo a 100 all’ora
È la proposta lanciata dall’Associazione traffico e ambiente per diminuire i consumi energetici
© Regiopress, All rights reserved