laRegione
29.07.22 - 08:18
Aggiornamento: 15:26

‘Consumo di gas, piano di riduzione da concordare con l’Ue’

Lo afferma la ministra dell’Energia Simonetta Sommaruga. Secondo cui la collaborazione dovrà essere ‘molto stretta’

Ats, a cura di Red.Web
consumo-di-gas-piano-di-riduzione-da-concordare-con-l-ue
Keystone
Tutti gli interessi ad allinearsi alla posizione dell’Ue

La Svizzera deve coordinarsi con l’Unione europea dopo che gli Stati membri si sono accordati su un piano di riduzione dei consumi di gas. A dirlo, intervenendo alla trasmissione della televisione svizzero-tedesca Srf ‘10vor10’, è la consigliera federale Simonetta Sommaruga, secondo cui la collaborazione dovrà essere "molto stretta, soprattutto se la situazione diventasse difficile".

In caso di carenza di gas, la Svizzera sarebbe toccata sui flussi d’importazione e avrebbe tutti gli interessi ad allinearsi all’Ue, ha spiegato la ministra dell’Energia.

Pochi giorni fa, i Paesi dell’Ue hanno trovato un’intesa su un piano d’emergenza per ridurre i consumi qualora la Russia interrompesse le sue forniture di gas. Esso prevede tagli volontari a livello nazionale del 15% fra il 1° agosto 2022 e il 31 marzo 2023.

Interrogata sulla possibile partecipazione della Confederazione a tale strategia, Sommaruga non si è sbilanciata, sottolineando come la decisione spetti al Consiglio federale. È comunque importante mostrare a Bruxelles che anche la Svizzera offre il proprio contributo, ha affermato la ministra.

Stando alla bernese, il governo dovrà inoltre stabilire se siano possibili delle concessioni per le imprese che emettono più CO2, a causa dell’utilizzo di petrolio al posto del gas. "Per la sicurezza dell’approvvigionamento energetico in inverno, numerosi Stati dovranno fare cose che avrebbero preferito non fare", ha dichiarato.

Sommaruga ha poi indicato che la Confederazione sta attualmente mettendo a punto, in collaborazione con economia e industria, una campagna focalizzata sul risparmio energetico. Essa ha come obiettivo mostrare che ognuno può fare la propria parte, anche perché, con l’aumento dei prezzi, ciò "è nell’interesse di tutti".

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Svizzera
Svizzera
19 min
Circolazione e cure infermieristiche nel menu invernale a Berna
Al via la sessione invernale che eleggerà anche i consiglieri federali in sostituzione di Maurer e Sommaruga e i nuovi presidenti delle due Camere
Svizzera
50 min
Oggi a Berna il tradizionale mercato delle cipolle
Nella capitale un centinaio di pullman turistici da tutta la Svizzera e dall’estero
elezioni cantonali
14 ore
Svitto: il Plr difende il seggio nel governo al ballottaggio
Damian Meier si è infatti imposto sulla concorrente dei Verdi liberali Ursula Lindauer. Il governo locale è interamente in mano ai partiti borghesi
alle urne
14 ore
Clima, tasse e giustizia: si è votato in otto Cantoni
Riforma giudiziaria nei Grigioni. A Basilea Città, zero emissioni di gas serra dal 2037. Deduzioni fiscali aumentate per la cassa malati nel Canton Zurigo
Svizzera
1 gior
Sergio Mattarella in visita di Stato nella Confederazione
All’ordine del giorno le relazioni bilaterali, la situazione della guerra in Ucraina, la politica europea e il Consiglio di sicurezza dell’Onu
Svizzera
1 gior
Dopo Sommaruga: Baume-Schneider e Herzog su ticket femminile
Lo ha deciso il gruppo parlamentare del Partito socialista. La consigliera agli Stati e la senatrice basilese in corsa per il Consiglio federale.
Svizzera
1 gior
Dai frontalieri alla black list: faccia a faccia a Varese
Colloquio per i dossier aperti fra il consigliere federale Ueli Maurer e il ministro italiano dell’economia e delle finanze Giancarlo Giorgetti
Svizzera
1 gior
La mafia nella Confederazione ha cellule in ‘luoghi noti’
La riflessione del procuratore generale della Confederazione Stefan Blättler che lancia un monito: ‘Bisogna fare un passo avanti’
Svizzera
2 gior
Aviazione: crescono i passeggeri, ma non a livelli pre-Covid
L’evoluzione mensile dei viaggiatori ha mostrato ritmi di recupero superiori in luglio, rispetto ad agosto e settembre
Svizzera
2 gior
Il ‘giallo’ di Zermatt: non si trova più il segretario comunale
Nessun avviso formale di scomparsa, ma l’uomo, già comandante delle Guardie Svizzere in Vaticano, sembra sparito senza lasciare traccia
© Regiopress, All rights reserved