laRegione
dati seco
12.07.22 - 19:21
Aggiornamento: 19:49

Aumentato l’export di materiale bellico nel primo semestre

I principali Paesi destinatari sono stati – in ordine – Qatar, Danimarca, Arabia Saudita, Germania e Botswana

Ats, a cura di Red.Svizzera
aumentato-l-export-di-materiale-bellico-nel-primo-semestre
Keystone
Tra i principali acquirenti Qatar, Danimarca e Germania

Nel primo semestre del 2022 è stato esportato dalla Svizzera più materiale bellico rispetto allo stesso periodo del 2021. I principali Paesi destinatari sono stati – in ordine – Qatar, Danimarca, Arabia Saudita, Germania e Botswana, ha comunicato oggi la Segreteria di Stato dell’economia (Seco).

Complessivamente nel periodo gennaio-giugno di quest’anno il volume delle esportazioni approvate dalla Seco è salito a 516,6 milioni di franchi, pari 159,8 milioni di franchi in più rispetto al primo semestre 2021. L’incremento – secondo la Seco – è dovuto in particolare ad alcune singole grandi transazioni. L’esperienza dimostra che le esportazioni di materiale bellico sono soggette a grandi fluttuazioni.

Il dettaglio

Il Qatar, che ha ricevuto materiale per un valore di 117,5 milioni di franchi, ha acquisito principalmente sistemi di difesa antiaerea intesi a proteggere gli stadi durante i Mondiali di calcio che si svolgeranno nell’inverno del 2022, sottolinea il comunicato.

In Danimarca (materiale per 101,7 milioni franchi) e in Botswana (33,1 milioni di franchi) sono stati esportati in particolare veicoli blindati del tipo Piranha e in Germania (47,7 milioni di franchi) soprattutto munizioni, componenti per veicoli blindati, pezzi di ricambio per sistemi di difesa antiaerea nonché armi da fuoco portatili e armi corte.

In Arabia Saudita dal 2016 non vengono più autorizzate esportazioni di materiale bellico per il quale sussiste un rischio elevato che possa essere impiegato nel conflitto in corso nello Yemen: le esportazioni comprendono da allora, e quest’anno per un valore di 54,4 milioni di franchi, esclusivamente ricambi e munizioni per sistemi di difesa antiaerea.

Il caso Ucraina

La Seco ricorda inoltre che sulla base del principio di parità di trattamento previsto dal diritto della neutralità e della legge sul materiale bellico (Lmb), le esportazioni di materiale bellico in Ucraina dalla Svizzera non possono in linea di massima essere autorizzate. Questo vale anche per le esportazioni tramite Paesi terzi.

La Lmb prevede la possibilità per le imprese svizzere di partecipare alle catene del valore internazionali dell’industria degli armamenti. Il 3 giugno 2022 il Consiglio federale ha pertanto deciso che le forniture di componenti e assemblaggi restano possibili senza ulteriori limitazioni purché il loro valore rispetto al materiale bellico finito non oltrepassi una certa soglia.

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Svizzera
Svizzera
13 ore
Tra sorpresa e preoccupazione, le reazioni dei deputati ticinesi
Elezioni dei consiglieri federali, Storni (Ps): ‘Pensavo che la questione linguistica avrebbe prevalso’. Marchesi (Udc): ‘Vedrei bene Rösti all’Ambiente’.
Svizzera
15 ore
La centrale elettrica di riserva è una priorità
La Confederazione firma i contratti con i principali gruppi che la costituiranno. A disposizione 280 MW di potenza
Svizzera
16 ore
90 anni, i bastoni da trekking e un figlio consigliere federale
Hanni Rösti non si è voluta perdere l’elezione del figlio: ‘Sono sempre di buon umore, ma oggi un po’ di più’
Svizzera
17 ore
Allarme rientrato a Palazzo federale e nelle sue adiacenze
Il dispositivo d’emergenza era scattato poco prima di mezzogiorno per un oggetto sospetto. Poi rivelatosi innocuo
Svizzera
18 ore
Un nuovo virus trasmesso dalle zecche anche in Svizzera
Oltre alla meningoencefalite c’è anche l’Alongshan. In fase di sviluppo un test diagnostico per individuarlo
Svizzera
19 ore
Palazzo federale, area sgomberata per oggetto sospetto
L’allarme è scattato poco prima di mezzogiorno. Chiarimenti sono in corso da parte delle forze dell’ordine
Svizzera
19 ore
Alain Berset presidente della Confederazione per il 2023
Per il socialista friborghese un’elezione non brillante: 140 voti per lui. Succederà a Ignazio Cassis
Svizzera
20 ore
Buste paga più pesanti per i dipendenti della Roche
Il ritocco al salario (del 2,3%), che diventerà effettivo dal 1° aprile, interesserà 14’200 dipendenti
Svizzera
21 ore
Abbattuto il maschio dominante del branco del Beverin
La sua uccisione risale all’8 novembre. Dieci giorni dopo il resto del branco si è messo in movimento
Svizzera
21 ore
La strada del Maloja sarà resa più sicura
Previsto un nuovo sistema di informazione. Il sistema pilota informerà gli utenti sulle possibili chiusure
© Regiopress, All rights reserved