laRegione
12.07.22 - 13:15
Aggiornamento: 19:05

La Svizzera non estraderà un ex banchiere russo

Lo ha statuito la Camera d’appello del Tribunale penale federale. L’uomo chiede ora di essere indennizzato per il precedente procedimento

Ats, a cura di Red.Web
la-svizzera-non-estradera-un-ex-banchiere-russo
Ti-Press
La sede del Tribunale penale federale di Bellinzona

Un ex banchiere russo non sarà estradato nel suo Paese d’origine a causa della situazione politica attuale in Russia, conformemente a una decisione della Camera d’appello del Tribunale penale federale (Tpf) pubblicata oggi. L’uomo vuole ora essere indennizzato per il precedente procedimento.

Il caso sembrava essere stato definito nel settembre dello scorso anno: il Tribunale federale (Tf) aveva respinto un ricorso del russo e aveva approvato la sua estradizione in Russia. In precedenza, su ordine dei tribunali svizzeri, erano state richieste alla Russia ulteriori garanzie di sicurezza. Mosca aveva presentato una richiesta di estradizione nell’aprile 2016, accusando l’ex banchiere di truffa e riciclaggio di denaro.

In aprile, l’Ufficio federale di giustizia (Ufg) aveva informato l’uomo che l’estradizione non poteva avvenire. Aveva quindi chiuso il caso e ordinato la restituzione della cauzione pagata dal russo e dei suoi documenti d’identità.

Poiché l’Ufg nella sua decisione non si era espresso sulla questione dei costi, l’ex banchiere ha presentato ricorso alla Camera d’appello. Allo stesso tempo, ha chiesto all’Ufg un periodo di 30 giorni per quantificare la sua richiesta di indennizzo. Dato che l’Ufg ha reagito alla richiesta del russo e vuole esaminare il caso, il Tpf non si è espresso in proposito.

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Svizzera
Svizzera
9 ore
Rösti e Herzog sempre favoriti, ma i gruppi non si sbottonano
Ultime audizioni oggi dei candidati al Consiglio federale. Solo i Verdi liberali esprimono una preferenza maggioritaria per la ‘senatrice’ basilese.
consiglio degli stati
10 ore
Sicurezza stradale: ‘Aderire al registro europeo’
‘Entrare nell’Erru’, il sistema elettronico che consente lo scambio di informazioni sulle imprese di trasporto per il rispetto delle norme stradali
Svizzera
13 ore
Il Nazionale vuole introdurre il reato di cyberbullismo
Approvata un’iniziativa parlamentare che modifica il codice penale dato che le protezioni legali attuali non sono sufficienti a proteggere le vittime
Svizzera
17 ore
Verso il condono edilizio dopo 30 anni per i rustici fuori zona
La mozione approvata da entrambe le Camere riguarda, per il Ticino, circa 2’000 costruzioni illegali secondo i numeri forniti dal ‘senatore’ Marco Chiesa
Svizzera
17 ore
Imposta minima Ocse, 75% del gettito va ai Cantoni
Alla Confederazione il restante 25%. Lo ha deciso oggi il Nazionale allineandosi così agli Stati.
Svizzera
23 ore
‘Una dinamica che si esaurisce? Io non sono ancora stanca!’
Governo a maggioranza latina, Giura, agricoltura, socialità: a colloquio con la ‘senatrice’ Elisabeth Baume-Schneider, candidata al Consiglio federale
cyberpornografia
1 gior
Pedofilia: maxiretata nel Canton Vaud con 96 persone fermate
Centoventi casi analizzati. Due persone in carcere, tra coloro che hanno scaricato i file il 15% sono minorenni
Svizzera
1 gior
‘Solo Sì vuol dire sì’, al Nazionale passa la modifica di legge
Approvato l’inserimento nel Codice penale del principio che qualifica come aggressione sessuale il rapporto senza il consenso esplicito
Svizzera
1 gior
Preventivo 2023, gli Stati più generosi con l’Ucraina
Aumentati i mezzi per la ricostruzione. Più soldi anche per proteggere le greggi dai lupi e per la ricerca scientifica, meno per test Covid e vaccini
Svizzera
1 gior
Credit Suisse: Bin Salman valuta un investimento da 500 milioni
La banca elvetica corre alla Borsa di Zurigo sulle ipotesi che il principe ereditario dell’Arabia Saudita possa prendere parte al progetto di rilancio
© Regiopress, All rights reserved