laRegione
10.07.22 - 09:25
Aggiornamento: 22:27

La conferenza di Lugano non ha allontanato Mosca da Berna

Per Ignazio Cassis, all’indomani del summit in riva al Ceresio i rapporti con la Russia non hanno subìto particolari cambiamenti

Ats, a cura di Red.Web
la-conferenza-di-lugano-non-ha-allontanato-mosca-da-berna
Ti-Press
‘Sì nei Paesi ostili, ma con reazioni più moderate rispetto ad altri’

La Russia non si è distanziata dalla Svizzera dopo la conferenza sulla ricostruzione dell’Ucraina tenutasi a Lugano. Non ci sono state reazioni particolari, ha dichiarato il presidente della Confederazione Ignazio Cassis a ‘Le Matin Dimanche’.

"La nostra posizione è stata chiara fin dalla ripresa delle sanzioni dell’Unione europea. Abbiamo scelto in che campo situarci, quello dei valori occidentali". L’ambasciata svizzera a Mosca è stata in contatto con il Ministero degli esteri russo "prima, durante e dopo" la conferenza di due giorni, ha dichiarato Cassis nell’intervista. "I russi hanno preso nota di ciò che stava accadendo. Non ci sono state reazioni particolari".

Mosca ha annunciato di aver incluso la Confederazione nel campo dei ‘Paesi ostili’, ha ricordato Cassis. Non ha però messo in discussione il mandato di protezione che la Svizzera esercita per la Russia in Georgia. Inoltre il Cremlino non ha rifiutato sostanzialmente i piani per un mandato svizzero per l’Ucraina in Russia, ha detto Cassis in un’altra intervista alla ‘Nzz am Sonntag’.

Le reazioni della Russia nei confronti della Svizzera sarebbero moderate rispetto ad altri Paesi occidentali, secondo Cassis. A differenza della Germania, ad esempio, la Svizzera non ha espulso alcun diplomatico.

La Russia si rivolge alla Turchia

Con l’adozione delle sanzioni dell’Ue, la Svizzera prevedeva che le relazioni fra i due Paesi si sarebbero raffreddate, ha detto Cassis. Al momento, è più probabile che la Russia si rivolga alla Turchia per gli sforzi di pace.

L’attuale linea nei confronti di Mosca non fa l’unanimità. "Le opinioni divergono anche in seno al Consiglio federale". "Ne sono felice. Il nostro sistema politico vive di opinioni diverse", ha aggiunto senza fornire altri dettagli.

I giornali del gruppo Tamedia avevano riferito in aprile che la ministra della Difesa Viola Amherd, in una lettera inviata al presidente del Comitato Olimpico Internazionale (Cio), aveva chiesto di escludere i funzionari di Russia e Bielorussia dalle posizioni di vertice delle federazioni sportive internazionali. Cassis si sarebbe opposto.

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Svizzera
Svizzera
1 ora
Circolazione e cure infermieristiche nel menu invernale a Berna
Al via la sessione invernale che eleggerà anche i consiglieri federali in sostituzione di Maurer e Sommaruga e i nuovi presidenti delle due Camere
Svizzera
1 ora
Oggi a Berna il tradizionale mercato delle cipolle
Nella capitale un centinaio di pullman turistici da tutta la Svizzera e dall’estero
elezioni cantonali
15 ore
Svitto: il Plr difende il seggio nel governo al ballottaggio
Damian Meier si è infatti imposto sulla concorrente dei Verdi liberali Ursula Lindauer. Il governo locale è interamente in mano ai partiti borghesi
alle urne
15 ore
Clima, tasse e giustizia: si è votato in otto Cantoni
Riforma giudiziaria nei Grigioni. A Basilea Città, zero emissioni di gas serra dal 2037. Deduzioni fiscali aumentate per la cassa malati nel Canton Zurigo
Svizzera
1 gior
Sergio Mattarella in visita di Stato nella Confederazione
All’ordine del giorno le relazioni bilaterali, la situazione della guerra in Ucraina, la politica europea e il Consiglio di sicurezza dell’Onu
Svizzera
1 gior
Dopo Sommaruga: Baume-Schneider e Herzog su ticket femminile
Lo ha deciso il gruppo parlamentare del Partito socialista. La consigliera agli Stati e la senatrice basilese in corsa per il Consiglio federale.
Svizzera
1 gior
Dai frontalieri alla black list: faccia a faccia a Varese
Colloquio per i dossier aperti fra il consigliere federale Ueli Maurer e il ministro italiano dell’economia e delle finanze Giancarlo Giorgetti
Svizzera
2 gior
La mafia nella Confederazione ha cellule in ‘luoghi noti’
La riflessione del procuratore generale della Confederazione Stefan Blättler che lancia un monito: ‘Bisogna fare un passo avanti’
Svizzera
2 gior
Aviazione: crescono i passeggeri, ma non a livelli pre-Covid
L’evoluzione mensile dei viaggiatori ha mostrato ritmi di recupero superiori in luglio, rispetto ad agosto e settembre
Svizzera
2 gior
Il ‘giallo’ di Zermatt: non si trova più il segretario comunale
Nessun avviso formale di scomparsa, ma l’uomo, già comandante delle Guardie Svizzere in Vaticano, sembra sparito senza lasciare traccia
© Regiopress, All rights reserved