laRegione
08.07.22 - 15:55
Aggiornamento: 20:15

Casi Dublino: stop ai sussidi federali se i cantoni tergiversano

Il Tribunale amministrativo federale richiama all’ordine il Canton Neuchâtel: nessuna ragione oggettiva impediva i trasferimenti di un eritreo e un turco

Ats, a cura di Red.Svizzera
casi-dublino-stop-ai-sussidi-federali-se-i-cantoni-tergiversano
Keystone
Il Taf bacchetta i Cantoni che tardano a eseguire i trasferimenti

Berna – La Confederazione può annullare gli indennizzi a titolo forfettario versati a un Cantone se questo non effettua il trasferimento di Dublino entro i termini previsti. Lo ha stabilito il Tribunale amministrativo federale (Taf), che ha respinto due ricorsi del Canton Neuchâtel contro le decisioni della Segreteria di Stato per la migrazione (Sem).

In due sentenze pubblicate venerdì, il Taf ricorda che nell’ambito dell’asilo l’assistenza sociale e l’aiuto d’urgenza alle persone bisognose è una competenza dei Cantoni. A tal fine, la Confederazione versa loro indennizzi a titolo forfettario. Tra i compiti dei Cantoni vi è l’esecuzione dei trasferimenti ordinati dalla Sem a seguito di decisioni di non entrata in materia ai sensi del regolamento di Dublino. La legge sull’asilo prevede che la Confederazione possa chiedere il rimborso delle sovvenzioni o sospendere il pagamento se un Cantone non esegue gli allontanamenti nei tempi previsti in assenza di ragioni oggettive.

Nessun margine di manovra per i cantoni

Nei due casi presentati al Taf dal Canton Neuchâtel, riguardanti un cittadino eritreo che avrebbe dovuto essere trasferito in Italia e un turco in procinto di essere trasferito in Bulgaria, la Sem ha riscontrato che i termini di trasferimento – rispettivamente di 6 e 18 mesi – erano scaduti senza alcuna giustificazione per la mancata esecuzione dei trasferimenti. La Segreteria ha quindi deciso di sospendere il versamento dei sussidi federali alla scadenza del termine. Il Canton Neuchâtel ha contestato questa decisione, sostenendo che i Cantoni devono poter disporre di un margine di manovra e non essere obbligati a eseguire ‘ciecamente’ i trasferimenti ordinati dalla Sem.

Nella loro sentenza, i giudici sangallesi sottolineano che il legislatore non ha concesso ai Cantoni alcun margine di manovra in materia d’asilo. In entrambi i casi, le persone interessate erano state oggetto di una procedura il cui esito poteva essere impugnato. In tali condizioni, solo ragioni oggettive avrebbero giustificato la mancata esecuzione dei trasferimenti. Ragioni che non sussistono. Nel primo caso, il Canton Neuchâtel non ha intrapreso alcuna azione concreta durante il periodo di trasferimento di sei mesi. Nel secondo, il Cantone ha aspettato 14 mesi prima di aggiornare le informazioni mediche presenti nell’incarto. Data la mancanza di una ragione oggettiva, la Sem aveva il diritto di revocare i sussidi federali.

Le sentenze non sono definitive e possono essere impugnate davanti al Tribunale federale.

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Svizzera
Svizzera
24 min
Più risorse per proteggere le greggi dal lupo
Il Nazionale vota quattro milioni supplementari. Jacques Nicolet (Udc): ‘Siamo in una situazione critica’
Svizzera
2 ore
Novembre di stabilità per l’inflazione
Mentre in Europa il rincaro nell’ultimo mese ha toccato il 10% (dato comunque in lieve flessione), in Svizzera il tasso si è attestato al 3%
Svizzera
2 ore
Biglietti digitali nel futuro dei trasporti pubblici
Troppo costosa l’infrastruttura per quelli cartacei. L’Alliance Swiss Pass pensa a un futuro votato alla digitalizzazione
Svizzera
5 ore
‘Penso troppo poco ai ‘segnali’, forse mi baso troppo sui fatti’
La consigliera agli Stati socialista Eva Herzog è la favorita per la successione di Simonetta Sommaruga in Consiglio federale. Intervista.
friburgo
12 ore
Tribunale cantonale assolve in appello 27 attivisti per clima
Avevano bloccato l’entrata di un centro commerciale il 29 novembre 2019 in occasione della giornata del Black Friday.
Svizzera
19 ore
Mattarella auspica Berna in programmi europei di ricerca
Per il presidente italiano ‘una collaborazione che si inserisce nel più ampio contesto europeo e contribuisce allo sviluppo del nostro continente’
Svizzera
23 ore
Sulla protezione della biodiversità la Svizzera è indietro
La Confederazione è all’ultimo posto in Europa: dal 2012 nessuna zona è stata inserita nella rete paneuropea di aree protette ‘Smeraldo’
Svizzera
1 gior
Tetto massimo ai premi di cassa malati, non se ne parla
Il Consiglio degli Stati ha respinto l’entrata in materia sulla proposta socialista di limitare i premi al 10% del reddito disponibile
Svizzera
1 gior
Cercasi mangiatori di plastica nei suoli alpini
L’Istituto federale di ricerca sulla foresta, la neve e il paesaggio ne ha analizzato la possibilità: scoperti organismi sensibili
Successione Sommaruga-Maurer
1 gior
I partiti mantengono un profilo basso
A seguito delle prime audizioni i vari gruppi partitici non si sbilanciano: per il momento nessuna raccomandazione di voto
© Regiopress, All rights reserved