laRegione
01.07.22 - 14:30
Aggiornamento: 14:45

Si invaghisce via social di un medico dell’Onu. Ma è una truffa

Una 62enne argoviese è stata raggirata e frodata per diverse decine di migliaia di franchi. La polizia: ‘State in guardia: malfattori abili’

Ats, a cura de laRegione
si-invaghisce-via-social-di-un-medico-dell-onu-ma-e-una-truffa
Keystone
La truffa dietro l’angolo

Una donna argoviese di 62 anni si è invaghita di un falso principe azzurro conosciuto su Facebook: l’uomo, un fantomatico medico attivo per l’Onu, è riuscito a sottrarle decine di migliaia di franchi. Lo comunica oggi la polizia di Argovia, precisando che queste ‘truffe romantiche’ via social-media sono diventate una delle forme più comuni di frode.

Nel caso in questione, la donna è stata contattata via Facebook da un presunto ‘Dr. Joseph Greyson’, un aitante giovane uomo che sosteneva di lavorare come medico per le Nazioni Unite in Sudan. Il personaggio fittizio – inventato da una banda criminale – ha intrattenuto un vivace scambio di messaggi con la 62enne, irretendola e guadagnandosi così la sua fiducia.

Dopo un certo tempo l’uomo ha raccontato di aver ordinato un regalo per la figlia da un negozio di elettronica svizzero e ha chiesto alla donna argoviese di ritirare il dispositivo ordinato e di spedirlo al suo indirizzo in Sudan. La procedura si è ripetuta, ad esempio con le scarpe per bambini destinate a un presunto orfanotrofio. In un’occasione, la 62enne ha pagato oltre 20’000 franchi per presunte spese doganali e di trasporto. A un certo punto la donna si è insospettita e ha contattato la polizia, scoprendo così di essere stata vittima di un raggiro.

La polizia mette in guardia: "Questo esempio mostra come i truffatori costruiscano abilmente un rapporto di fiducia e lo sfruttino per fare lauti guadagni. Dietro la truffa ci sono bande organizzate. Nel solo cantone di Argovia, l’importo totale di questo tipo di frode quest’anno supera di gran lunga il milione di franchi.

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Svizzera
Svizzera
3 ore
Soldato impiegato al Wef indagato per un reato sessuale
Un portavoce della giustizia militare ha confermato un’informazione della ‘Weltwoche’. Avviata un’inchiesta.
Svizzera
8 ore
USS annuncia un referendum contro la riforma del 2º pilastro
I sindacati interrompono contestualmente la raccolta firma per l’iniziativa ‘Utili della Banca nazionale per un’AVS forte’
Svizzera
8 ore
Ginevra, Uber può continuare a operare
L’azienda ha ottenuto misure superprovvisionali. Lo Stato di recente aveva vietato le sue attività.
Svizzera
9 ore
Maurizio Dattrino al comando della Divisione territoriale 3
Il brigadiere ticinese, attinente di Arbedo, sostituirà il divisionario Lucas Caduff che va in pensione
Svizzera
9 ore
Penuria di farmaci, al lavoro una task force
Su incarico del Consiglio federale, avrà il compito di valutare le misure a breve termine per far fronte a questo fenomeno ‘problematico’
Svizzera
10 ore
Indonesiani contro Holcim, fallita la trattativa di risarcimento
Si tratta del secondo capitolo a livello giudiziario della vertenza, dopo che una conciliazione per stabilire un risarcimento è fallita lo scorso ottobre
Svizzera
13 ore
1° febbraio: è il giorno della prova sirene
Le sirene suoneranno in tutta la Svizzera. In Ticino alle 13.30, 13.35, 13.45 e 13.55 sarà diffuso un suono continuo e modulato, della durata di un minuto
Svizzera
15 ore
Esportare le procedure d’asilo è ‘un’idea balzana’
L’Udc vuole una Svizzera senza richiedenti e si ispira all’accordo tra Regno Unito e Ruanda. Il professor Achermann: vecchia idea, destinata a morire.
Svizzera
1 gior
Sulle etichette dei prodotti freschi anche il mezzo di trasporto
Lo chiede un’iniziativa parlamentare approvata dalla Commissione scienza, educazione e cultura degli Stati, in particolare per il trasporto via aereo
Svizzera
1 gior
Corona-Leaks, in esame la consegna dei dati a Marti
La consigliera federale Keller-Sutter chiede di verificare se il procuratore straordinario può legalmente accedere all’intera casella e-mail di Lauener
© Regiopress, All rights reserved