laRegione
munizioni-nei-laghi-un-rischio-finanziario-per-la-confederazione
29.06.22 - 23:02
Aggiornamento: 30.06.22 - 18:28
Ats, a cura de laRegione

Munizioni nei laghi un rischio finanziario per la Confederazione

Da un rapporto del Controllo federale delle finanze (Cdf) sul risanamento dei siti contaminati emergono costi valutati in centinaia di milioni di franchi.

Le munizioni presenti nei laghi svizzeri rappresentano per la Confederazione un rischio finanziario, oltre che per l’immagine. È quanto emerge da un rapporto del Controllo federale delle finanze (Cdf) sul risanamento dei siti contaminati.

Il Cdf ha analizzato la situazione dei siti contaminati di competenza del Dipartimento federale della difesa, della protezione della popolazione e dello sport (Ddps). In questo contesto è stata rilevata in particolare la problematica delle munizioni presenti nei laghi e quella della mancanza di scadenze per la bonifica. I costi per analisi, sorveglianza e bonifica vengono valutati in diverse centinaia di milioni di franchi. Cifre più precise non sono però al momento disponibili, poiché non tutte le indagini del caso sono state effettuate.

Secondo indicazioni dell’Ufficio federale dell’ambiente (Ufam), i siti dovrebbero essere ripuliti entro il 2040. Le basi legali non contengono però scadenze vincolanti. A dipendenza delle priorità del Ddps, tutto potrebbe quindi slittare. Il Cdf valuta quindi essenziale fissare obiettivi per quel che riguarda la tempistica, oltre che chiare priorità. Nel rapporto viene fatto l’esempio della piazza di tiro di Forel, attiva da circa 100 anni sul lago di Neuchâtel. Secondo stime, nelle acque si trovano fra 4500 e 5000 tonnellate di munizioni.

Ddps accetta raccomandazioni

In una presa di posizione, il Ddps sottolinea di essere responsabile di oltre 2500 siti inquinati. La situazione viene monitorata e si interviene nei punti più critici. Ad oggi sono già stati bonificati oltre 70’000 metri quadri. Il Dipartimento accoglie comunque la raccomandazione di una più chiara fissazione delle priorità e di una migliore programmazione. Verrà dato inoltre maggior peso all’analisi della problematica dei siti contaminati.

Seleziona il tag per leggere articoli con lo stesso tema:
cdf confederazione ddps munizioni
Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Svizzera
Svizzera
1 ora
Riflessione e tolleranza. È l’inno della 29esima Street Parade
Iniziato nel pomeriggio sulle rive della Limmat il mega raduno a ritmo di musica elettronica dalle ‘love mobile’
Svizzera
3 ore
Derubato di telefono e portafoglio da ignoti
Aggressione a scopo di furto ieri sera a nel canton Basilea. La polizia è alla ricerca di quattro uomini calvi
Svizzera
3 ore
Smart contro un camion: una 22enne ferita in modo grave
L’incidente stradale si è verificato ieri pomeriggio a Hunzenschwil (Ag). I due veicoli si sono scontrati frontalmente
Svizzera
5 ore
Crisi energetica: la legna per riscaldarsi non è la soluzione
Lo afferma il meteorologo Jörg Kachelmann, secondo cui il pellet è dannoso per il clima tanto quanto il carbone, il gas o il petrolio
Svizzera
5 ore
Ritrovato il corpo dell’87enne sparito nelle acque del Lemano
L’uomo, un tedesco, era scomparso martedì pomeriggio nei pressi di Montreux. È stato rinvenuto a 100 m di profondità
Svizzera
22 ore
In Svizzera moria di pesci di ‘proporzioni storiche’
La federazione dei pescatori teme che un numero ancora maggiore di specie autoctone possa scomparire per sempre
Svizzera
23 ore
Unia: ‘Divario salariale aumenta, occorre intervenire’
Il sindacato denuncia la stagnazione degli stipendi più bassi e l’aumento di quelli dei dirigenti
Svizzera
23 ore
Aumentano i posti vacanti fra le imprese svizzere
Sui siti internet delle 50 imprese più grandi si contano 12’400 annunci: il 34% in più rispetto a un mese fa
Svizzera
1 gior
Peste suina: Turgovia addestra cani per individuarla
La malattia è mortale per cinghiali e maiali, non per l’uomo. C’è un rischio elevato che arrivi presto in Svizzera, ritiene l’Ufficio federale competente
Svizzera
1 gior
Poca acqua nel Reno, il costo della benzina resta alto
Le navi possono trasportare un quarto delle merci rispetto a un anno fa. I costi di trasporto sono dunque fortemente aumentati.
© Regiopress, All rights reserved