laRegione
la-svizzera-riprende-il-sesto-pacchetto-di-sanzioni
Keystone
29.06.22 - 16:25
Ats, a cura de laRegione

La Svizzera riprende il sesto pacchetto di sanzioni

Le nuove misure contro la Russia prevedono in particolare un embargo sul petrolio greggio e su alcuni prodotti petroliferi provenienti dal Paese

La Svizzera riprende il sesto pacchetto di sanzioni contro la Russia emanata dall’Ue lo scorso tre giugno. Entreranno in vigore oggi alle 18. Lo ha deciso il Consiglio federale, che ha aggiornato le relative ordinanze.

Le nuove misure prevedono in particolare un embargo sul petrolio greggio e su alcuni prodotti petroliferi provenienti dalla Russia. Con la ripresa delle sanzioni europee, anche in Svizzera sono vietati l’acquisto, l’importazione, il transito e il trasporto di questi beni.

Divieto di utilizzare determinati servizi

L’embargo prevede anche il divieto di fornire determinati servizi, comprese le assicurazioni e le riassicurazioni, in relazione con il trasporto di petrolio e di alcuni prodotti petroliferi russi, a prescindere dalla destinazione. Così come avviene nell’Ue, in Svizzera l’embargo entrerà in vigore gradualmente entro l’inizio del 2023.

In ambito finanziario viene reintrodotto il divieto di fornire servizi come auditing, pubbliche relazioni e consulenza alle imprese e al governo russo nonché a persone giuridiche e organizzazioni stabilite in Russia. Il sesto pacchetto include anche limitazioni a tre media di Mosca e l’inclusione nella lista nera dell’Ue di enti e personalità varie. Quest’ultima misura era già stata recepita da Berna il 10 giugno.

Seleziona il tag per leggere articoli con lo stesso tema:
consiglio federale russiaucraina sanzioni
Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Svizzera
Svizzera
59 min
‘Per la tutela del clima necessaria un’altra fiscalità’
Lo dice Gioventù socialista, che lancia l’‘Iniziativa per il futuro’. Osteggiata dai Giovani liberali: ‘Attacco frontale al modello svizzero’
Svizzera
1 ora
Per Viktor Janukovyč sanzioni anche Svizzere
La Confederazione si allinea a quanto deciso dall’Unione europea: pure l’ex presidente ucraino, assieme a suo figlio, finisce sulla lista
Svizzera
2 ore
Si schianta un aliante in Vallese, muore il pilota 72enne
Il velivolo è precipitato ieri sera sul ghiacciaio vallesano del Giétro, nella Val de Bagnes
Svizzera
3 ore
Tenta una rapina in banca, ma poi si dà alla fuga
Un 25enne ceco si è presentato con un coltello allo sportello della Banca Cantonale Grigoine di St. Moritz. La polizia lo ha poi arrestato
Svizzera
3 ore
Indennità di servizio civile va calcolata su base realistica
Lo ha stabilito il Tribunale federale di Lucerna, che sconfessa una decisione del Tribunale cantonale di Basilea Campagna
Svizzera
3 ore
Dal Ticino più diretti in Romandia. Aggirando Visp
Dopo anni di lavori, il 23 settembre aprirà la circonvallazione autostradale della località vallesana. Ma per ora solo sull’asse est-ovest
Svizzera
4 ore
Ecco le contromosse per scongiurare il blackout
Via libera alle trattative per l’utilizzo di centrali elettriche di riserva. E si valuta pure l’impiego dei generatori di emergenza
Svizzera
5 ore
Caro-benzina, verso un’inchiesta e un calcolatore dei prezzi
La Commissione economia e tributi al Nazionale ha accolto una mozione per affidare alla Comco un’inchiesta su eventuali distorsioni della concorrenza
Svizzera
5 ore
Ritrovato morto l’alpinista disperso sopra Flims
Il corpo senza vita dell’uomo, segnalato disperso da qualche giorno dal canton Zurigo, è stato ritrovato ai piedi della sella del Surenjoch (Gr/Gl)
Svizzera
5 ore
Norme più severe per i voli commerciali con aerei storici
In base alle risultanze dell’inchiesta relativa al ‘crash’ sul Piz Segnas, rivista l’ordinanza sulla navigazione aerea: paletti più stretti
© Regiopress, All rights reserved