laRegione
20.06.22 - 10:30
Aggiornamento: 16:55

Forte aumento dell’inflazione nel 2022. Poi il rallentamento

Per quest’anno previsto un tasso del 2,6%, che dovrebbe scendere all’1,7% nel 2023 (contro l’1,1% stimato in marzo)

Ats, a cura de laRegione
forte-aumento-dell-inflazione-nel-2022-poi-il-rallentamento
Vita più cara

L’inflazione dovrebbe aumentare notevolmente quest’anno in Svizzera, trainata al rialzo dall’impennata dei prezzi delle materie prime, per poi rallentare nel 2023. La congiuntura elvetica e il mercato del lavoro dovrebbero tuttavia resistere all’aumento globale dei prezzi.

Gli 11 economisti intervistati dal Centro di ricerca congiunturale del Politecnico di Zurigo (Kof) prevedono un tasso di inflazione del 2,6% nel 2022. Nella precedente indagine di marzo puntavano ancora a un +2,0%, si legge in un comunicato.

Il rincaro dovrebbe scendere all’1,7% nel 2023 (+1,1% nelle stime di marzo). Su un orizzonte di cinque anni, le prospettive di inflazione rimangono all’1,1%.

Come detto, l’inflazione, dovuta principalmente all’impennata dei prezzi dell’energia e delle materie prime agricole, dovrebbe avere un impatto limitato sull’economia svizzera. Secondo le proiezioni degli specialisti intervistati dal Kof, il Pil elvetico salirà del 2,5% quest’anno, un dato invariato rispetto a marzo. Nel 2023 la crescita dovrebbe poi rallentare a un +1,6% (+1,7% previsto a marzo) e attestarsi all’1,4% tra cinque anni.

Anche il mercato del lavoro dovrebbe rimanere in buone condizioni con un tasso di disoccupazione previsto quest’anno al 2,2%, contro il 2,4% di marzo. Nel 2023 dovrebbe rimanere a questo livello.

Le recenti decisioni della Banca nazionale svizzera (Bns) dovrebbero da parte loro influenzare i tassi: il tasso di riferimento Saron (Swiss Average Rate Overnight), sulla base del quale sono calcolate le ipoteche, è ora previsto a -0,51%, in calo rispetto al -0,69% del sondaggio di marzo. Tra un anno dovrebbe muoversi – per la prima volta dal 2015 – in territorio positivo con un +0,15%.

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Svizzera
Successione Sommaruga-Maurer
5 ore
I partiti mantengono un profilo basso
A seguito delle prime audizioni i vari gruppi partitici non si sbilanciano: per il momento nessuna raccomandazione di voto
Svizzera
6 ore
Sergio Mattarella accolto con gli onori militari
Il Consiglio federale al completo ha accolto il presidente della Repubblica italiana, il quale resterà nel Paese per una visita di Stato di due giorni
Svizzera
7 ore
Vögele Shoes chiude a fine anno e licenzia 131 persone
La società si trova attualmente al centro di una procedura di fallimento
Svizzera
7 ore
Il lupo resta ‘rigorosamente protetto’
La Convenzione di Berna respinge la richiesta svizzera di catalogare il grande predatore come specie solo ‘protetta’
Svizzera
7 ore
Sindacati e impresari costruttori raggiungono un accordo
L’esito dei negoziati per il contratto mantello deve ancora essere approvato dagli organi decisionali di entrambe le parti
Svizzera
8 ore
Se il Gigante giallo non resta al passo coi tempi
A rivelarlo Roberto Cirillo, Ceo della Posta: ‘Non ci stiamo muovendo abbastanza velocemente nell’attuazione della nostra strategia di ammodernamento’
Svizzera
11 ore
Al via la riforma del Secondo pilastro
Passano la riduzione del tasso di conversione dal 6,8 al 6% e l’abbassamento della soglia d’entrata nel sistema
Svizzera
13 ore
In Svizzera c’è una grave carenza di personale specializzato
In difficoltà soprattutto i settori della sanità, dell’informatica e delle scienze ingegneristiche. A rilevarlo il relativo indice di Adecco
Svizzera
15 ore
A Berna inizia il dibattito sul preventivo 2023
Pandemia e salvataggio del settore energetico pesano sul budget della Confederazione, previsto in deficit per 4,8 miliardi di franchi
Svizzera
16 ore
Al via la visita in Svizzera del presidente italiano Mattarella
Il presidente della Repubblica incontrerà il presidente della Confederazione Cassis e i consiglieri federali Sommaruga, Amherd e Parmelin
© Regiopress, All rights reserved