laRegione
13.06.22 - 12:51
Aggiornamento: 14:51

Il rogo di Neuchâtel partito da un gioco di bambini

L’incendio aveva provocato ingenti danni a una palazzina nel centro della città. Sei pompieri avevano rimediato una leggera intossicazione

Ats, a cura de laRegione
il-rogo-di-neuchatel-partito-da-un-gioco-di-bambini
Keystone
Trovata la causa

All’origine del grosso incendio che sabato ha gravemente danneggiato una palazzina storica in centro a Neuchâtel vi è il gioco di due bambini di età inferiore ai dieci anni. Il disastro non avrà quindi conseguenze a livello penale.

Sarà invece informata l’autorità di protezione dei minori e degli adulti affinché possa esaminare se sia necessario prevedere "misure per il bene dei bambini", ha indicato oggi il ministero pubblico cantonale in un comunicato.

I due bimbi hanno dato fuoco a della carta in un sacchetto di cartone, che non sono riusciti a spegnere completamente. "Hanno poi deciso di nascondere ai genitori il problema a cui erano confrontati portando il sacchetto ancora fumante in soffitta", precisa la Procura in una nota.

Alla fine i bambini si sono accorti che il fuoco si stava diffondendo all’edificio e hanno svegliato i genitori, che si sono subito resi conto che l’incendio non era più controllabile. La famiglia ha quindi lasciato la palazzina dopo aver informato i vicini. I soccorsi e i pompieri sono rapidamente giunti sul posto.

A seguito del rogo, diversi residenti hanno dovuto essere ricollocati. Una famiglia è stata sistemata in un albergo, mentre gli altri hanno trovato un tetto presso privati.

L’incendio ha dato filo da torcere ai pompieri e 6 di loro sono stati sottoposti a un controllo in ospedale. L’incendio, scoppiato alle 8.30, era poi stato domato a fine mattinata. I danni sono ingenti.

Leggi anche:

Incendio danneggia una palazzina storica di Neuchâtel

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Svizzera
Successione Sommaruga-Maurer
2 ore
I partiti mantengono un profilo basso
A seguito delle prime audizioni i vari gruppi partitici non si sbilanciano: per il momento nessuna raccomandazione di voto
Svizzera
3 ore
Sergio Mattarella accolto con gli onori militari
Il Consiglio federale al completo ha accolto il presidente della Repubblica italiana, il quale resterà nel Paese per una visita di Stato di due giorni
Svizzera
4 ore
Vögele Shoes chiude a fine anno e licenzia 131 persone
La società si trova attualmente al centro di una procedura di fallimento
Svizzera
5 ore
Il lupo resta ‘rigorosamente protetto’
La Convenzione di Berna respinge la richiesta svizzera di catalogare il grande predatore come specie solo ‘protetta’
Svizzera
5 ore
Sindacati e impresari costruttori raggiungono un accordo
L’esito dei negoziati per il contratto mantello deve ancora essere approvato dagli organi decisionali di entrambe le parti
Svizzera
6 ore
Se il Gigante giallo non resta al passo coi tempi
A rivelarlo Roberto Cirillo, Ceo della Posta: ‘Non ci stiamo muovendo abbastanza velocemente nell’attuazione della nostra strategia di ammodernamento’
Svizzera
8 ore
Al via la riforma del Secondo pilastro
Passano la riduzione del tasso di conversione dal 6,8 al 6% e l’abbassamento della soglia d’entrata nel sistema
Svizzera
10 ore
In Svizzera c’è una grave carenza di personale specializzato
In difficoltà soprattutto i settori della sanità, dell’informatica e delle scienze ingegneristiche. A rilevarlo il relativo indice di Adecco
Svizzera
12 ore
A Berna inizia il dibattito sul preventivo 2023
Pandemia e salvataggio del settore energetico pesano sul budget della Confederazione, previsto in deficit per 4,8 miliardi di franchi
Svizzera
13 ore
Al via la visita in Svizzera del presidente italiano Mattarella
Il presidente della Repubblica incontrerà il presidente della Confederazione Cassis e i consiglieri federali Sommaruga, Amherd e Parmelin
© Regiopress, All rights reserved