laRegione
analisi-di-laboratorio-a-prezzi-piu-bassi-dal-1-agosto
Keystone
09.06.22 - 13:31
Aggiornamento: 14:14
Ats, a cura de laRegione

Analisi di laboratorio a prezzi più bassi dal 1° agosto

L’Ufficio federale della sanità pubblica (Ufsp) ridurrà del 10% le tariffe

A partire dal primo agosto, l’Ufficio federale della sanità pubblica (Ufsp) ridurrà del 10% le tariffe per le analisi di laboratorio. Tale misura comunicata oggi dallo stesso Ufsp ha un effetto di risparmio di 140 milioni di franchi all’anno. La revisione della tariffa per la determinazione della vitamina D permetterà di risparmiare altri circa 30 milioni all’anno, viene aggiunto.

Il Dipartimento federale dell’interno (Dfi) deve rivedere le tariffe attuali di ogni singola analisi per garantire che siano calcolate secondo i principi dell’economia aziendale, ha scritto giovedì l’Ufficio federale della sanità pubblica (Ufsp). Questo processo dovrebbe durare fino al 2025.

La riduzione del 10% viene introdotta come soluzione transitoria, in modo che la riduzione delle tariffe possa essere attuata entro un periodo di tempo ragionevole, ha spiegato l’Ufsp. Sarà revocata non appena il Dfi avrà completato la sua revisione.

‘Prezzi sproporzionati’

L’Ufsp spiega questa decisione con la riduzione dei costi unitari dovuta ai maggiori volumi e alla maggiore automazione. "Inoltre, il prezzo di acquisto dei materiali per i laboratori è sproporzionato rispetto ai Paesi vicini", ha aggiunto.

Secondo la dichiarazione, il Dfi sta anche esaminando ulteriori riduzioni lineari dei prezzi, lasciando "tempo sufficiente ai laboratori per attuarle". Va notato che i test eseguiti dai medici di famiglia sono esclusi dalla riduzione lineare e dalla revisione differenziata.

Analisi della vitamina D consentirà di risparmiare 30 milioni l’anno

Una valutazione delle tecnologie sanitarie (Hta) ha inoltre rilevato che una tariffa rivista per la determinazione della vitamina D consentirà di risparmiare circa 30 milioni di franchi svizzeri all’anno. Il rimborso dei costi di tali test da parte dell’assicurazione obbligatoria delle cure medico-sanitarie (Aoms) sarà limitato ai casi di carenza di vitamina D accertata o sospetta a partire dal 1° luglio 2022.

Le analisi preventive saranno più chiaramente escluse rispetto al passato e anche la frequenza delle analisi di controllo e di follow-up sarà ridotta, osserva l’Ufsp. Questa decisione è stata presa sulla base dell’esperienza nazionale e internazionale, delle linee guida e delle raccomandazioni, e in accordo con le organizzazioni professionali.

Trattamento del cheratocono

Dal 1° luglio 2022, l’assicurazione sanitaria svizzera coprirà il costo del trattamento di "crosslinking UV" per il cheratocono progressivo (assottigliamento e rigonfiamento della cornea dell’occhio con perdita dell’acuità visiva). Questo trattamento, che mira a rafforzare la cornea con la luce UV, è stato escluso dalla copertura obbligatoria dal 1° agosto 2008 a causa di problemi di sicurezza. Tuttavia, un rapporto commissionato dall’Ufsp ha dimostrato che il trattamento è sicuro ed efficace.

Ulteriori modifiche all’ordinanza sulle prestazioni dell’assicurazione sanitaria obbligatoria e ai suoi allegati entreranno in vigore il 1° luglio 2022 e altre in date successive.

Seleziona il tag per leggere articoli con lo stesso tema:
analisi laboratorio ufsp
Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Svizzera
Svizzera
7 min
Rissa fra tifosi di Young Boys e Anderlecht, feriti e danni
La lite è avvenuta davanti a un bar nella Kornhausplatz di Berna. Durante la zuffa, i mobili dell’esercizio pubblico sono stati danneggiati
Svizzera
40 min
Bimba di 4 anni morta dopo essere caduta dal balcone
L’incidente è avvenuto stamane attorno alle 8.30 a Vernier (Ge). Vani i soccorsi: la piccola è morta sul posto
Svizzera
1 ora
Locarnese, Basilea e Vaud sotto i nubifragi
A Locarno il record di precipitazioni con 89 millimetri, in altre località del Verbano misurati 56 mm. A Basilea acqua nelle sale della Fondazione Beyeler
Svizzera
1 ora
69enne ucciso a Lauterbrunnen, arrestata la moglie
In una nota, la Polizia cantonale indica di aver ricevuto una segnalazione verso le 20.15, secondo la quale una donna aveva ferito mortalmente un uomo
Svizzera
1 ora
Trasporti pubblici quasi ai livelli pre-Covid
Il primo trimestre dell’anno ha fatto segnare un sensibile aumento dei chilometri percorsi a persone, saliti a 4,9 miliardi
Svizzera
2 ore
Lavoro e permessi S, le aziende vogliono più sicurezze
Il 56% degli imprenditori ha mostrato interesse ad assumere profughi ucraini, il 10% già l’ha fatto. Ma servirebbero maggiori garanzie
Svizzera
3 ore
Pannelli solari nelle discariche, Consiglio federale favorevole
Le necessarie basi legali saranno create: accolta una mozione in tal senso di Rocco Cattaneo
Svizzera
3 ore
La siccità fa rivedere al ribasso le scorte di petrolio
La scarsa navigabilità del Reno spinge Berna a optare per un ulteriore taglio alle riserve obbligatorie. Che saranno ridotte del 12,8%
Svizzera
3 ore
Torna il sereno sul turismo. Ma la crisi non è alle spalle
Svizzera Turismo tira le somme della prima parte della stagione, ed è un bilancio positivo. In vista dell’autunno la prudenza resta però d’obbligo
Svizzera
3 ore
La ripresa economica spinge l’aumento dell’immigrazione
Nel primo semestre 2022 l’immigrazione nella popolazione residente permanente di nazionalità straniera è cresciuta del 21% rispetto all’anno precedente
© Regiopress, All rights reserved