laRegione
i-prezzi-della-merce-vanno-indicati-subito-e-non-alla-cassa
Ti-Press
Quanto costi?
25.05.22 - 13:37
Ats, a cura de laRegione

I prezzi della merce vanno indicati subito. E non alla cassa

La regola vale tanto per i negozi fisici quanto per quelli online: il Governo rivede la relativa ordinanza, che sarà effettiva dal 1° luglio

Il prezzo da pagare per un prodotto o un servizio va indicato chiaramente fin dall’inizio del processo d’acquisto e non comunicato solo nel riepilogo dell’ordine. A seguito di una sentenza del Tribunale federale (Tf), il Governo ha modificato un’ordinanza per precisare la prassi da seguire in materia.

Nella sua seduta odierna, il Governo ha deciso di adeguare l’ordinanza sull’indicazione dei prezzi (Oip) – l’entrata in vigore è stata fissata al 1° luglio – per rispondere ai dubbi sollevati sulla questione. La pubblicazione di una sentenza del Tf aveva infatti fatto emergere incertezze riguardo al momento in cui va indicato il prezzo nel commercio online.

L’obiettivo dell’Oip è fare in modo che i prezzi siano chiari e comparabili ed evitare qualsiasi informazione ingannevole. Secondo l’ordinanza, le merci e determinate prestazioni offerte in vendita al consumatore devono essere contrassegnate con il prezzo effettivamente da pagare in franchi svizzeri. Il testo è formulato in modo neutro dal punto di vista tecnologico e si applica tanto ai negozi fisici quanto a quelli sul web.

Il Governo specifica che il prezzo va indicato al momento e nelle vicinanze dell’offerta, e non solamente poco prima della stipula del contratto. In poche parole, nel commercio online il costo di qualcosa deve essere comunicato all’inizio del processo d’acquisto: non basta che figuri unicamente nel riepilogo dell’ordine al termine dell’operazione.

Ciò vale anche per i negozi fisici, dove il prezzo va affisso nei pressi della merce esposta e non fatto sapere solo una volta giunti in cassa.

Viene inoltre precisato che i supplementi obbligatori, per esempio per la prenotazione, il servizio o l’elaborazione, rientrano nella categoria "supplementi non facoltativi di qualsiasi tipo" e sono dunque da includere nel prezzo.

Al contrario, i costi di spedizione possono continuare a essere indicati separatamente.

Seleziona il tag per leggere articoli con lo stesso tema:
commercio online prezzi vetrine negozi
Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Svizzera
Svizzera
2 ore
Landquart, in fiamme un container abitativo. Arrestato un uomo
Fermato un marocchino 43enne per l’incendio alla struttura, utilizzata per sanzionare i residenti di altri centri di accoglienza
Svizzera
3 ore
Da Sempach un appello alla solidarietà con l’Ucraina
Dopo due anni d’attesa, torna in grande stile la commemorazione della battaglia. Con la presenza della ‘prima cittadina’ svizzera Irène Kälin
Svizzera
4 ore
Gas per tutti in inverno? Nessuno lo può garantire
La ministra dell’energia Simonetta Sommaruga non esclude che nella stagione fredda si vada incontro a difficoltà nell’approvvigionamento
Svizzera
6 ore
Quattro motociclisti feriti in tre incidenti sul Susten
Una settimana dopo il tragico sinistro costato la vita a due ticinesi, altro weekend da dimenticare sulla strada del passo tra i cantoni Uri e Berna
Svizzera
7 ore
‘I fronti in Ucraina continueranno a inasprirsi’
Ne è convinta la ministra della Giustizia Karin Keller-Sutter, secondo cui ‘la situazione potrebbe peggiorare considerevolmente in inverno’
Svizzera
7 ore
‘L’iniziativa contro l’acquisto degli F-35? Un errore’
Erich Fehr, presidente della piattaforma social-liberale ‘I socialisti liberali nel Ps svizzero’ critica la linea del partito
Svizzera
9 ore
Con Lugano, la Svizzera preserverà la sua immagine di ‘leader’
Ne è convinto Nicolas Bideau. Secondo cui la Conferenza per la ricostruzione dell’Ucraina è un evento ‘compatibile’ con la neutralità
Svizzera
12 ore
Nel 2022 più donne nei Cda delle grandi aziende
Nelle cento maggiori società svizzere quotate in borsa la loro percentuale è passata dal 25,4% al 28,5%
Svizzera
1 gior
‘Putin vattene’. E ancora, ‘Liberate l’Ucraina, e la Russia’
Manifestazione per le strade di Ginevra per chiedere la cessazione del conflitto ucraino e per uno scambio di prigionieri
Svizzera
1 gior
Torna in funzione il reattore numero 1 di Beznau
Dopo una revisione di due mesi, la centrale di Döttingen ha ricevuto luce verde da parte dell’ispettorato federale della sicurezza nucleare
© Regiopress, All rights reserved