laRegione
17.05.22 - 15:38
Aggiornamento: 19:06

Casse pensioni: 2021 positivo con livelli di copertura record

Il 2021 molto positivo anche per gli investimenti: gli istituti di previdenza hanno infatti realizzato un rendimento patrimoniale netto medio dell’8,0%

casse-pensioni-2021-positivo-con-livelli-di-copertura-record
Keystone

Grazie a un 2021 molto positivo sui mercati azionari, gli istituti di previdenza svizzeri hanno ulteriormente migliorato la loro situazione finanziaria. La maggior parte delle casse pensioni ha chiuso l’esercizio con tassi di copertura record. Tuttavia, i vertici della Commissione di alta vigilanza della previdenza professionale (Cav Pp) hanno sottolineato oggi a Berna come dall’inizio del 2022 siano cominciati a delinearsi sviluppi negativi.

Alla fine del 2021 i gradi di copertura delle casse pensioni senza garanzia dello Stato hanno raggiunto un nuovo record, con una media del 118,5% (fine 2020: 113,5%), mentre quelli con garanzia statale si sono attestati all’89,3% (fine 2020: 85,8%). Si tratta dei tassi di copertura medi più elevati registrati da anni, è stato rilevato presentando il rapporto di attività annuale della Cav Pp.

Ma la situazione sui mercati resta volatile. Stando alle più recenti previsioni, il grado di copertura medio degli istituti senza garanzia dello Stato è già sceso al 112,9% alla fine di marzo del 2022.

Rendimento patrimoniale netto in aumento

Il 2021 è stato molto positivo anche per gli investimenti: gli istituti di previdenza hanno infatti realizzato un rendimento patrimoniale netto medio dell’8,0%. Nel 2020, primo anno pandemico, tale rendimento si era attestato al 4,4%. Nell’anno in rassegna gli assicurati attivi hanno beneficiato di una remunerazione media dei capitali di previdenza nettamente più elevata (3,69% a fronte dell’1,84% nel 2020).

Tuttavia, non si è registrata praticamente alcuna ridistribuzione da questi assicurati attivi verso i beneficiari di rendita. E la Cav Pp prevede che anche in futuro la ridistribuzione annuale sarà inferiore all’attuale media quinquennale (4,7 miliardi di franchi). Ciò è dovuto al fatto che negli ultimi anni gli istituti di previdenza hanno costantemente ridotto i tassi d’interesse tecnici e quindi già provveduto a rifinanziare le rendite correnti, è stato rilevato.

In 7 anni persi 500 istituti

A dieci anni dalla riforma strutturale delle casse pensioni, il sistema di vigilanza si trova di fronte a sfide crescenti: tra il 2014 e il 2021, il numero di istituti di previdenza è sceso da circa 2’000 a 1’500, mentre la somma di bilancio complessiva è aumentata da circa 800 a 1’200 miliardi di franchi.

In seguito allo stallo delle riforme nel secondo pilastro non sono stati apportati adeguamenti nemmeno nel settore della vigilanza della previdenza professionale, è stato deplorato dai vertici della Cav Pp. Dopo dieci anni di esperienza con la riforma strutturale sarebbe quindi opportuno procedere agli adeguamenti necessari, in modo da poter continuare a tutelare efficacemente gli interessi dei beneficiari.

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Svizzera
Svizzera
6 ore
Ottobre col segno negativo per le vendite al dettaglio
Nel decimo mese dell’anno il giro d’affari ha conosciuto una contrazione del 2,7% rispetto a quello precedente. Stabilità invece su base annua
Svizzera
8 ore
Fermato un uomo in un’area di sosta con 10 kg di cocaina
Incastrato dal fiuto di Arani von der Lodeburg. L’uomo era stato controllato nei pressi di Würenlos, mentre procedeva in direzione di Berna
Svizzera
9 ore
Ancora troppo poco diffusa la cultura del ‘Nutri-Score’
Per il Consiglio federale, la popolazione va maggiormente sensibilizzata sul sistema di caratterizzazione nutrizionale degli alimenti
Svizzera
9 ore
Serata ‘calda’ per i pompieri grigionesi: doppio intervento
Principi di incendi con danni materiali a Fanas (a causa di una candela) e Bargung. Una persona portata all’ospedale per sospetta intossicazione da fumo
Svizzera
10 ore
Critiche alla Posta per il suo ruolo in rapporto alle Pmi
L’Usam rimprovera al gigante giallo la sua posizione predominante nel monopolio delle lettere, sfruttata anche in altri ambiti
Svizzera
11 ore
Scomparsa da giovedì, ritrovata morta a Brügg
Il corpo della donna, una 76enne spagnola residente a Bienne, è stato rinvenuto privo di vita in una chiusa del canale Nidau-Büren
Svizzera
12 ore
Gettano il porcellino d’india in un cestino dei rifiuti
È salvo e in buone condizioni l’animaletto domestico recuperato operaio comunale ad Amriswil, ora affidato alla protezione animali
Svizzera
13 ore
Polizze con codice Qr, bilancio ‘molto positivo’
A due mesi dalla sua introduzione, la Posta si dice soddisfatta della risposta dell’utenza. ‘Per la stragrande maggioranza è una routine’
Svizzera
14 ore
Per Ruth Dreifuss un dottorato honoris causa
A conferirglielo, per l’impegno a favore di un mondo più giusto, delle pari opportunità e della tutela delle minoranze è stata l’Università di Berna
Svizzera
14 ore
Scansa un camion e centra il guardrail a bordo carreggiata
Incidente della circolazione sulla cantonale che da Coira porta ad Arosa: ingenti danni a vettura e infrastruttura stradale. Illeso il conducente
© Regiopress, All rights reserved