laRegione
15.05.22 - 11:40
Aggiornamento: 16:32

L’Udc vuole limitare l’accoglienza dei profughi ucraini

Per la consigliera nazionale Martina Bircher, lo statuto S dovrebbe essere accordato solo a chi è direttamente implicato in zone di guerra

Ats, a cura de laRegione
l-udc-vuole-limitare-l-accoglienza-dei-profughi-ucraini
Keystone
La democentrista argoviese

L’Udc vuole limitare l’accoglienza dei profughi ucraini, poiché sempre di più l’invasione russa sembra non coinvolgere tutto il Paese. È quanto ha affermato la consigliera nazionale Martina Bircher (Ag) dalle pagine della SonntagsZeitung.

Secondo quanto dichiarato dalla deputata sul domenicale, lo statuto di protezione S dovrebbe essere concesso solo alle persone realmente implicate in zone di guerra, ovvero a coloro che provengono dall’Est dell’Ucraina.

"Non possiamo continuare all’infinito come ora", sottolinea Bircher, motivando il suo pensiero con l’arrivo massiccio di profughi, al momento oltre 51’000. Se lo spostamento a est del conflitto "si dovesse confermare, dovremmo pensare a limitare lo statuto S a livello regionale". Per aumentare la pressione sul Consiglio federale, ha deciso di effettuare un intervento parlamentare in tal senso.

L’argoviese non è l’unica a pensarla in questo modo: dello stesso avviso si dice il vicepresidente del Plr Andrea Caroni. A suo dire, lo statuto S dovrebbe essere concepito in maniera dinamica, con una verifica periodica di coloro che vi hanno diritto.

In un contesto in cui comunque le "capacità di accoglienza sono limitate", ha sicuramente "più senso dare il benvenuto a una persona in pericolo nell’Est (dell’Ucraina, ndr), piuttosto che a qualcuno dell’Ovest, se questa zona dovesse essere dichiarata sicura", spiega il consigliere agli Stati di Appenzello Esterno. Il tutto non andrebbe però deciso dall’oggi al domani e la situazione andrebbe costantemente monitorata.

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Svizzera
Svizzera
8 ore
‘Brilla’ un bancomat a Füllinsdorf, malviventi in fuga
Altro botto nella notte in Svizzera. Stavolta è toccato a un impianto di erogazione di contante di Basilea Campagna
Svizzera
9 ore
Sì del Nazionale all’imposta minima delle grandi multinazionali
Restano solo da appianare alcune divergenze relative alla ripartizione tra Confederazione e Cantoni del gettito supplementare
Svizzera
9 ore
‘L’affitto pesa in modo sproporzionato sul reddito’
Grido d’allarme dell’Associazione Svizzera Inquilini. Sommaruga: ‘Per le famiglie a basso reddito raggiunti i limiti della sopportazione’
Svizzera
9 ore
In dogana con un ghepardo imbalsamato
Benché debitamente dichiarato, l’animale è stato sequestrato in quanto mancava l’autorizzazione basata sulla convenzione di Washington
Svizzera
9 ore
Duecentomila voci per la responsabilità delle multinazionali
A due anni dalla bocciatura alle urne dell’iniziativa, depositata alla Cancelleria federale una petizione che chiede una legge efficace
Svizzera
10 ore
Dodici milioni di... anelli per la Catena della solidarietà
È l’importo delle donazioni raccolte a favore delle vittime della carestia nell’Africa orientale
Svizzera
11 ore
Operaio travolto dal treno nella notte a Rickenbach
Nonostante i tentativi di rianimazione, l’uomo, un 34enne serbo, è deceduto sul posto. Ancora da chiarire le cause esatte dell’incidente
Svizzera
12 ore
Cure ambulatoriali e ospedaliere finanziate su base unitaria
Il Consiglio degli Stati approva la riforma di legge sull’assicurazione malattie. Sulla quale ora dovrà esprimersi il Nazionale
Svizzera
13 ore
I rapporti con l’Unione europea vanno rilanciati
È l’appello sottoscritto da duecento personalità svizzere. Che chiedono al Consiglio federale di chiarire quanto prima le sue intenzioni
Svizzera
13 ore
Si schianta contro un albero: morto un 21enne
Grave incidente della circolazione ieri sera a Uster. A seguito della violenza dell’impatto, il giovane è deceduto sul posto
© Regiopress, All rights reserved