laRegione
con-un-no-a-frontex-la-svizzera-rischia-di-uscire-da-schengen
Keystone
07.05.22 - 10:23
Aggiornamento: 12:48
Ats, a cura de laRegione

‘Con un No a Frontex la Svizzera rischia di uscire da Schengen’

La commissaria Ue agli affari interni Johansson mette in guardia contro le conseguenze di un No in votazione. ‘L’adesione a Schengen non è à la carte’

La commissaria europea per gli affari interni Ylva Johansson mette in guardia contro le conseguenze di un "no" svizzero al finanziamento supplementare di Frontex.

Se la Svizzera decidesse di non onorare i suoi impegni, dovrebbero esserci delle conseguenze, avverte Johansson in un’intervista pubblicata oggi dai giornali di Tamedia, una settimana prima della votazione sull’aumento del contributo all’agenzia europea di protezione delle frontiere, alias Frontex. "E la conseguenza potrebbe ovviamente essere la fine dell’appartenenza alle cosiddette aree Schengen e Dublino per la Svizzera", che riguardano rispettivamente la sicurezza di uno spazio comune europeo senza frontiere interne e la competenza per l’esame delle domande di asilo.

L’UE non ha alcun interesse che la Svizzera esca da Schengen, afferma la 58enne socialdemocratica svedese. "Ma abbiamo un accordo, e insisteremo sul fatto che la Svizzera non può scegliere quale parte dell’accordo vuole rispettare e quale no". L’adesione allo Spazio di Schengen non è un "menu à la carte", ha detto.

Riguardo alla rapidità con cui la Svizzera dovrebbe lasciare Schengen, l’accordo prevede un termine di novanta giorni. "Ma non voglio speculare su questo adesso", aggiunge la Johansson. Un voto negativo farebbe scattare un meccanismo di risoluzione delle controversie. "Insistiamo da parte nostra che la Svizzera rispetti i suoi obblighi", aggiunge senza commentare ulteriormente una possibile esclusione.

Gli svizzeri devono votare tra una settimana se accettare o meno il nuovo regolamento dell’UE sullo sviluppo dell’Agenzia europea della guardia di frontiera e costiera (Frontex). Il contributo finanziario della Confederazione dovrebbe passare da 14 a 61 milioni di franchi all’anno fino al 2027. Berna dovrebbe inoltre mettere a disposizione di Frontex più persone, una quarantina in totale.

I sostenitori sono dell’opinione che la Svizzera dovrebbe assumersi la sua parte di responsabilità nel controllo delle frontiere esterne di Schengen e non mettere in pericolo la cooperazione con i paesi europei.

Le organizzazioni di tutela dei migranti, con l’appoggio della sinistra, hanno lanciato un referendum. Accusano Frontex di essere complice negli abusi dei diritti umani, in particolare partecipando alle deportazioni illegali lungo la rotta dei Balcani.

Seleziona il tag per leggere articoli con lo stesso tema:
frontex svizzera ue
Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Svizzera
Svizzera
5 min
Vallese, alpinista 64enne muore sul Täschhorn
L’uomo, un olandese, si trovava in compagnia di un altro scalatore. Si trovava a circa 3’910 metri d’altitudine quando è caduto dalla parete rocciosa.
Svizzera
1 ora
Ancora nessun bambino ucraino arrivato per assistenza medica
Il Paese aveva chiesto alla Svizzera di accogliere 155 bimbi malati. Prima dell’arrivo sono necessari però dei chiarimenti.
Svizzera
16 ore
Sommaruga in viaggio per festeggiare i 175 anni delle Ffs
La consigliera federale è partita da Baden su un treno a vapore storico. Cerimonia ufficiale in corso alla stazione principale di Zurigo
Svizzera
16 ore
Al Ps dell’Inselspital il dolore si calma con la realtà virtuale
Un’équipe dell’ospedale bernese ha testato degli occhiali che portano virtualmente il paziente in ambienti rilassanti. I risultati sono incoraggianti
Svizzera
17 ore
Le Ffs si preparano alla Street Parade con vari treni aggiuntivi
Un orario speciale verrà inoltre adottato sulla rete notturna della Comunità dei trasporti di Zurigo
Svizzera
18 ore
Pollini, il 2022 anno eccezionale per precocità e abbondanza
In Ticino quelli del nocciolo sono presenti dalla fine di dicembre 2021. Vari i record in tutta la Svizzera
Svizzera
20 ore
Dopo l’incendio, il Kunsthaus abbassa il prezzo d’ingresso
Questo per compensare l’offerta ridotta durante i lavori, che dureranno alcuni mesi. La causa del rogo: l’autocombustione di un dispositivo a batteria
Svizzera
23 ore
Due morti in un incidente stradale sul Bernina
Durante un sorpasso un’auto si è scontrata con una moto. La polizia cerca testimoni
Svizzera
1 gior
Zurigo, viaggiatori infastiditi dalla puzza in stazione centrale
Gli odori sono causati dai bioreattori delle toilette dei nuovi treni Dosto, oltre che dal gran caldo. Le Ffs assicurano che il problema verrà risolto
Svizzera
1 gior
Tra cinque anni l’area alpina europea troppo piccola per il lupo
Dopodiché ci sarà un’autoregolazione. Secondo il Gruppo lupo svizzero una maggiore regolamentazione della specie non riuscirà a bloccarne la crescita
© Regiopress, All rights reserved