laRegione
27.04.22 - 18:28

La segretaria di Stato Livia Leu torna a mani vuote da Bruxelles

Nulla di fatto nei colloqui esplorativi tra Svizzera e Ue. La Commissione europea non sa se la proposta elvetica è ‘una base accettabile’ per i negoziati

Ats, a cura de laRegione
la-segretaria-di-stato-livia-leu-torna-a-mani-vuote-da-bruxelles
Keystone
La segretaria di Stato Livia Leu

Bruxelles – La segretaria di Stato Livia Leu si è recata oggi nuovamente a Bruxelles allo scopo di discutere la proposta del Consiglio federale per risolvere le questioni istituzionali con la Commissione Ue. Per Bruxelles, tuttavia, dopo l’incontro, molte domande restano ancora senza risposta.

In questa fase, la Commissione Ue non è in grado di decidere se la proposta del Consiglio federale sia una "base accettabile" per i negoziati, scrive la stessa in una breve dichiarazione.

‘Soluzione sistematica’

L’obiettivo dell’Ue è di trovare una "soluzione sistematica" che sia applicabile allo stesso modo a tutti gli accordi che verrebbero coperti dall’accordo quadro istituzionale. Secondo Bruxelles, questo include un’interpretazione e un’applicazione coerente degli accordi, un’adozione dinamica del diritto, condizioni di base uguali, un meccanismo di risoluzione delle controversie in cui la Corte di giustizia dell’Ue svolge un ruolo, e un contributo di coesione "regolare ed equo".

Le regole concordate dall’Ue e dalla Svizzera devono valere anche per tutti gli accordi futuri, scrive Bruxelles. Inoltre, la Commissione Ue insiste sulla clausola della ghigliottina che tiene insieme gli accordi del pacchetto Bilaterali I. Questa clausola stabilisce che se uno degli accordi viene rescisso, anche gli altri accordi decadono.

Alla fine di febbraio, il Consiglio federale aveva annunciato che avrebbe proposto all’Ue un nuovo pacchetto per le future relazioni con l’Ue. L’anno scorso il Consiglio federale aveva interrotto i negoziati con Bruxelles su un accordo quadro.

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Svizzera
Svizzera
11 ore
Elezioni cantonali a Zugo: Status quo per il governo cantonale
Il Consiglio di Stato rimane quindi composto da tre rappresentanti dell’Alleanza di Centro, due liberali radicali e due Udc
Svizzera
14 ore
Zurigo, 17enne perde la vita dopo una rissa
Altri tre ragazzi sono rimasti feriti nell’alterco scoppiato ieri notte in un appartamento di Oetwil am See
Svizzera
15 ore
L’inflazione colpisce duramente gli anziani
L’indagine ha evidenziato notevoli differenze regionali: gli anziani sono più colpiti in Ticino, dove il 30% dei pensionati vive in condizioni precarie
Svizzera
15 ore
‘Il riscaldamento a 19 gradi? Non s’ha da fare’
A dirlo è il settore immobiliare che critica la raccomandazione del Consiglio federale, poiché una casa troppo fredda è considerata ‘un difetto’
Svizzera
17 ore
Dopo l’addio di Maurer in casa Udc parte il ‘toto-nome’
Tramite il ‘Sonntagsblick’ il presidente democentrista Marco Chiesa stila il possibile profilo (o profili) del successore di Ueli Maurer
Svizzera
1 gior
Un velo indossato male e la morte: il grido degli svizzeri
Più di mille persone hanno manifestato in varie città a sostegno delle della protesta in corso in Iran dopo la morte della 22enne curda Mahsa Amini
Svizzera
1 gior
Infertilità e calo delle nascite: ma non è colpa dei vaccini
Lo rivela uno studio. Altre ricerche parlano di questa possibilità, temporanea, per quanto riguarda la fertilità degli uomini
Svizzera
1 gior
Una svizzera, prima donna, a capo della Croce Rossa
Mirjana Spoljaric Egger guiderà un’organizzazione di 20’000 dipendenti per un budget di due miliardi di franchi all’anno
Svizzera
2 gior
Il ‘dopo Maurer’ non vedrà scendere in campo Martullo-Blocher
La consigliera nazionale e vicepresidente dell’Udc svizzera ha fatto sapere di non essere interessata a candidarsi per il Consiglio federale
Svizzera
2 gior
Uno Stato maggiore ad hoc gestirà l’eventuale penuria energetica
Verrà attivato non appena il mercato non sarà più in grado di funzionare da solo e saranno necessari divieti e limitazioni d’utilizzo
© Regiopress, All rights reserved