laRegione
19.04.22 - 12:16
Aggiornamento: 19:05

Basilea Città sperimenta la vendita di canapa in alcune farmacie

L’Ufficio federale della sanità pubblica (UFSP) ha autorizzato la ricerca, a cui parteciperanno solo adulti (circa 400)

Ats, a cura de laRegione
basilea-citta-sperimenta-la-vendita-di-canapa-in-alcune-farmacie
Keystone

Il primo studio sperimentale in Svizzera sulla vendita controllata di canapa a uso ricreativo in alcune farmacie scelte si terrà a Basilea Città a estate inoltrata: lo ha comunicato oggi l’Ufficio federale della sanità pubblica (UFSP) che ha autorizzato la ricerca, cui prenderanno parte solo adulti (circa 400), dai quali si spera di raccogliere dati per il futuro disciplinamento legale di questa sostanza.

Il progetto – svolto congiuntamente dall’Università di Basilea, dalle cliniche psichiatriche universitarie e dal Dipartimento della sanità di questo cantone – dovrà fornire conoscenze sugli effetti dell’accesso controllato alla canapa, in particolare sulla salute dei consumatori, le loro abitudini di consumo o il mercato nero.

Stando a quanto comunicato oggi dal Dipartimento della sanità di Basilea Città, i partecipanti saranno reclutati quattro settimane prima dell’inizio dello studio. La partecipazione è aperta alle persone dai 18 anni in su che già consumano cannabis e risiedono nel cantone. Lo studio durerà due anni e mezzo. Il credito approvato è di 300mila franchi.

Dal 15 maggio scorso, grazie a una modifica della Legge sugli stupefacenti adottata dal parlamento nel 2020, è possibile svolgere in Svizzera sperimentazioni pilota, limitate sotto il profilo temporale e spaziale, sulla cessione controllata della canapa a scopi non medici. Da allora l’UFSP ha ricevuto alcune richieste in tal senso, approvando per il momento il progetto di Basilea Città: qui si studierà la vendita legale di canapa nelle farmacie. In questo modo si intende garantire una consulenza specialistica ai consumatori circa il consumo a basso rischio.

Condizioni severe

I progetti pilota sulla canapa devono sottostare a rigide condizioni per quanto riguarda la protezione della salute e della gioventù. Per questo, allo studio possono prendere parte solo adulti, e il loro stato di salute dovrà essere monitorato costantemente. Sarà vietata ogni forma di pubblicità.

Inoltre, i derivati della canapa devono soddisfare requisiti di qualità elevati ed essere coltivati biologicamente. La cessione di canapa utilizzata per questo studio sarà sanzionata e, in caso di recidiva, comporterà l’esclusione dalla sperimentazione pilota.

Nuove conoscenze

In Svizzera è proibito al momento coltivare, importare, produrre o vendere canapa. Nonostante ciò, il consumo è diffuso, il mercato nero prospera e la sicurezza dei consumatori non è quindi garantita.

Alcuni sondaggi mostrano che una maggioranza della popolazione è aperta a riconsiderare in maniera sostanziale l’uso della canapa nei prossimi anni.

Le sperimentazioni pilota serviranno ad ampliare le conoscenze relative ad altre forme di regolamentazione (per esempio la vendita regolamentata in farmacia) e a fornire una base – scientificamente valida e accettata dalla popolazione – per il futuro disciplinamento legale.

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Svizzera
Svizzera
8 ore
Addio carta: il Canton Berna si dà al digitale
Dal primo marzo le autorità comunicheranno, salvo rare eccezioni, unicamente attraverso i mezzi elettronici
Svizzera
12 ore
Ringier istituisce gruppo di lavoro su missione giornalistica
Alla ‘task force’ il compito di sviluppare una dichiarazione che i caporedattori saranno chiamati a dover rispettare
Svizzera
12 ore
Marco Chiesa sollecita la congiunzione delle liste con il Plr
Per il presidente dll’Udc è l’unico modo per evitare l’avanzata della sinistra. Che non risparmia di critiche
Svizzera
14 ore
I Verdi puntano a diventare la terza forza politica del Paese
Dall’assemblea di Ginevra, il presidente Balthasar Glättli non lesina critiche all’indirizzo dell’Udc e della sua posizione in materia energetica
Svizzera
15 ore
Sale la tensione con la Cina? Le Pmi svizzere delocalizzano
A causa della delicata situazione, le aziende battenti bandiera rossocrociata si orientano su piazze produttive in Vietnam, Thailandia e India
Svizzera
16 ore
L’Udc pronta a dar battaglia a ‘cultura woke’ e immigrazione
Adunata dei delegati a Bülach per lanciare l’anno elettorale 2023. Piatto forte dell’assemblea discussioni sul genere e approvvigionamento energetico
Svizzera
1 gior
Sarebbe riuscita l’iniziativa per la responsabilità ambientale
I Giovani Verdi annunciano di aver raccolto oltre 100mila firme. Il concetto di ‘limite naturale’ al centro della proposta di modifica costituzionale.
Svizzera
1 gior
Giornalista scopre monumento nazista nel cimitero di Coira
Ha fatto parte del culto dell’eroe con cui Hitler ha giustificato la guerra, scrive la Srf. Le autorità non ne erano a conoscenza.
Svizzera
1 gior
Nel programma Udc la lotta agli uffici per la parità di genere
Anticipate le linee guida per le Federali: ‘Preoccupazione’ per gli asterischi nei testi, niente soldi alle istituzioni che sostengono ‘ideologie’
Svizzera
1 gior
Prodotti bio troppo cari: bocciata la proposta di Mister prezzi
Stefan Meierhans ha proposto ai rivenditori una ‘soluzione amichevole’, subito però rispedita al mittente
© Regiopress, All rights reserved