laRegione
18.04.22 - 15:26
Aggiornamento: 16:51

Il Cio risponde picche a Viola Amherd

La ministra della Difesa chiedeva l’espulsione degli alti funzionari russi e bielorussi. Il Comitato olimpico internazionale non ne vuole sapere

Ats, a cura de laRegione
il-cio-risponde-picche-a-viola-amherd
Keystone
La consigliera federale Viola Amherd

Berna – Il Comitato Olimpico Internazionale non darà seguito alla richiesta della consigliera federale Viola Amherd di prevedere ulteriori sanzioni contro russi e bielorussi. Le persone elette ai vertici, spiega l’organizzazione con sede a Losanna, non sono rappresentanti del loro Paese, ma vengono elette come individui e sono poi delegate come ambasciatori del Cio presso le organizzazioni sportive del loro Paese.

Solo pochi giorni fa la "ministra" dello Sport, con una lettera inviata al presidente del Cio Thomas Bach, aveva chiesto di escludere i funzionari di Russia e Bielorussia dalle posizioni di vertice delle federazioni sportive internazionali.

Nessun ‘segnale forte’ dallo sport

Oggi è giunta la risposta del Comitato Olimpico Internazionale, che in una presa di posizione inviata all’agenzia Keystone-ATS ha respinto la proposta avanzata da Amherd: secondo la Carta Olimpica, i membri del Cio non sono rappresentanti del loro Paese all’interno del comitato. E in ogni caso, ha tenuto a precisare l’organizzazione, in questo momento non sono previste riunioni che includano membri russi del Cio.

In considerazione della situazione in Ucraina, ha scritto Amherd a Bach, non è più sufficiente escludere gli atleti dei due Paesi dalle competizioni all’estero. Il Cio ha mezzi molto più efficaci dello Stato e, se è il caso, può escludere le federazioni dalla grande famiglia olimpica. La consigliera federale si aspetta un segnale forte dallo sport.

Il Cio, nella sua presa di posizione, condanna fermamente la "gravissima violazione della tregua olimpica" da parte della Russia e allo stesso tempo ricorda le azioni intraprese contro Mosca e Minsk: tra cui l’invito alle federazioni di cancellare gli eventi sportivi previsti nei due Paesi e la raccomandazione di non permettere ad atleti e funzionari russi e bielorussi di partecipare alle competizioni internazionali.

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Svizzera
Svizzera
5 ore
‘Una dinamica che si esaurisce? Io non sono ancora stanca!’
Governo a maggioranza latina, Giura, agricoltura, socialità: a colloquio con la ‘senatrice’ Elisabeth Baume-Schneider, candidata al Consiglio federale
cyberpornografia
13 ore
Pedofilia: maxiretata nel Canton Vaud con 96 persone fermate
Centoventi casi analizzati. Due persone in carcere, tra coloro che hanno scaricato i file il 15% sono minorenni
Svizzera
14 ore
‘Solo Sì vuol dire sì’, al Nazionale passa la modifica di legge
Approvato l’inserimento nel Codice penale del principio che qualifica come aggressione sessuale il rapporto senza il consenso esplicito
Svizzera
15 ore
Preventivo 2023, gli Stati più generosi con l’Ucraina
Aumentati i mezzi per la ricostruzione. Più soldi anche per proteggere le greggi dai lupi e per la ricerca scientifica, meno per test Covid e vaccini
Svizzera
16 ore
Credit Suisse: Bin Salman valuta un investimento da 500 milioni
La banca elvetica corre alla Borsa di Zurigo sulle ipotesi che il principe ereditario dell’Arabia Saudita possa prendere parte al progetto di rilancio
Svizzera
19 ore
‘Non ubbidisco ciecamente alla dottrina del partito’
Hans-Ueli Vogt è il candidato outsider alla poltrona di Ueli Maurer. Dice di avere ‘molteplici sfaccettature’ e di aderire appieno ai valori dell’Udc.
Svizzera
19 ore
Sedici scodinzolanti neonati per la Fondazione Barry
Doppio lieto evento a fine novembre a Martigny. E a gennaio è prevista un’altra cucciolata di cani San Bernardo
Svizzera
23 ore
Vasta operazione contro la ciberpedocriminalità
Quasi un centinaio le persone fermate dalla Polizia cantonale vodese. Due quelle poste in detenzione preventiva
Svizzera
1 gior
Pericolo marcato di valanghe in molte regioni meridionali
L’allerta riguarda la parte altovallesana delle Alpi, il versante sudalpino centrale, la cresta principale delle Alpi e la zona del Bernina
Svizzera
1 gior
È Zurigo l’El Dorado dei cittadini stranieri
Il 2022 potrebbe essere l’anno record per gli arrivi in riva alla Limmat. Tornano, in particolare, gli italiani
© Regiopress, All rights reserved