laRegione
14.04.22 - 13:13
Aggiornamento: 14:14

Grigioni, guerra ferma le telecabine Grüsch-Danusa per l’estate

Non è possibile effettuare la revisione visto che alcuni pezzi non possono essere consegnati. Gli impianti ripartiranno il prossimo inverno

Ats, a cura de laRegione
grigioni-guerra-ferma-le-telecabine-gr-sch-danusa-per-l-estate
Keystone

Le telecabine di Grüsch-Danusa, nei Grigioni, non saranno in funzione quest’estate a causa della guerra in Ucraina. Non è possibile effettuare la revisione visto che alcuni pezzi di un trasformatore non possono essere consegnati. Gli altri impianti di risalita svizzeri non sono toccati dal problema.

La notizia, pubblicata da 20 Minuten, è stata confermata stamane all’agenzia Keystone-Ats da Mario Davatz, direttore della società che gestisce le cabinovie a Grüsch-Danusa. L’impianto doveva essere in funzione a luglio e ad agosto.

Berno Stoffel, direttore di Funivie Svizzere, ha affermato a Keystone-Ats che nessun’altra compagnia svizzera del settore ha riferito di non poter operare a causa di un problema simile.

La sicurezza dei clienti è la priorità assoluta degli impianti a fune, ha sottolineato, aggiungendo che se la domanda di pezzi di ricambio non può essere soddisfatta dopo la revisione al termine della stagione invernale, dobbiamo purtroppo aspettarci delle restrizioni quest’estate.

Il problema di Grüsch-Danusa sarà risolto prima dell’inizio della stagione invernale 2022/2023. "Abbiamo la garanzia che i pezzi saranno consegnati prima del prossimo inverno. Se ciò non sarà possibile, abbiamo un’alternativa pronta con un altro fornitore", ha assicurato Davatz.

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Svizzera
Svizzera
3 ore
Sulla protezione della biodiversità la Svizzera è indietro
La Confederazione è all‘ultimo posto in Europa: dal 2012 nessuna zona è stata inserita nella rete paneuropea di aree protette ’Smeraldo’
Svizzera
4 ore
Tetto massimo ai premi di cassa malati, non se ne parla
Il Consiglio degli Stati ha respinto l’entrata in materia sulla proposta socialista di limitare i premi al 10% del reddito disponibile
Svizzera
5 ore
Cercasi mangiatori di plastica nei suoli alpini
L’Istituto federale di ricerca sulla foresta, la neve e il paesaggio ne ha analizzato la possibilità: scoperti organismi sensibili
Successione Sommaruga-Maurer
19 ore
I partiti mantengono un profilo basso
A seguito delle prime audizioni i vari gruppi partitici non si sbilanciano: per il momento nessuna raccomandazione di voto
Svizzera
20 ore
Sergio Mattarella accolto con gli onori militari
Il Consiglio federale al completo ha accolto il presidente della Repubblica italiana, il quale resterà nel Paese per una visita di Stato di due giorni
Svizzera
21 ore
Vögele Shoes chiude a fine anno e licenzia 131 persone
La società si trova attualmente al centro di una procedura di fallimento
Svizzera
21 ore
Il lupo resta ‘rigorosamente protetto’
La Convenzione di Berna respinge la richiesta svizzera di catalogare il grande predatore come specie solo ‘protetta’
Svizzera
21 ore
Sindacati e impresari costruttori raggiungono un accordo
L’esito dei negoziati per il contratto mantello deve ancora essere approvato dagli organi decisionali di entrambe le parti
Svizzera
22 ore
Se il Gigante giallo non resta al passo coi tempi
A rivelarlo Roberto Cirillo, Ceo della Posta: ‘Non ci stiamo muovendo abbastanza velocemente nell’attuazione della nostra strategia di ammodernamento’
Svizzera
1 gior
Al via la riforma del Secondo pilastro
Passano la riduzione del tasso di conversione dal 6,8 al 6% e l’abbassamento della soglia d’entrata nel sistema
© Regiopress, All rights reserved