laRegione
tremila-franchi-ai-cantoni-per-ogni-rifugiato-ucraino
Keystone
13.04.22 - 11:04
Aggiornamento: 19:31
Ats, a cura de laRegione

Tremila franchi ai Cantoni per ogni rifugiato ucraino

È il contributo finanziario deciso oggi dal Consiglio federale, destinato in particolare alla promozione dell’apprendimento linguistico.

Tutti i Cantoni riceveranno tremila franchi per ogni rifugiato in arrivo dall’Ucraina con statuto di protezione S. È il contributo finanziario deciso oggi dal Consiglio federale, destinato in particolare alla promozione dell’apprendimento linguistico.

Lo scorso 12 marzo, il Consiglio federale ha attivato lo statuto di protezione S per i rifugiati ucraini, ma l’assistenza e il sostegno di queste persone spettano in linea di principio ai Cantoni. "La Confederazione indennizza le spese sostenute dai Cantoni per l’alloggio, l’aiuto sociale e le cure mediche versando una somma forfettaria globale di circa 18mila franchi annui per persona", ricorda una nota governativa odierna. Tuttavia, non sono previsti versamenti ai Cantoni a favore dell’integrazione: ciò è dovuto al fatto che "lo statuto S è concepito in vista del ritorno".

Con il contributo deciso oggi, le persone in provenienza dall’Ucraina – che hanno ottenuto questo statuto di protezione – potranno migliorare la lingua e dunque trovare più velocemente lavoro e partecipare maggiormente alla vita sociale.

In occasione della consultazione, i Cantoni hanno sostanzialmente appoggiato la relativa proposta della Segreteria di Stato della Migrazione (Sem), si legge nel comunicato, nel quale viene precisato che la maggioranza dei Cantoni è dell’idea che "a medio termine l’importo di tremila franchi a persona sia insufficiente". È invece consono per il Consiglio federale, secondo cui "è soltanto imparando la lingua locale che queste persone potranno partecipare in modo adeguato alla vita sociale e lavorativa, nonché acquisire competenze utili in vista di un successivo ritorno".

Seleziona il tag per leggere articoli con lo stesso tema:
cantoni rifugiati russiaucraina
Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Svizzera
Svizzera
22 ore
Caduta fatale per un’alpinista sul Pilatus
Una donna di 36 anni è morta dopo esser precipitata per centinaia di metri nel settore di Gsäss
Svizzera
23 ore
Gli imprenditori: non ci sarà un aumento astronomico dei salari
Il presidente dell‘Unione svizzera degli imprenditori (USI) Valentin Vogt ritiene irrealistiche le richieste dei sindacati: ’gettano fumo negli occhi’
Svizzera
1 gior
Paura di un inverno al freddo, occhio alle truffe
In Vallese segnalati annunci online fasulli di legna da ardere e pellet a basso costo. Si chiede di pagare in anticipo, ma la merce non viene consegnata.
Svizzera
1 gior
Incidente mortale ieri sera a Schlatt
Forse un malore all’origine del sinistro costato la vita a un novantenne, andato a cozzare contro una scalinata e il muro di un cimitero
Svizzera
1 gior
Ventisettenne annega nel lago di Zurigo
È accaduto attorno alle 13.30, mentre nella città iniziava la Streetparade: ancora da chiarire se il fatto sia collegato all’evento
Svizzera
1 gior
HotellerieSuisse, competitività intatta malgrado il franco forte
Lo sosteniene il presidente Andreas Züllig, secondo cui la competitività della Svizzera ‘è cresciuta globalmente’
Svizzera
1 gior
Un morto e tre feriti in un incidente sulla A9
A seguito del sinistro, avvenuto ieri attorno alle 17.30 nel tunnel di Chauderon, l’autostrada è rimasta chiusa per una decina di ore
Svizzera
1 gior
Riflessione e tolleranza. È l’inno della 29esima Streetparade
Iniziato nel pomeriggio sulle rive della Limmat il mega raduno a ritmo di musica elettronica dalle ‘love mobile’
Svizzera
1 gior
Derubato di telefono e portafoglio da ignoti
Aggressione a scopo di furto ieri sera a nel canton Basilea. La polizia è alla ricerca di quattro uomini calvi
Svizzera
1 gior
Smart contro un camion: una 22enne ferita in modo grave
L’incidente stradale si è verificato ieri pomeriggio a Hunzenschwil (Ag). I due veicoli si sono scontrati frontalmente
© Regiopress, All rights reserved