laRegione
10.04.22 - 15:23
Aggiornamento: 16:27

Elezioni nel Canton Vaud, Valérie Dittli crea la sorpresa

Baricentro più a destra per l’Esecutivo. Delusione per Cesla Amarelle, che dopo cinque anni lascia il Governo

Ats, a cura de laRegione
elezioni-nel-canton-vaud-valerie-dittli-crea-la-sorpresa
Keystone
Il volto nuovo

Dopo oltre un decennio, il Consiglio di Stato vodese torna ad avere una maggioranza di destra. Il secondo turno delle elezioni del Governo, svoltosi oggi, ha infatti permesso all’alleanza borghese di ottenere quattro dei sette seggi disponibili. A sorpresa la centrista Valérie Dittli entra nell’esecutivo. Restano fuori Cesla Amarelle (Ps) e Michaël Buffat (Udc).

La compagine governativa sarà dunque composta da tre liberali radicali, due socialisti, un verde e una centrista. Dopo l’elezione dell’uscente Plr Christelle Luisier al primo turno, oggi si sono piazzate ai primi posti le socialiste uscenti Nuria Gorrite (91’690 voti) e Rebecca Ruiz (90’556).

A seguire i due consiglieri nazionali liberali radicali Isabelle Moret (87’646) e Frédéric Borloz (87’372). Al quinto posto, il verde Vassilis Venizelos (81’509), riuscito a ribaltare le cose rispetto al primo turno e in grado di salvare il seggio che il suo partito detiene da 28 anni.

L’alleanza di destra ha quindi piazzato la 29enne centrista Valérie Dittli (80’431 voti), pressoché sconosciuta prima delle elezioni, all’ultimo posto disponibile.

Restano fuori l’uscente Cesla Amarelle (76’060), in Governo dal 2017, ampiamente distaccata dalle colleghe di partito Nuria Gorrite e Rebecca Ruiz, e il democentrista Michaël Buffat (73’374), classificatosi all’ultimo rango. L’affluenza è stata del 37,59%, in lieve aumento rispetto al primo turno.

La maggioranza di sinistra durava dal 2011

Nel 2011, nell’elezione suppletiva volta a trovare un successore al defunto consigliere di Stato Jean-Claude Mermoud, l’Udc aveva perso il suo seggio. La verde Béatrice Métraux aveva nettamente superato il democentrista Pierre-Yves Rapaz.

Gran Consiglio a destra

Il Gran Consiglio vodese – composto da 150 persone – è orientato a destra. Nelle elezioni del 20 marzo i partiti borghesi Plr-Udc sono scesi da 74 a 73 eletti, mentre la sinistra ha guadagnato un seggio, arrivando a 64. Al centro, i Verdi Liberali dispongono di 11 seggi, e potranno far pendere la bilancia a destra o a sinistra, assieme a Les Libres (1) e all’Alleanza del centro (1).

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Svizzera
Svizzera
7 ore
Pericolo marcato di valanghe in molte regioni meridionali
L’allerta riguarda la parte altovallesana delle Alpi, il versante sudalpino centrale, la cresta principale delle Alpi e la zona del Bernina
Svizzera
10 ore
È Zurigo l’El Dorado dei cittadini stranieri
Il 2022 potrebbe essere l’anno record per gli arrivi in riva alla Limmat. Tornano, in particolare, gli italiani
Svizzera
10 ore
Nuotata di San Nicolao da record nella Limmat
Ben 380 persone si sono date appuntamento a Zurigo per la 22esima edizione della tradizionale manifestazione benefica
Svizzera
10 ore
Mercato del lusso, Svizzera scalzata dalla Cina
Il nostro Paese resta in testa nell’orologeria, ma perde il primato per quel che concerne la gioielleria
Svizzera
11 ore
Inabilità al lavoro, impennata delle malattie mentali
Sensibile aumento dei casi di incapacità lavorativa. E non è solo colpa del burnout: altri tipi di diagnosi psicologiche si fanno largo
Svizzera
11 ore
Penuria di sostanze chimiche, laghi a rischio inquinamento
La scarsa reperibilità di sostanze anti-fosforo mette in difficoltà gli impianti di depurazione svizzeri
Svizzera
13 ore
‘Il no allo Spazio economico è stata una decisione sbagliata’
Per il presidente dei Verdi liberali Jürg Grossen, con i bilaterali ‘le relazioni con l’Unione europea sono come una caldaia piena di buchi’
Svizzera
14 ore
Ecco la proposta: un arrocco Cassis-Berset
È l’idea avanzata dal Partito socialista: uno scambio nella conduzione dei dipartimenti degli Esteri e dell’Interno
Svizzera
15 ore
Successione di Sommaruga e Maurer, mercoledì il giorno ‘x’
La lunga giornata che sfocerà nell’elezione dei due nuovi consiglieri federali inizierà alle 8 con la seduta a camere riunite
Svizzera
16 ore
Fuga di dati, la perdita di fiducia è enorme
Un avvocato specializzato in questo ambito torna sulla vicenda che vede protagonista il Dipartimento cantonale di giustizia zurighese
© Regiopress, All rights reserved