laRegione
al-via-la-consultazione-sulle-ordinanze-del-settore-energetico
Keystone
06.04.22 - 13:37
Aggiornamento: 16:06
Ats, a cura de laRegione

Al via la consultazione sulle ordinanze del settore energetico

L’entrata in vigore delle norme rivedute è prevista per l’inizio del prossimo anno

Il Consiglio federale ha avviato oggi una procedura di consultazione relativa a diverse modifiche di ordinanze nel settore energetico in ambiti molto diversi, dalle norme tecniche dei bacini idroelettrici alle indennità della Confederazione all’Ispettorato federale degli impianti a corrente forte (Esti) passando per aggiornamenti delle norme nel settore dell’energia nucleare.

La procedura di consultazione durerà fino al 13 luglio e l’entrata in vigore delle norme rivedute è prevista per l’inizio del prossimo anno, indica un comunicato del governo.

Con la revisione totale dell’ordinanza sugli impianti di accumulazione (OImA) viene introdotto l’elemento della sicurezza strutturale. Inoltre, vengono specificate le disposizioni riguardanti i requisiti per la costruzione e l’esercizio d’impianti di accumulazione situati su acque di confine.

Per i gestori delle centrali nucleari richiesta quota maggiore di copertura assicurativa

La revisione dell’ordinanza sulla responsabilità in materia nucleare (Orcn) aumenta la quota della copertura assicurativa privata. Il gestore di una centrale nucleare con responsabilità illimitata deve sottoscrivere una copertura complessiva per 1,2 miliardi di euro (1,24 miliardi di franchi al cambio attuale) in caso di sinistro; di questi, un miliardo di franchi va preso a carico da assicurazioni private. L’obiettivo della revisione è che queste ultime si assumano la copertura più ampia possibile. Un tale aumento riduce di conseguenza il ruolo della Confederazione, chiamata in futuro ad assumersi solo la differenza e taluni rischi per cui riscuote premi corrispondenti presso i gestori esclusi dalle assicurazioni private.

Con la revisione dell’ordinanza sulle esigenze per il personale degli impianti nucleari (Oepin) e dell’ordinanza concernente i corpi di guardia degli impianti nucleari (Ocgin) viene sancita la prassi in auge dal 2016 (esame da parte di medici aziendali o medici esterni) della valutazione annuale dell’idoneità dal profilo della salute del personale degli impianti nucleari e dei membri dei corpi di guardia.

Disciplinato il versamento di indennità per i costi di sorveglianza del mercato

Tramite la revisione dell’ordinanza sui prodotti elettrici a bassa tensione (Opbt) e dell’ordinanza sugli apparecchi e i sistemi di protezione destinati a essere utilizzati in atmosfera potenzialmente esplosiva (Oasae) viene disciplinato il versamento di indennità da parte della Confederazione per i costi della sorveglianza del mercato, garantite dall’Esti. Questo ispettorato infatti non può finanziare integralmente attraverso tasse i costi dovuti alle attività di sorveglianza del mercato.

La revisione dell’ordinanza concernente gli impianti elettrici a bassa tensione (Oibt) permette di eliminare una prescrizione organizzativa che per le piccole imprese comportava in passato una disparità di trattamento ingiustificata. Stando alla modifica d’ordinanza, queste aziende potranno sottoporre a un responsabile tecnico fino a tre persone autorizzate a eseguire il controllo previsto dalle disposizioni dell’ordinanza.

Infine, grazie alla revisione dell’ordinanza del Dipartimento federale dell’ambiente, dei trasporti, dell’energia e delle comunicazioni (Datec) sugli impianti elettrici a bassa tensione (O-Datec Oibt), le modalità degli esami condotti dall’Eesti per il conseguimento di determinate autorizzazioni d’installazione limitate saranno più flessibili e le tasse d’esame saranno adeguate in caso di ritiro ingiustificato o di mancata partecipazione.

Seleziona il tag per leggere articoli con lo stesso tema:
confederazione elettricità energia nucleare
TOP NEWS Svizzera
Svizzera
10 min
Detenuto evade dal carcere bernese di Witzwil
L’uomo, un cittadino algerino di 41 anni, non è considerato pericoloso. Stava scontando la pena in regime aperto
Svizzera
44 min
L’Altopiano svizzero si sta ‘toscanizzando’
Ciò è dovuto ai periodi sempre più lunghi di caldo e siccità. Lo segnala la Fondazione svizzera per la tutela del paesaggio
Svizzera
2 ore
Ginevra, trovato il corpo di un uomo nel lago
Stando ai primi accertamenti la causa della morte è l’annegamento
Svizzera
2 ore
‘Expat stanno scacciando il ceto medio-basso da Zurigo’
Lo afferma il quotidiano zurighese Tages-Anzeiger dopo aver analizzato un rapporto dell’Ufficio comunale delle imposte
Svizzera
2 ore
Istruzione: ‘Mancano insegnanti qualificati’
Il mondo scolastico della Svizzera tedesca e francese è confrontato con la penuria di personale qualificato e l’integrazione degli allievi ucraini
Svizzera
3 ore
Corpo recuperato nelle acque dell’Aare
Si tratta di un 44enne georgiano. La pista privilegiata dagli inquirenti è quella dell’incidente
Svizzera
4 ore
Travail.Suisse esige aumenti salariali fra il 3 e il 5%
L’organizzazione sindacale chiede l’incremento per compensare l’attuale forte aumento del costo della vita e gli incrementi di produttività delle aziende
Svizzera
4 ore
Il futuro sistema di voto online alla prova degli hacker etici
La Posta ha chiesto di effettuare dei test di intrusione pubblici per scovare falle sul sistema che dal 2023 dovrebbe essere a disposizione dei Cantoni
Svizzera
7 ore
‘Sulla cybersicurezza servono regole più forti’
Secondo lo specialista Stéphane Koch, le aziende andrebbero obbligate a garantire la propria sicurezza pena essere ritenute responsabili per gli attacchi
Svizzera
7 ore
Disoccupazione Seco immutata al 2% a luglio, in Ticino al 2,3%
Rispetto allo scorso anno il calo è però sensibile, con il 28,7% in meno di persone iscritte nelle liste degli Uffici regionali di collocamento (Urc)
© Regiopress, All rights reserved