laRegione
01.04.22 - 21:15

Nuovi jet, in Parlamento si morde il freno

La commissione competente vuole che il Consiglio degli Stati si occupi già in estate del messaggio 2022 sull’esercito

Ats, a cura de laRegione
nuovi-jet-in-parlamento-si-morde-il-freno
Keystone
Controverso acquisto degli F-35A

Berna – L’attuale situazione geopolitica cambia le carte in tavola, per lo meno per quanto riguarda le questioni legate a esercito e armamento: secondo la Commissione della politica di sicurezza del Consiglio degli Stati (CPS-S) sarebbe opportuno che la sua Camera si occupi già nella sessione estiva dell’esame del Messaggio sull’esercito 2022, che comprende anche l’acquisto dei nuovi jet.

La Commissione ha iniziato le sue deliberazioni sul messaggio, ed è entrata in materia sui decreti federali riguardanti l’acquisto degli aerei da combattimento F-35A, la messa fuori servizio degli aerei da combattimento F-5 Tiger e l’acquisto del sistema di difesa terra-aria a lunga gittata Patriot, si legge in una nota dei Servizi del Parlamento.

Ha incaricato, tramite mandati d’esame, il Dipartimento federale della difesa, della protezione della popolazione e dello sport (DDPS) di indicare le conseguenze della messa fuori servizio degli F-5 così come i bisogni supplementari dell’esercito in termini di equipaggiamento.

Le deliberazioni proseguiranno nella seduta del 3 maggio, in particolare anche sui decreti federali concernenti l’acquisto di materiale dell’esercito 2022 e il programma degli immobili del DDPS 2022.

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Svizzera
Svizzera
3 ore
‘Altri modelli da discutere in vista della prossima riforma’
A colloquio con Jerôme Cosandey di Avenir Suisse sulle prospettive future del primo pilastro dopo il risicato sì popolare ad Avs 21
Svizzera
6 ore
Domenica di bocciature a livello cantonale
La bocciatura più sonora, col 71,5% dei no, va al credito che il Canton Lucerna voleva dare alla Guardia Pontificia in Vaticano
Svizzera
7 ore
Allevamento intensivo: il no è netto
La bocciatura dell’iniziativa va oltre le previsioni: il 62,86% dei votanti ha infatti detto no
Svizzera
8 ore
Imposta preventiva: respinta dal 52% dei voti
Malgrado il testa a testa, alla fine prevale il no
Svizzera
8 ore
Riforma AVS: le donne andranno in pensione a 65 anni
La modifica della legge federale sull’assicurazione per la vecchiaia e per i superstiti approvata per un soffio: sì al 50,6%
Svizzera
9 ore
Ambasciatore ucraino a Berna, no asilo per disertori russi
Preoccupano i migliaia di russi in fuga dal loro Paese per evitare il reclutamento, si teme che tra loro vi siano spie di Putin
Svizzera
13 ore
Una votazione che ha lasciato col fiato sospeso
Le urne sono chiuse, è iniziato lo spoglio delle schede. I risultati in tempo reale
Svizzera
16 ore
C’è tempo fino a mezzogiorno per votare
Svizzeri alle urne su Avs, imposta preventiva e allevamento intensivo
Svizzera
1 gior
Gli F-35 si comprano e gli oppositori si vestono da lutto
La manifestazione oggi a Berna per denunciare “la farsa democratica” riguardo alla decisione del Consiglio federale di acquistare i jet da combattimento
Svizzera
1 gior
Se il vaccino è ‘da buttare’
Sono oltre 10milioni le dosi di Moderna che la Confederazione ha acquistato per contrastare il Covid e che mercoledì... sono scadute
© Regiopress, All rights reserved