laRegione
30.03.22 - 12:01
Aggiornamento: 18:07

Il (caro) prezzo di inondazioni e terremoti

Complici le catastrofi naturali, il 2021 per le compagnie di assicurazione è stato il quarto anno più caro della storia

Ats, a cura di Moreno Invernizzi
il-caro-prezzo-di-inondazioni-e-terremoti
Keystone
Se il maltempo ci mette lo zampino...

Nel 2021, le catastrofi naturali hanno provocato danni per 270 miliardi di dollari (252 miliardi di franchi al cambio attuale), di cui 111 miliardi coperti dalle assicurazioni. Importo, quest’ultimo, come sottolinea la società di riassicurazione elvetica Swiss Re nel suo tradizionale studio Sigma, che è il quarto più elevato di sempre.

I due dati sono sensibilmente superiori alla media decennale, che è rispettivamente di 215 e 78 miliardi. Se ai disastri naturali (terremoti, cicloni, tempeste, inondazioni, incendi di boschi) si aggiungono quelli causati dall’uomo si arriva a un totale di 280 miliardi (+29% rispetto al 2020), di cui 119 miliardi (+19%) assicurati. Anche questi due indicatori sono ben superiori alla media dell’ultima decade, che è di 226 e 87 miliardi.

Secondo gli esperti di Swiss Re si conferma quindi la tendenza di lungo termine di perdite assicurate globali che aumentano in media del 5-7% all’anno. L’anno scorso l’uragano Ida è stato il disastro naturale più costoso, ma la maggior parte delle perdite assicurate sono state causate da altri eventi, come per esempio le inondazioni in Europa.

Gli specialisti si aspettano che il cambiamento climatico porti a eventi meteorologici più frequenti ed estremi. Ma il continuo aumento dei costi è dovuto anche alla crescita della popolazione, al rapido sviluppo urbano e all’accumulo di ricchezza economica nelle aree soggette a disastri.

«L’aumento delle perdite dovute alle inondazioni sta diventando sempre più evidente», afferma il capoeconomista di Swiss Re Jérôme Jean Haegeli. «L’anno scorso è stato un altro campanello d’allarme. La necessità di agire per rafforzare la resilienza della società sta diventando sempre più urgente in tutto il mondo. Insieme al settore pubblico, i riassicuratori sono ben attrezzati per prevenire lo sviluppo di aree ad alto rischio e per investire in misure protettive».

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Svizzera
Svizzera
4 ore
Sarebbe riuscita l’iniziativa per la responsabilità ambientale
I Giovani Verdi annunciano di aver raccolto oltre 100mila firme. Il concetto di ‘limite naturale’ al centro della proposta di modifica costituzionale.
Svizzera
4 ore
Giornalista scopre monumento nazista nel cimitero di Coira
Ha fatto parte del culto dell’eroe con cui Hitler ha giustificato la guerra, scrive la Srf. Le autorità non ne erano a conoscenza.
Svizzera
7 ore
Nel programma Udc la lotta agli uffici per la parità di genere
Anticipate le linee guida per le Federali: ‘Preoccupazione’ per gli asterischi nei testi, niente soldi alle istituzioni che sostengono ‘ideologie’
Svizzera
7 ore
Prodotti bio troppo cari: bocciata la proposta di Mister prezzi
Stefan Meierhans ha proposto ai rivenditori una ‘soluzione amichevole’, subito però rispedita al mittente
Svizzera
10 ore
Si potrà abbattere un lupo capobranco con prove diverse dal Dna
Così il Taf sul caso del maschio alfa del branco del Beverin: la partecipazione determinante dell’esemplare al danno potrà essere dimostrata in altri modi
Svizzera
11 ore
Grigioni: furgone contro un’auto, una donna gravemente ferita
Il violento scontro è successo ieri, giovedì 26 gennaio, a Schiers in Val Prettigovia
Svizzera
1 gior
Edifici non residenziali, c’è l’obbligo di pannelli solari
La misura, che si applica da ora e fino al 2032, interessa tutti gli stabili (anche quelli esistenti) a partire da una superficie di 300 m²
Svizzera
1 gior
Su lemievaccinazioni.ch un controllo troppo superficiale
Le commissioni della gestione dei due rami del parlamento bacchettano l’Ufficio federale della sanità pubblica
Svizzera
1 gior
Per i media con il ‘non sapevo’ Berset gioca il tutto per tutto
La smentita circa la consapevolezza della fuga di notizie desta perplessità in buona parte della stampa svizzera
Svizzera
1 gior
In Svizzera si alleva sempre più pollame
Il fenomeno è in atto da decenni. Aumentano anche le colture di avena anche se restano marginali sul totale
© Regiopress, All rights reserved