laRegione
27.03.22 - 12:36
Aggiornamento: 15:01

Cantonali a Berna: la sinistra tenta il ribaltone in Governo

Duello fra Erich Fehr (PS) e Astrid Bärtschi (Centro) per il seggio di Beatrice Simon (Centro), che non si ripresenta

Ats, a cura di Marco Narzisi
cantonali-a-berna-la-sinistra-tenta-il-ribaltone-in-governo
Keystone

Nel Canton Berna si rinnovano oggi governo e parlamento. Per l’esecutivo si ripresentano sei dei sette consiglieri di Stato uscenti e gli occhi sono puntati sul duello fra il sindaco di Bienne Erich Fehr (PS) e l’imprenditrice di Ostermundigen Astrid Bärtschi (Centro) per conquistare il seggio lasciato vacante da Beatrice Simon (Centro), che non si ripresenta.

I sette seggi del governo sono attualmente ripartiti fra 2 esponenti UDC, 1 PLR, 1 dell’Alleanza del Centro (ex PBD) e, nel campo rosso-verde, da 2 PS e 1 Verde.

I consiglieri di Stato che si ripresentano sono i due UDC Pierre Alain Schnegg (sanità) e Christoph Neuhaus (costruzioni e trasporti), il PLR Philippe Müller (sicurezza), la socialista Evi Allemann (giustizia) e il collega di partito Christoph Ammann (economia), nonché la Verde Christine Häsler (educazione).

Il Canton Berna, una piccola Svizzera

Di interesse sono anche le elezioni per il Gran Consiglio, considerate un banco di prova sulla forza dei partiti a un anno e mezzo dalle elezioni federali. Il Canton Berna è visto in questo caso come una "piccola Svizzera".

Con 160 deputati, il parlamento bernese è fortemente ancorato a destra, con l’UDC partito di maggioranza relativa. Nel Gran Consiglio bernese siedono attualmente 46 rappresentanti UDC, 38 del PS, 20 PLR, 14 Verdi, 13 del Centro, 11 Verdi-liberali, 10 del Partito Evangelico (PEV), 5 dell’Unione democratica federale (UDF), 2 PSA (Partito socialista autonomo del Sud del Giura) e 1 dell’Alternativa di sinistra.

In corsa ci sono non meno di 2’214 donne e uomini. La proporzione di candidate donne è di quasi il 40%.

I seggi elettorali rimangono aperti fino alle 12. I risultati per il Consiglio di Stato sono attesi tra le 17.30 e le 19. La Cancelleria cantonale intende annunciare i risultati finali delle elezioni del Gran Consiglio tra le 20 e mezzanotte.

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Svizzera
Svizzera
5 ore
Il ‘dopo Maurer’ non vedrà scendere in campo Martullo-Blocher
La consigliera nazionale e vicepresidente dell’Udc svizzera ha fatto sapere di non essere interessata a candidarsi per il Consiglio federale
Svizzera
6 ore
Uno Stato maggiore ad hoc gestirà l’eventuale penuria energetica
Verrà attivato non appena il mercato non sarà più in grado di funzionare da solo e saranno necessari divieti e limitazioni d’utilizzo
Svizzera
8 ore
Maurer, 14 anni fra collegialità e fedeltà di partito
Ritratto del consigliere federale Udc al passo d’addio a fine anno. Bene alle Finanze interne, non eccelso sulla scena internazionale
Svizzera
9 ore
Ueli Maurer si dimette dal Consiglio federale
Il capo del Dipartimento delle finanze ed ex presidente Udc lascia il governo dopo 14 anni
Svizzera
11 ore
Il Nazionale vuole una tassa sul ‘Pronto soccorso facile’
La Camera del popolo ha respinto l’archiviazione della proposta di una tassa di 50 franchi per chi si reca al Ps per problemi di salute lievi
Svizzera
12 ore
Pietra tombale sull’autonomia del governo sulle sanzioni
Il Nazionale boccia la revisione della legge sugli embarghi. Insolita saldatura fra l’Udc contraria in toto e la sinistra che voleva una portata più ampia
Svizzera
1 gior
Lukas Reimann ha un malore, interviene Marina Carobbio
Il consigliere nazionale dell’Udc si è sentito male durante il dibattito sulle sanzioni. La ‘senatrice’ e medico ticinese ha prestato i primi soccorsi
Svizzera
1 gior
Si incaglia al Nazionale l’abolizione del valore locativo
Il dossier torna in commissione. La maggioranza della Camera del popolo vuole coinvolgere maggiormente i Cantoni
Svizzera
1 gior
Ue: oggi soltanto il 6,5% dei giovani svizzeri è favorevole
Solo nel 2007 questa fascia di età (18-34 anni) risultava essere la più propensa all’ingresso della Confederazione elvetica
Svizzera
1 gior
I servizi pubblici svizzeri digitali stanno perdendo colpi
In testa alla graduatoria in materia di digitalizzazione si piazza la Danimarca. Per le città, Zurigo davanti a Roma
© Regiopress, All rights reserved