laRegione
17.03.22 - 13:03
Aggiornamento: 14:51

La provenienza degli alimenti deve essere specificata

Dopo il Nazionale, anche gli Stati approvano una mozione in tal senso, sconfessando il Governo. Ma il pane nostrano non avrà il suo marchio

Ats, a cura di Moreno Invernizzi
la-provenienza-degli-alimenti-deve-essere-specificata
Ti-Press
Nostrano o no?

Gli alimenti prodotti o preparati all’estero devono essere chiaramente identificabili grazie all’indicazione del Paese di provenienza. È quanto chiede una mozione accolta oggi per 21 voti a 17 (3 le astensioni) dal Consiglio degli Stati, allineandosi dunque a quanto deciso dal Nazionale in settembre.

Il voto odierno sconfessa la raccomandazione della commissione preparatoria e del Consiglio federale che hanno invitato a respingere la mozione per motivi pratici: l’amministrazione teme in effetti un eccesso di burocrazia poiché, in pratica, ciò obbligherebbe i fabbricanti a modificare tutte le etichette dei rispettivi prodotti.

Oltre a ciò, l’esecutivo vuole evitare che si crei un potenziale nuovo ostacolo al commercio nei confronti dell’Ue, come ha ripetuto in aula il consigliere federale Alain Berset.

Ma diversi oratori hanno sostenuto la necessità di esaminare le possibilità di migliorare la dichiarazione di provenienza e di adeguare le percentuali degli ingredienti che giustificano l’indicazione dell’origine. Oltre a ciò, bisogna sostenere la produzione indigena di alimenti, specie in un frangente difficile come quello attuale con la guerra in Ucraina e gli eventuali problemi di approvvigionamento.

Sempre nel corso del dibattito, il plenum ha poi respinto una mozione che chiedeva di introdurre un‘etichetta per il pane svizzero, da apporre in particolare su vetrine, menu e confezioni di prodotti per evidenziare che il prodotto offerto al consumo è confezionato con farine ‘nostrane’. La maggioranza ha infatti ritenuto superflua questa richiesta giacché esiste già un contrassegno per il pane confezionato nel nostro Paese. Inoltre, il Consiglio federale sta preparando un progetto per implementare un’altra mozione che prevede la dichiarazione del Paese di produzione del pane e dei prodotti di panetteria.

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Svizzera
Svizzera
2 ore
Il prezzo del carburante è in calo. Ma per quanto ancora?
A incidere su altri possibili ribassi diversi fattori: oltre al costo del petrolio, anche i costi di navigazione sul Reno e il tasso di cambio del dollaro
Svizzera
4 ore
Il burro non basta mai: altre 1’000 tonnellate da importare
Quinto aumento nel giro di un anno della quantità extra necessaria per soddisfare la domanda interna
Svizzera
6 ore
‘Shock prevedibile, poteva essere evitato’
L’esperto di Comparis Felix Schneuwly sul pesante aumento dei premi di cassa malati per il 2023
Svizzera
23 ore
In autostrada al massimo a 100 all’ora
È la proposta lanciata dall’Associazione traffico e ambiente per diminuire i consumi energetici
Svizzera
23 ore
Il Parlamento converge... sul solare
Da sabato sarà obbligatorio installare pannelli fotovoltaici sui grandi edifici di nuova costruzione
Svizzera
23 ore
Aborto: 20 anni di regime dei termini
Due decenni fa veniva concessa, in tutti i cantoni, l’interruzione di gravidanza. Presente ai festeggiamenti anche Karin Keller-Sutter.
Svizzera
1 gior
Premi di cassa malati, in Ticino l’aumento sarà del 9,2%
A livello nazionale invece il rincaro sarà pari allo 6,6%.
Svizzera
1 gior
Per i piloti di Swiss mediazione ‘inutile’. Verso lo sciopero.
Nella discussione per il nuovo contratto collettivo di lavoro le maestranze chiedono un incontro con i vertici
Svizzera
1 gior
Vittime di violenza: necessari centri di prima assistenza
La necessità di garantire la documentazione e il rilevamento delle tracce da parte di un medico legale senza obbligo di sporgere denuncia
Svizzera
1 gior
Si prospettano lunghe attese per il pediatra
Due i fattori: la penuria di personale e la scelta dei genitori di recarsi direttamente al Pronto soccorso, senza consultare prima il medico di base
© Regiopress, All rights reserved