laRegione
17.03.22 - 11:31
Aggiornamento: 17:56

Senza altre riforme, l’Avs sarà un peso per le nuove generazioni

La riforma 2021 porta miglioramenti, ma non sufficienti per compensare l’aumento della quota di over 65. Lo indica uno studio di Ubs

Ats, a cura de laRegione
senza-altre-riforme-l-avs-sara-un-peso-per-le-nuove-generazioni
Ti-Press
Entro il 2040 il numero di persone di 65 anni e più aumenterà del 50%

A causa dei cambiamenti strutturali della popolazione svizzera, l’Avs sta diventando un peso sempre maggiore per le giovani generazioni: la riforma Avs 21 porta dei miglioramenti, ma viste le elevate promesse di prestazioni sono inevitabili ulteriori riforme, sostiene uno studio di Ubs.

Entro il 2040, il numero di persone di 65 anni e più aumenterà del 50% in Svizzera, mentre quello delle donne e degli uomini in età lavorativa rimarrà più o meno stagnante, stando alle previsioni ufficiali, ricordano gli economisti della grande banca. Questo minerà il meccanismo di pagamento da una generazione a un’altra.

Secondo lo studio, le promesse pensionistiche dell’Avs superano le entrate future per un importo pari al 126% del prodotto interno lordo (Pil) elvetico, ovvero di circa 900 miliardi di franchi. Il patrimonio di quasi 50 miliardi di franchi del fondo di compensazione dell’Avs – che a prima vista sembra enorme – si esaurirebbe rapidamente.

La riforma Avs 21 attualmente in discussione potrebbe migliorare la situazione di finanziamento del primo pilastro: soprattutto l’aumento dell’età pensionabile delle donne a 65 anni e l’incremento dell’imposta sul valore aggiunto (Iva) ridurrebbero il deficit di finanziamento di circa 37 punti percentuali. Tuttavia, rimane un divario di quasi il 90% del Pil. Come noto inoltre i partiti di sinistra e i sindacati hanno lanciato un referendum contro la riforma.

Secondo gli esperti di Ubs i costi di Avs 21 ricadranno inoltre sulle spalle della popolazione più giovane. A loro avviso il previsto aumento dell’Iva è infatti problematico: colpirà soprattutto le famiglie a basso reddito e quelle più giovani.

Per affrontare il futuro senza un pesante onere finanziario sono necessarie ulteriori riforme che siano efficaci a lungo termine, argomenta Ubs. Le annate più vicine alla pensione potrebbero partecipare alla ristrutturazione del primo pilastro per esempio attraverso una riduzione del periodo di pensionamento, un decremento delle rendite o un’attenuazione temporanea degli aumenti delle pensioni.

L’incremento dell’Iva e dei tassi di contribuzione dell’Avs, oppure il finanziamento dell’Avs attraverso il bilancio dello Stato o gli utili della Banca nazionale graverebbero invece soprattutto sulle giovani generazioni. Secondo gli specialisti di Ubs la sfida è convincere gli over 50, che sono assidui votanti, e permettere alle giovani generazioni di partecipare al futuro della Svizzera.

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Svizzera
Svizzera
LIVE
Verso un no e tre sì
Le urne sono chiuse, è iniziato lo spoglio delle schede. I risultati in tempo reale
Svizzera
4 ore
C’è tempo fino a mezzogiorno per votare
Svizzeri alle urne su Avs, imposta preventiva e allevamento intensivo
Svizzera
22 ore
Gli F-35 si comprano e gli oppositori si vestono da lutto
La manifestazione oggi a Berna per denunciare “la farsa democratica” riguardo alla decisione del Consiglio federale di acquistare i jet da combattimento
Svizzera
23 ore
Se il vaccino è ‘da buttare’
Sono oltre 10milioni le dosi di Moderna che la Confederazione ha acquistato per contrastare il Covid e che mercoledì... sono scadute
Svizzera
1 gior
Axpo e quell’aiuto non ancora utilizzato
Il gruppo ha ottenuto dalla Confederazione il credito d’emergenza per far fronte all’impennata dei prezzi nel settore energetico
Svizzera
1 gior
L’alternativa è il pellet. Ma meglio fare scorta per tempo
SvizzeraEnergia vara la campagna ‘Zero spreco’: ecco qualche consiglio utile per evitare un inverno (giocoforza) freddo
Svizzera
1 gior
È allarme riscaldamento: ‘Fate il pieno del tank al più presto’
L’obiettivo? Contribuire al raggiungimento del risparmio volontario del 15% dei consumi di gas stabilito dal governo sull’esempio dell’Ue
Svizzera
1 gior
Luce verde all’export di munizioni in Qatar
Il Consiglio federale ha avallato la richiesta di esportazione di armamenti per il cannone di bordo del jet Eurofighter
Svizzera
1 gior
Crisi energetica, svizzeri ancora sordi agli inviti al risparmio
Malgrado le esortazioni a un uso più parsimonioso, il consumo di elettricità nel nostro Paese resta stabile
Svizzera
2 gior
Microplastiche nell’ambiente, bisogna fare di più
Il governo rinuncia a nuove misure, ma c’è un potenziale di miglioramento. Ogni anno in Svizzera sono circa 14’000 le tonnellate disperse
© Regiopress, All rights reserved