laRegione
04.03.22 - 12:05
Aggiornamento: 15:28

‘Iniziativa biodiversità’, ecco il piano B del Governo

Il Consiglio federale punta su un controprogetto indiretto, andando a ritoccare la legge sulla protezione della natura e del paesaggio

iniziativa-biodiversita-ecco-il-piano-b-del-governo
Ti-Press
Un patrimonio da preservare

La biodiversità va meglio protetta, ma non come proposto dall’iniziativa "Per il futuro della nostra natura e del nostro paesaggio", che, se approvata, limiterebbe in modo eccessivo il margine di manovra di Confederazione e Cantoni. È il parere del Consiglio federale, che ha pertanto deciso di contrastarla con un controprogetto indiretto, ossia tramite una revisione della legge sulla protezione della natura e del paesaggio (Lpn).

Punto centrale del controprogetto, che tiene anche conto degli obiettivi di politica energetica, è garantire lo spazio necessario ad animali e piante. A tal fine, il Governo vuole che il 17% del territorio nazionale venga definito come zona di protezione della biodiversità. Questo obiettivo è già presente nella Strategia Biodiversità Svizzera del 2012. Attualmente, la quota di queste aree protette è pari al 13,4%. Con l’inserimento dell’obiettivo nella legge, il Governo rafforza il suo mandato. La quota richiesta può essere raggiunta ad esempio «integrando ed estendendo i biotopi regionali e locali oppure con l’ampliamento, già in corso, delle riserve forestali», precisa l’esecutivo. Le aree protette nazionali esistenti devono essere risanate se necessario.

A queste superfici, dette "infrastruttura ecologica", vanno ad aggiungersi le aree d’interconnessione, che assicurano alle specie libertà di movimento nel paesaggio per nutrirsi, riprodursi o colonizzare nuovi spazi vitali. A tal fine sono necessari corsi d’acqua prossimi allo stato naturale, margini boschivi, spazi verdi pregiati in termini ecologici lungo le infrastrutture di trasporto nonché ponti per la fauna selvatica e passaggi per gli anfibi. Il controprogetto indiretto obbliga le autorità – Confederazione e Cantoni – a sviluppare ulteriormente questa infrastruttura.

Un altro "elemento chiave" del controprogetto è la promozione tramite incentivi della natura nelle città e nei comuni, come spazi verdi e corpi idrici prossimi allo stato naturale come pure tetti e facciate verdi. Ciò andrà realizzato in collaborazione con i Cantoni.

Il controprogetto introdurrà nella Lpn anche il concetto di "cultura edilizia di elevata qualità". Lo scopo, indica l’esecutivo, è «conciliare la protezione e la cura del patrimonio naturale e culturale con l’ulteriore sviluppo di elevata qualità dello spazio insediativo».

Da notare che il controprogetto è stato ridefinito dopo la consultazione. Per Udc, Plr e Alleanza del Centro il primo disegno di legge proposto dal governo si spingeva troppo lontano, mentre Ps, Verdi e Verdi liberali, nonché Patrimonio Svizzero – associazione promotrice dell’iniziativa – giudicavano insufficiente il progetto elaborato dal Dipartimento dell’ambiente (Datec).

L’iniziativa

L’iniziativa "Per il futuro della nostra natura e del nostro paesaggio (Iniziativa biodiversità)" vuole obbligare Confederazione e Cantoni a proteggere la biodiversità e il paesaggio e a farne un uso parsimonioso. A tal fine, chiede che vengano messi a disposizione più fondi pubblici.

Tra i promotori riuniti in associazione figurano Patrimonio svizzero, Pro Natura, BirdLife Svizzera e Fondazione svizzera per la tutela del paesaggio. Questi sono inoltre sostenuti da altre organizzazioni attive nell’ambito dei trasporti, dell’agricoltura, dell’architettura e della protezione delle Alpi.

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Svizzera
Svizzera
6 ore
Consiglio degli Stati, Brigitte Häberli-Koller eletta presidente
La turgoviese del Centro prende il posto di Thomas Hefti (Plr/Gl) che ha deciso di non presentarsi alle elezioni federali del prossimo ottobre
Svizzera
6 ore
Pirati della strada, pene severe ma eccezioni possibili
Dopo il Nazionale, marcia indietro anche agli Stati sull‘attenuazione delle pene. Si introducono però attenuanti per chi sgarra per la prima volta
Svizzera
7 ore
Saranno quasi 200 i milioni di franchi destinati all’ambiente
Lo ha deciso il Consiglio degli Stati per 29 voti a 16, approvando una proposta di minoranza della verde Adèle Thorens Goumaz
Svizzera
11 ore
Nessuna sanzione disciplinare contro Roger Köppel
Il consigliere nazionale Udc era sospettato di aver violato il segreto d’ufficio per alcune dichiarazioni sul suo canale video
Svizzera
18 ore
Circolazione e cure infermieristiche nel menu invernale a Berna
Al via la sessione invernale che eleggerà anche i consiglieri federali in sostituzione di Maurer e Sommaruga e i nuovi presidenti delle due Camere
Svizzera
18 ore
Oggi a Berna il tradizionale mercato delle cipolle
Nella capitale un centinaio di pullman turistici da tutta la Svizzera e dall’estero
elezioni cantonali
1 gior
Svitto: il Plr difende il seggio nel governo al ballottaggio
Damian Meier si è infatti imposto sulla concorrente dei Verdi liberali Ursula Lindauer. Il governo locale è interamente in mano ai partiti borghesi
alle urne
1 gior
Clima, tasse e giustizia: si è votato in otto Cantoni
Riforma giudiziaria nei Grigioni. A Basilea Città, zero emissioni di gas serra dal 2037. Deduzioni fiscali aumentate per la cassa malati nel Canton Zurigo
Svizzera
2 gior
Sergio Mattarella in visita di Stato nella Confederazione
All’ordine del giorno le relazioni bilaterali, la situazione della guerra in Ucraina, la politica europea e il Consiglio di sicurezza dell’Onu
Svizzera
2 gior
Dopo Sommaruga: Baume-Schneider e Herzog su ticket femminile
Lo ha deciso il gruppo parlamentare del Partito socialista. La consigliera agli Stati e la senatrice basilese in corsa per il Consiglio federale.
© Regiopress, All rights reserved